TAG: buoni propositi…un anno dopo

Ciaooooo a tutte!! Oggi rispondo ad un tag in cui sono stata nominata dalla mia amica Elena di Mercury makeup (trovate qui il suo post). La creatrice del tag invece è Cristina di Evoichenepensate (trovate qui il post originario).

img_0881

Le regole sono le seguenti:

  • Inserire la foto del TAG che trovate qui sopra.
  • Citare l’ideatrice del TAG (Www.Evoichenepensate.com)
  • Citare anche chi vi ha taggati
  • Nominare altri blog ed avvisarli della nomina

Ho visto che Elena ha incentrato il post più che altro sul settore beauty e skin care, mentre quello di Cristina è più basato sulla sua vita generale, io ho deciso di mischiare un po’ entrambe le opzioni nelle mie risposte! 😉

Cominciamo subito!

Premetto che non sono “una da buoni propositi”, non nel senso che non voglio migliorarmi, ma nel senso che spesso evito di farli o li faccio con una serietà molto discutibile perché credo che alcune cose facciano davvero parte della mia “essenza”, posso provare a migliorarle ma non eliminarle del tutto! E lo dico perché ci ho già provato ahahaha! XD

  1. Primo proposito che ripeto da almeno 3 anni ma che non realizzo mai alla fine: diventare vegetariana. Da un lato perché soffro di anemia cronica da anni, e ho paura che smettendo di mangiare la carne possa peggiorare. Ma il motivo reale è che non so immaginare la mia vita senza una buona bistecca, un’orata al forno o un arrosto di pollo. E’ brutto dirlo, lo so, sembro crudele, ma sono sincera. Ogni volta che penso di stare mangiando un essere vivente che è stato ucciso per poter stare sul mio piatto ci sto male, e mi dico “devi smettere di mangiare la carne”, ma poi viene fuori il mio “io goloso” e cedo, mannaggia a me. Altra cosa che mi fa desistere dal diventare vegetariana, e qui spero di non offendere nessuno ma è ciò che penso, è l’atteggiamento sprezzante che hanno spesso molti vegetariani nei confronti dei “carnivori”. Ti vogliono “convertire”, ti dicono che ciò che fai è sbagliato e che mangiando la carne accorci la tua vita. Oppure ti accusano di essere crudele e di fregartene della sofferenza altrui. Un fondo di verità c’è in queste accuse, di certo se nessuno mangiasse più la carne gli animali non farebbero sicuramente quella brutta fine. Ma a me non piace chi va in giro credendo di detenere la verità assoluta e accusando gli altri di sbagliare e di essere crudeli, perché quella persona magari in quello non “sbaglia”, ma commette mille altri errori. Si diventa vegetariani non con le “accuse” e le conversioni, ma attraverso un percorso che s’intraprende volontariamente perché lo si sente dentro. Sicuramente è dura, e io dico in tutta sincerità che mi piacerebbe ma non sono ancora pronta.
  2. Secondo proposito realizzato a metà: essere costante nell’applicare la crema anticellulite. Non ho per fortuna una cellulite profonda (per ora!) ma appunto per quello dovrei essere più costante, di sicuro otterrei buoni risultati in poco tempo (ho una “fossetta” sulla coscia destra più che altro). E invece mi ricordo di farlo solo quando vado in palestra, gli altri giorni dopo la doccia me ne scordo sempre. Ma più che pigrizia è mancanza di fiducia nei confronti di queste creme, finora nessuna ha funzionato! (o forse è il cane che si morde la coda, se fossi più costante funzionerebbero? 😛 Chi lo sa!).
  3. Terzo proposito: lo scrub. In questo ce la sto facendo ad essere costante! Una volta alla settimana (di solito il venerdì sera è il momento relax) faccio uno scrub su tutto il corpo, e questo oltre a lasciarmi la pelle liscissima mi sta aiutando a ridurre i bastardissimi peletti incarniti sulle gambe. Avendo le labbra secche, cerco di farlo anche sulle labbra prima di usare i rossetti matte, che adoro e a cui non rinuncerei mai anche se spesso sono una sofferenza perché le labbra tirano sigh!. Mi trovo benissimo con lo scrub labbra agrumato di Biofficina Toscana, un barattolino dura tantissimo ed è allo stesso tempo anche idratante perché contiene burro di karité, olio d’oliva e di girasole, ve lo stra-consiglio! 😉
  4. Ridurre lo zucchero….. ce la farò mai ogni volta che vado alla macchinetta del caffé al lavoro a non premere più volte il ditino sul + dello zucchero? Sono una golosona, non riesco a bere il caffé o il té senza zucchero e a volte, lo ammetto, esagero con la quantità. Sono passata allo zucchero di canna, che essendo meno raffinato pare sia più sano di quello bianco, ma nel mio caso si tratta proprio di ridurne la quantità in ogni cosa che bevo/mangio! 😛 Ce la posso fare!
  5. Infine, l’ultima questione ha a che fare proprio con il blog. Vi confesso che negli ultimi mesi ho spesso pensato di chiuderlo, o comunque di prendermi una pausa. E questo perché ci sono diverse cose di questo “mondo” che non mi piacciono/non mi convincono. Prima di tutto, il fatto che quando esce un nuovo prodotto di questa o di quell’azienda, TUTTE le blogger si affannano a publicizzarlo. Mi è capitato ieri con le nuove Magic Pencils di Nabla, apro Facebook e tutti i blog a cui sono iscritta avevano pubblicato la newsletter di Nabla con la novità delle matite. Ora, adoro Nabla e non è questo il punto. Il punto è perché noi blogger dobbiamo sempre essere tante pecorelle, che nella speranza che un giorno questa o quell’azienda ci mandi qualcosa gratis dobbiamo affannarci a pubblicare subito la novità. Risultato: 300.000 blog che pubblicano la stessa newsletter. Ora, io lavoro nel marketing e per fare pubblicità la mia azienda paga come minimo 500€ per 1/3 di pagina nelle varie riviste o siti. Perché noi dobbiamo regalare il nostro spazio così? Le aziende si fanno pubblicità gratis grazie a noi. Io non voglio che il mio blog diventi una specie di Mondialcasa, se c’è un prodotto che mi piace ne parlo quando mi va e come mi va, non pubblico sistematicamente la newsletter ogni volta che esce un nuovo prodotto del mio brand preferito. Altra cosa che mi scoraggia tanto è che spesso impiego ore e ore del mio poco tempo libero per scrivere un post e poi nessuno commenta, e io non so se è perché quell’argomento non interessa (e saperlo sarebbe un utile feedback per me che non tornerei a parlarne) o se è perché nessuno ha voglia di leggerlo. E quindi ultimamente alterno periodi di scoraggiamento in cui non mi va di scrivere perché non ci trovo un senso a parlare al vuoto, e periodi in cui mi dico “vabbé, fallo per te almeno!”.

Vabbé, l’ultimo punto non c’entrava molto con il tag, me ne rendo conto, ma è pur sempre quell’altalena tra l’entusiamo e lo scoraggiamento che fa parte del mio carattere e che devo riuscire a superare in qualche modo per essere più costante.

So che certe cose che dico non mi rendono molto simpatica o popolare (ma è così anche nella vita reale! XD ) e so che probabilmente le aziende mi snobberanno a vita, ma va bene così, io sono questa e sono quello che dico. Finisco qui la mia “filippica” e nomino i blog che vorrei taggare:

  1. Sere di Makeup
  2. Moody Makeup
  3. The Beauty of Blogness
  4. Una viola nel cassetto
  5. ArteMiss Art & Beauty

Un bacione a tutte e al prossimo post! 🙂

Annunci

WISHLIST NATALIZIA TAG 2.0

Il Natale si avvicina…..come vola il tempo!!! Oggi rispondo a questo simpatico tag ideato dalla mia amica Elena di Mercury Makeup, trovate il suo post qui.

wishlist-natalizia-tag

Le regole sono due:

1) Scrivete un post tipo questo, in cui indicate almeno 5 oggetti che vi piacerebbe ricevere per Natale (un libro, un gioiello, un viaggio, qualsiasi cosa voi desideriate), citando il blog da cui è partito il tag e quello da cui vi è arrivato l’invito, scrivete di cosa si tratta e le 2 regole con il logo del tag.

2) Taggate a vostra volta almeno 10 blog, avvisandoli di averli nominati!

Ehm….. a chi mi conosce di persona e che quindi è un possibile candidato per farmi il regalo di Natale molto disinteressatamente suggerisco di leggere questo post e trarre spunto! 😛 😛 Ahahahah scherzo dai! XD

Premetto che, andrò controcorrente (come al solito), ma non amo molto il natale. Sarà perché ogni anno nel mio caso c’è la solita rimpatriata forzata di famiglia e forse questo mi porta a pensare al natale come un tentativo di creare una finta atmosfera di armonia e affetto, sarà perché spesso si devono fare dei regali di circostanza a persone che non ci stanno molto simpatiche, non so, credo sia una festa davvero troppo commerciale ed “impostata” ormai. L’unica cosa che mi piace del natale sono le ferie! 😛 😛 Lo so che dopo quest’affermazione mi starò facendo odiare dalla maggior parte di voi, ma vogliatemi bene comunque! :*

Bando alle ciance, cominciamo subito! 🙂

  1. La mia felicità sarebbe fare il lavoro dei miei sogni, non avrei bisogno di altro nella vita. So che butterei all’aria tutti i miei studi e sacrifici e che non c’entrerebbe un cavolo con ciò che ho fatto finora, ma vorrei tantissimo lavorare nel mondo del makeup. Fare la makeup artist, o la commessa da Sephora o qualche altra lisa-eldridge-williamsonprofumeria, o lavorare nell’ufficio marketing come sto facendo ora ma di un brand cosmetico. Il makeup è la passione più grande della mia vita, e senza esagerare. Qualsiasi sensazione di gioia, di appagamento, di creatività della mia vita è quasi sempre associata al makeup. Ho iniziato per gioco, cercando un modo per risolvere il mio eterno problema di autostima, e quel gioco, quel senso di sicurezza in me che sento ogni volta che mi trucco, è diventato qualcosa di più. Purtroppo non mi sto muovendo in quella direzione se non con questo blog, che di certo non credo che diventerà mai un lavoro ma almeno faccio pratica. So per certo che mi sentirei realizzata solo così, e cercherò di fare la scuola di makeup artist per avere almeno qualcosa in mano e poter cominciare. Sono consapevole delle difficoltà, so che non si “campa” con il make-up e dovrò tenermi stretto il mio attuale lavoro, ma senza questo sogno non vivo e non lo abbandonerò mai. Ps: Lisa Eldridge è il mio mito! ❤
  2. Anch’io come Elena cito un viaggio. Dovete sapere che io ho come si dice finemente “le formiche sotto il sedere” e ogni volta che visito un posto nuovo mi ci vorrei trasferire e se fosse per me vivrei ogni anno in un posto diverso! Unamaxresdefault francofona convinta come me ha una pecca enorme però, che vorrei colmare quest’anno: andare a Parigi. Non ci sono mai stata purtroppo, e non so quante volte avrò guardato la scena iniziale di “Midnight in Paris” di Woody Allen dove si vedono i mille angoli spettacolari di questa città meravigliosa. So che non è il momento giusto per parlare in maniera così leggera di questa città dopo i terribili fatti della scorsa settimana, ma proprio perché mi si stringe il cuore ogni volta che ci penso sento il bisogno di andarci ancora di più.
  3. Passando ai desideri makeupposi, vi racconto che ultimamente ho un pallino hqdefaultfisso, che si chiama Charlotte Tilbury. Non so quante volte ho riempito il carrello sul suo sito e poi chiuso la pagina vedendo che raggiungeva cifre spropositate! XD In questo momento desidero tanto il duo per contouring Film star Bronze and Glow e la palette The
    pp-quad_the-vinatge-vamp_1 Vintage Vamp, me ne sono innamorata follemente!!! E poi Charlotte è un mito vivente, la truccatrice di Penelope Cruz (per cui ha creato il rossetto Penelope Pink…..ehm, sì, voglio anche quello in verità! :P), Kate Moss, Gisele Bündchen ecc ecc, ed è una donna che giura che suo marito non l’ha mai vista struccata, pensate che si trucca persino per andare a dormire!!! Un mitoooo!!! 😛
  4. Per quanto riguarda il bio, mi piacerebbe duo_pack_masks_330x4411tantissimo provare qualche prodotto Mádara, il brand lettone madara-regenerating_night_cream-2015di altissima qualità di cui vi parlo qui. Vorrei testare per esempio il duo di maschere (purificante + illuminante) e la crema notte rigenerante, mi ispirano un sacco ma il prezzo è un po’ altino! (35€ le prime, 31€ la seconda).
  5. Il mio ultimo desiderio è un tantino irrealizzabile pure quello purtroppo……. farmi truccare un giorno da Mr Daniel Makeup. Io lo adoro, ha uno stile unico che mi lascia sempre senza fiato!!! Non mi perdo mai un suo hqdefaulttutorial, credo che abbia il dono raro di trovare in ogni ragazza che trucca quel particolare che la caratterizza e sa valorizzarlo nel migliore dei modi. Spesso trova dei modi originali per giocare con le texture dei prodotti e con i colori e crea dei capolavori, io lo ammiro profondamente sia perché non si è mai montato la testa nonostante alla sua giovanissima età abbia già creato un brand, sia per il suo talento incredibile. Apprezzo tantissimo anche il fatto che il suo canale non sia diventato un semplice mezzo pubblicitario per promuovere Nabla. Lui infatti, a differenza di altri makeup artist che quando creano un brand usano solo i loro prodotti, continua ad acquistare e consigliare prodotti di marchi potenzialmente concorrenti. Ecco, se lui mi truccasse e mi aiutasse a capire come valorizzarmi credo che avrei risolto per sempre i miei problemini di autostima! 🙂

E questi erano i miei desideri natalizi!!! Ora voglio farmi gli affari di…..

Spero parteciperete! :* A tutte voi che avete letto invece mando un bacione enorme e al prossimo post!

Tag: Tu Ed Il Tuo Make Up

Ciao a tutte!! Oggi rispondo al Tag della mia amica Serena (trovate il suo post qui) e la ringrazio tantissimo per avermi pensata! Non sempre rispondo ai tag, non per “snobismo” ma perché spesso non saprei cosa dire o come renderlo interessante e non mi va di pubblicare post “tirati via” e superficiali. Questo tag mi è sembrato interessante perché mi dà la possibilità di parlarvi di diversi prodotti e quindi di fare delle “mini-recensioni” che possono essere utili a voi! 🙂

Ma passiamo subito alle regole del Tag, siete ovviamente tutte invitate a partecipare!! 🙂

– Nominare le autrici del Tag, ovvero (Beautymolly e Il nostro stile)
– Allegare delle immagini e rispondere alle 11 domande.
– Taggare cinque o più blog e avvisarli della nomination.
– Ringraziare il blog che ti ha taggata.

1. Che tipologia di pelle hai? Quale o quali prodotto/i di skincare sono per te indispensabili?

Allora, vi racconto che la mia skincare ha subito una rivoluzione da circa 3 settimane. E’ da tanto che soffro di couperose sulla guancia destra e ultimamente ho tanti brufoletti e non ne potevo più perché pur cambiando creme con una certa regolarità e usando solo prodotti bio non vedo risultati. Sono andata perciò da una dermatologa consigliatami dal mio medico di base, lui ne parlava in maniera entusiasta perché ha curato l’acne delle sue due figlie. Ho deciso di andare a fare una visita, e lei dopo un check approfondito mi ha detto che ho la pelle mista (e io che pensavo di averla grassa!) perché in verità sulle guance è parecchio secca e ruvida. Inoltre mi ha detto che la mia pelle è particolarmente reattiva e sensibile (cosa che sospettavo, visto che l’unica volta che ho fatto la pulizia del viso dall’estetista sono uscita rossa come un peperone!), quindi mi ha proibito di fare scrub al viso e di usare persino il tonico!! Pare che il tonico abbia un effetto troppo astringente su di me. Quest’ultima cosa è stata un po’ uno shock perché sono troppo abituata a metterlo dopo aver lavato il viso e prima di mettere la crema! Dopo aver visto la mia faccia perplessa mentre mi prescriveva i nuovi prodotti (immaginavo già chili e chili di siliconi! :O ), lei mi ha detto una frase che potrebbe sicuramente essere discutibile: “il bio va bene per chi ha una pelle normale, senza particolari problemi. Tu hai bisogno di un trattamento”. Ci sono rimasta un po’ male per la verità, pensavo di stare facendo bene alla mia pelle ma per esempio mi ha detto che il mio amato siero alla bava di lumaca di Dr. Organic non va bene per la mia pelle perché ha proprietà anti-age di cui non ho bisogno. Quindi ragazze, dopo 3 anni di solo prodotti bio sul viso, mi tocca tornare ai siliconi. Lei ha detto che se le dò retta e uso i prodotti che mi ha prescritto in un mese la mia pelle migliorerà tantissimo, vedremo! 20150930_151346Questi sono i prodotti che sto usando: il latte detergente (che io poi risciacquo) Toleriane di La Roche Posay, poi metto solo sulle guance il campioncino di Nutratopic Pro- AMP che è una crema che si può acquistare credo solo dietro ricetta medica, e sul resto del viso la KeracnylPP della Ducray, una marca francese. Sono quasi tre settimane che sto usando questi tre prodotti, per il momento vedo dei piccoli miglioramenti: non mi escono più così tanti brufoletti e la guancia è meno rossa e in quella zona la pelle è più morbida. Vedremo come va nelle prossime settimane, vi aggiorno se vi va! 🙂

2. Che tipologia di fondotinta prediligi? Il tuo preferito?

Premetto che non ho ancora trovato il fondotinta perfetto, sto pensando infatti di 20150930_154953provare appena tornerò al mio colore normale senza20150930_155011 abbronzatura quello di Puro Bio (il fondotinta “Sublime”, ho letto delle review molto positive). Diciamo che prediligo i fondotinta in polvere, perché avendo la pelle misto-grassa è la formulazione che mi aiuta di più a non lucidarmi dopo qualche ora, perché la polvere assorbe l’eccesso di sebo. Ne ho due che uso alternandoli: il Bare Minerals matte nella colorazione medium beige (d’inverno ho la pelle olivastra, non divento mai davvero bianca) e il fondotinta minerale di Lily Lolo nel colore warm honey che ho comprato a Firenze da Helianthus (trovate il 20150930_155147post qui) perché da me non trovo questo marchio. Hanno entrambi una coprenza media, per il momento non li sto usando perché per il mio attuale colorito sono troppo chiari e fanno un po’ di stacco con il resto del corpo. Ve li consiglio se avete una tipologia di pelle come la mia, di certo non coprono tutto, se avete un brufolo lo mascherano un po’ ma non sparisce, ecco. Comunque il risultato è molto naturale, non creano il classico effetto polveroso.

3. Hai molte occhiaie? E imperfezioni? Quali sono i tuoi correttori preferiti per entrambi i difetti?

Aaaaaahhh eccoci al mio cruccio più grande, le occhiaie. Il panda mi fa un baffo ragazze, giuro! XD E le mie sono le peggiori perché dorma poco o tanto sono sempre lì, purtroppo sono genetiche. La buona notizia è che ho trovato il mio Sacro Graal…..il correttore Under Eye concealer di Nabla! Credo di 20150930_161700_Richtone(HDR)avervene parlato per lo meno 500 volte da quando ho aperto il blog, il fatto è che altri correttori bio che ho provato (uso solo quelli bio) o non durano una cippa, o non coprono una cippa (ve ne parlerò presto in un post). Lui invece è fantastico! La tonalità (uso la più scura, la 3.0, leggermente aranciata), la durata, la coprenza (che non è totale ma per essere un correttore bio è davvero sorprendente), il prezzo (8.50€ sul sito), tutto mi piace di questo correttore, tuttoooooo!!! *_* Se devo rimproverare qualcosa a Nabla è che ormai per la disperazione sto per rivolgermi al mercato nero o al contrabbando per trovarlo, è sold-out da mesi e lo sto per terminare! Tipregotiprego Mr Daniel riassortiscilo presto!! XD Per le imperfezioni non uso un correttore specifico perché mi sembra che crei un mascherone, cerco tramite la skincare di curare le pelle per avere meno imperfezioni possibili, e quelle che ho le copro con il fondotinta.

4. Usi la cipria per fissare il fondotinta? La stessa per viso e contorno occhi? La tua cipria preferita?

Siccome uso il correttore minerale che è già in polvere, non metto mai la cipria 20150930_162253_Richtone(HDR)dopo perché ovviamente non è necessaria. Però la uso invece per fissare il correttore di Nabla. La mia combo preferita è il correttore Nabla che è leggermente aranciato e la cipria colorata di Benecos nel colore beige, che opacizza, fissa e neutralizza l’arancione del correttore. Adoro questa combinazione, infatti come vedete la cipria al centro ha il buchetto! 😛

 

5. Come sono le tue sopracciglia? Le disegni? Il tuo prodotto preferito per definirle?

C’è chi dice che le sopracciglia sono la cornice del volto e che definirle è importante per avere un make-up impeccabile. Io sinceramente non le curo molto, vado solo dall’estetista una volta ogni mese-mese e mezzo per depilarle e basta. E non lo faccio da sola perché sono veramente un disastro :P, durante l’adolescenza nella convinzione sbagliata che se hai gli occhi un po’ ravvicinati dovresti depilare di più la parte iniziale delle sopracciglia per avere più spazio tra di esse, le ho depilate troppo e l’effetto era veramente brutto. Ci ho messo molti mesi per rimediare al pasticcio, perché non ne volevano sapere di crescere lì in mezzo. Adesso nella zona centrale sono un po’ ribelli e spelacchiate, so che disegnandole sarebbero più “normali” ma ho provato e non mi ci vedo. Quindi amen, stanno così! 😛

6. Cosa utilizzi di più tra eyeliner, matita e kajal? Il tuo preferito?

Ho un rapporto conflittuale con l’eyeliner, mi piace ma mi fa impazzire perché le due righe non mi vengono mai uguali!! Faccio sempre una riga più in alto e una più in 20150930_164106_Richtone(HDR)basso, sarà che la geometria a scuola non è mai stata il mio forte! 😛 Comunque, ultimamente sto usando l’eyeliner in gel blacktrack di Mac, uso solo quelli in gel perché è l’unico prodotto di questo genere che mi permette di fare una linguetta più o meno precisa usando il pennellino angolato. Cosa mi piace di quest’eyeliner: non è opaco, ha un finish leggermente lucido che mi piace moltissimo. Anche la durata (e io lo uso sempre senza primer sotto) è ottima, rimane fermo finché non lo strucco. Cosa non mi piace: il colore non è pieno subito, per avere un bel nero profondo devo fare diverse passate, rischiando di sbagliare la riga. Non so se sia un problema che ho solo io o capita anche a voi, che mi dite? Il blacktrack è sempre stato osannato da tante beauty blogger americane e non, mi sembra strano che si debba fare20150930_164223_Richtone(HDR) qualche passata per avere un colore pieno. Ho un rapporto conflittuale anche con i kajal, nessuno mi dura nella rima interna uff!! L’unico che arriva sulle due ore e mezza-tre e questo di Wycon (l’ho preso quando si chiamava ancora Wjcon), il long lasting eyeliner (ma io lo uso solo nella rima interna) nel colore strong coffee, un bel marrone scuro.

7. Come sono le tue ciglia (corte, folte, ecc) ? Il tuo mascara preferito?

Le mie ciglia sono molto folte (ohi, ci sarà pure almeno un vantaggio nell’essere pelose! :P) ma drittissime. Ho paura di usare il piegaciglia e non l’ho mai usato nella mia vita ahahahaha! XD Quindi l’unica soluzione per piegarle è il mascara. In questo periodo sto adorando il mascara Grandiose di Lancome, di cui vi parlo qui.

8. Usi più rossetti lucidi o matt? Il tuo rossetto preferito?

20150930_183607Amo follemente i rossetti matt. Solo che due ragioni fanno sì che non usi molto i rossetti: uno, mi seccano troppo le labbra e dopo qualche ora non li sopporto più20150930_183650 e li tolgo. Due, carico sempre un sacco gli occhi ogni volta che posso 😛 e quindi ovviamente se mettessi il rossetto sarebbe troppo. Ho però un rossetto preferito, sia perché penso che mi stia bene, sia per il nome (e l’ho comprato per quello! XD): è Audrey della linea Audacious di Nars. Sono ripetitiva, lo so, però a chi mi leggesse per la prima volta e non lo sa dico che sono una folle ammiratrice di Audrey Hepburn e ho una calamita per qualsiasi cosa che porti il suo nome! *_* In questo caso è stato anche un bell’acquisto, il colore è molto bello, un prugna caldo, la texture del rossetto è cremosa e il finish lucido ma con il passare delle ore il lucido sparisce e rimane il colore.

9. Se dovessi decidere, quale prodotto tra terra, blush e illuminante sceglieresti? Il tuo preferito per ogni categoria?

Mmmmh domanda difficile. Sono tre prodotti che non uso quotidianamente per la verità, ma solo nel weekend quando faccio dei make-up più elaborati (semplicemente perché ho più tempo a disposizione! XD). Forse tra i tre preferisco di più il blush, perché dà 20150930_185417_LLSsubito un tocco di salute al viso senza dover aggiungere altro! Il mio preferito (anche se ovviamente lo cambio in base all’ombretto, sostanzialmente passo dal blush rosa a quello pesca) è Amour di Nars, un bel rosa carico con un tocco di malva, perfetto per l’autunno. Lo uso di solito quando mi trucco con ombretti rosa, viola, grigi, champagne, dorati ecc ecc. Non ho una regola, scelgo il blush rosa o il pesca-arancio (che di regola è Pinch me di Mac) in base agli abbinamenti che ad occhio mi sembrano in armonia. Come terra non uso il bronzer perché già ho la pelle grassa di mio e non mi piace avere troppi prodotti shimmer in giro per il viso. Uso per scaldare l’incarnato sugli zigomi la terra opaca Les Beiges di Chanel, che adoro perché crea un effetto molto naturale e ha un profumo buonissimo! Infine, in questo periodo sto usando molto le Metéorites in versione compatta di Guerlain non tanto come cipria ma come illuminante, mi piace tantissimo l’effetto discreto ma luminoso che crea e anche questo ha un profumo di viole pazzesco (sì, sono una sniffona! 😛 ).

10. Che tipologia di ombretto preferisci? Qual è il tuo preferito?

pigmento-pigment-mac-blue-brownGli ombretti sono la mia ossessione, la mia inguaribile malattia. E c’è una tipologia di ombretto a cui non resisto MAI, i duochrome. Quei riflessi cangianti, il fatto di avere più colori che si mostrano o meno a seconda di come li colpisce la luce, sono cose che mi fanno impazzireeee!! *_* Se dovessi indicarne uno preferito non saprei in verità perché vado a periodi, forse il mio preferito di sempre è il pigmento blue brown di Mac, un colore indescrivibile!!! E’ marrone, ma ha anche dei riflessi blu, e se lo guardi meglio con una certa luce tira fuori anche dei riflessi rossi, è una cosa pazzesca! Avrei voluto fare delle foto ma sono tre giorni che piove e con questa pessima luce nessuna foto gli avrebbe reso giustizia, perciò vi lascio la foto sopra che rende meglio l’idea! 😀 (presa da questo blog).

11. Scrivi uno o massimo due prodotti must have.

Per me i prodotti assolutamente indispensabili quando ho fretta e non ho tempo di truccarmi sono il correttore e il mascara. Con questi due prodotti potete in pochissimi minuti creare un make-up minimal ma efficace, perché correggete le occhiaie e aprite lo sguardo.

Dunque, ecco le amiche che ho scelto di taggare (ragazze, è stato davvero bellissimo conoscervi!!):

Un bacione a tutte e buon weekend! 😀

Tag: quanto conta l’inci?

Pubblicando questo post mi sono accorta che sono arrivata al numero 50!!!! 😀 E sono stra-felice di questo, perché quando ho aperto questo blog la mia perplessità principale era quella di non riuscire ad avere delle idee originali e interessanti da offrirvi, perché non è semplice trovare ogni volta degli argomenti vista l’enorme quantità di beauty blog che ci sono sul web! Per ora me la sto cavicchiando dai, spero di riuscire ad avere rubriche e idee interessanti da portare avanti anche in futuro. Oggi voglio parlarvi di un argomento che mi sta molto a cuore, l’inci. Ho trovato questo tag e ho deciso di partecipare anche se non sono stata nominata perché mi piacerebbe fare due chiacchiere con voi in proposito! 🙂

taginci

Le regole sono molto semplici:

Citare la fonte, che è il blog Cosmetic Mind, e rispondere alle seguenti domande.

1. In che modo hai iniziato ad interessarti ai prodotti bio?

Ok, so che dopo aver letto la mia risposta molte di voi si toglieranno da questo blog! 😛 Ho cominciato ad avvicinarmi al bio dopo aver visto i primi video di Carlita. Sì, quella Carlita che oggi si è allontanata tantissimo da quello che era il suo intento iniziale, spiegarci con semplicità e senza tutte le arie che si dà adesso quali fossero le sostanze da evitare per fare del bene alla nostra pelle e ai nostri capelli. Oggi purtroppo è diventata inguardabile, io ho smesso di seguirla da tanti mesi. Però devo dire che i suoi primi video sono stati molto utili per farmi vedere le cose da un altro punto di vista e cominciare ad indagare per conto mio su siti più attendibili come l’angolo di Lola, saicosatispalmi e Promiseland.

2. Qual è stato il tuo primo acquisto bio?

Mmmh sinceramente non ricordo, molto probabilmente qualche prodotto per i capelli perché mi ero fissata (e lo sono ancora, sono tre anni quasi che i miei capelli non toccano uno shampoo o un balsamo con siliconi! XD) che volevo assolutamente togliere i siliconi assassini dai miei poveri capelli!!

3. Qual è il tuo ultimo acquisto bio?

Sono una divoratrice di creme mani perchè le ho sempre molto secche, avendo finito la mia amata crema mani Vivi Verde della Coop sono capitata in un’erboristeria sabato scorso e ho preso la crema mani all’Aloe della Planter’s. E’ senza petrolati, parabeni e siliconi ma attenzione, ho spulciato gli inci delle maschere capelli e degli shampoo Planter’s e ci sono i siliconi, controllate sempre gli inci anche tramite app utilissime come “biotiful” ed “E’ verde” (per Android e I-phone). Sì, io sono una di quelle pazze che nei negozi si mette a fare ricerche su internet (e a volte le commesse mi guardano male! XD) per assicurarmi che il prodotto sia almeno accettabile!.

4. Il prodotto bio di cui proprio non puoi fare a meno?

La lozione ricci definiti di Biofficina Toscana. Assolutamente. Non sapevo mai cosa mettere dopo aver lavato i capelli per fare la piega, per qualche tempo ho provato a mettere sulle punte l’olio di semi di lino ma mi rimanevano unti anche mettendone pochissimo. Da quando uso la lozione ho dei bei boccoli definiti (ho i capelli mossi di mio, non fa miracoli ma li modella abbastanza) e morbidi, non unge e non appesantisce, e una confezione da 100 ml vi dura una vita. Costa sui 10€, non è proprio economica, ma è un prodotto davvero di qualità, non la mollo più! 😀

5. Che rapporto hai con le marche da supermercato che si autoproclamano bio?

Mi fanno incavolare tantissimo, soprattutto quelle che mettono “bio….” nel nome (come il noto olio che viene usato per le smagliature e che di bio non ha nulla!) per ingannare i consumatori che si fidano o non sanno leggere gli inci. Informarsi è fondamentale. Un potere che ancora abbiamo è quello di scegliere come spendere i nostri soldi. Diffidate da chi scrive nelle etichette “idratante” e poi il primo ingrediente è la paraffina liquida, o da chi vi dice che è bio perchè non ci sono parabeni ma poi girate il flacone e trovate siliconi e compagnia bella.

6. Qual è la marca che hai bandito dal tuo bagno?

La Nivea non vede più il mio bagno da tempo. Ma anche Sunsilk, Panthene, Dove ecc ecc.

7. Quando di inci ne sapevi poco o nulla, hai mai fatto qualcosa di cui ti sei pentita?

Tantissime cose purtroppo. Collezionavo Labello di tutti i gusti, li adoravo e all’epoca costavano poco più di 1€ quindi erano uno sfizio economico. E ricordo che adoravo le creme Sunsilk e Panthene per fare i ricci, ne avevo tante e ho finito per buttarle tutte appena sono stata illuminata dal Verbo! 😛

08. Quali sono i pregi e le soddisfazioni del passare ai prodotti bio?

Sono ancora tantissime, in particolare il cambiamento radicale l’ho visto per i capelli. Vado dal parrucchiere ogni 6-8 mesi e ogni volta gli chiedo “sono rovinati? ci sono tante doppie punte?”. Lui mi dice sempre di no, che sono in piena salute. Faccio l’henné una volta al mese e uso solo prodotti bio o al massimo accettabili (cioè senza siliconi e parabeni) da circa 3 anni e sento la necessità di andare dal parrucchiere solo per sfizio, per accorciali un po’ o cambiare un pochino stile. Prima invece i miei capelli erano una catastrofe: grassi, con la forfora e crespi (alèee!). Questo perché li sgrassavo troppo con gli shampoo chimici e loro si “ribellavano”. Ora continuano ad essere grassi perché purtroppo sono io così, è genetico, ma sono davvero lucidi, non ho doppie punte e il crespo è sparito da solo. E’ stata una rivoluzione per me.

9. Hai mai “spignattato”?

Beh, spignattare è una cosa seria, io piuttosto “pastrocchio”. Una volta ho tentato di fare una maschera capelli alla banana, miele e yogurt. Nella ricetta si diceva di frullare la banana, io nella mia estrema pigrizia per evitare di dover poi lavare tutto il frullatore ho preso una forchetta e l’ho schiacciata, poi l’ho mescolata con gli altri due ingredienti e l’ho applicata così. Risultato: il giorno dopo sono andata a lavorare con dei piccoli pezzettini di banana sui capelli perché per quanto mi fossi sforzata a toglierli lavando i capelli alcuni erano rimasti impigliati! XD Dopo quell’esperienza tragicomica ho deciso di limitare gli esperimenti! 😛

10. Controlli sempre l’inci dei prodotti che acquisti? Prima o dopo averli acquistati?

Ho due tattiche: se c’è un prodotto che mi incuriosisce ma non mi fido a comprarlo perchè non so bene come sia l’inci, se il negozio è vicino a casa lo lascio lì, vado a casa e leggo tremila recensioni finché non mi faccio un’idea e poi eventualmente torno a prenderlo. Se sono lontana da casa, comincio a smanettare con il cellulare nel negozio per fare ricerche, incurante degli sguardi delle commesse! XD Non mi va di buttare i soldi in prodotti con schifezze.

11. Sei disposta a pagare di più per un prodotto bio? E perché?

Sì, perché sono convinta che non si possa paragonare uno shampoo bio ad uno da supermercato, o una crema bio alle solite creme da pubblicità. Gli ingredienti contengono veramente dei principi attivi, delle sostanze davvero nutrienti, ed è normale che tutto ciò si paghi di più.

12. Credi che questa del bio sia una moda passeggera o che le cose possano davvero cambiare?

Io spero davvero che non sia una moda. Piano piano sta nascendo una certa consapevolezza, sono molto contenta per esempio che la Coop abbia messo in commercio la linea Vivi Verde che comprende dei prodotti molto buoni a prezzo contenuto (adoro la loro crema mani e il burro corpo per esempio) e da poco anche la Conad ha creato la linea “Naturaline” che sto testando (ho preso un gel detergente e uno struccante occhi, anche questi a prezzo contenuto). Se la grande distribuzione si sta avvicinando al bio, vuol dire che qualcosa si sta muovendo. E’ difficile togliere dall’immaginario del consumatore medio le belle pubblicità delle solite multinazionali, questo è certo, ma chissà, piano piano magari smetteremo di comprarle solo perché siamo bombardati dalle pubblicità.

13. Influenzi famigliari o amici nell’acquisto di prodotti bio?

Mia madre (a parte uno scivolone epico che ha avuto l’altro giorno acquistando uno shampoo Panthene, cosa per cui l’ho sgridata 😛 ) segue abbastanza la filosofia del bio, anche perché avendo schiarito i capelli con le tinte chimiche dal parrucchiere li ha parecchio rovinati e mi ha chiesto consigli per idratarli davvero. E così l’ho convinta! 😛 Il mio fidanzato, dopo che l’ho quasi lasciato quando ho trovato l’olio Johnson’s nel suo armadio (“amore no, così io e te non possiamo continuare mi dispiace!” XD) ha capito e piano piano si sta adeguando (come avrete intuito, sono molto democratica! :P).

14. La tua scelta bio si estende anche al make up?

Ehm…..dopo tutta questa filippica, devo farvi una terribile confessione. Io uso blush Nars, rossetti Mac, e non so resistere agli ombretti di Urban Decay, di Chanel e di Dior. Diciamo che la mia passione per il make-up è più forte della mia passione per il bio. Cerco di usare comunque prodotti bio per la base (primer viso e fondotinta sono sempre rigorosamente bio perchè ho una pelle problematica), ma siccome il trucco “in pompa magna” lo faccio solo nel weekend, chiudo un po’ un occhio per un paio di volte alla settimana e uso prodotti dall’inci non proprio bellissimo come blush, ombretti, terra, rossetti e mascara (in settimana invece uso il mascara Benecos per non “torturare” troppo le ciglia). Cerco di trovare un compromesso, perché obiettivamente molti prodotti non bio sono troppo belli per rinunciarci. E sono dell’opinione che gli estremismi non sono mai positivi.

15. Cosa vorresti trovare nella tua bio profumeria ideale?

Io sinceramente ci vivrei dentro una bioprofumeria. Mi basterebbe un lettino nello sgabuzzino e sarei felice forever! XD Scherzi a parte, sogno di avere a pochi chilometri da casa una bioprofumeria con Nabla, Neve Cosmetics, Biofficina Toscana, Khadi, Le Erbe di Janas, Lavera, Benecos, e altri brands non facilmente reperibili come Lily Lolo, Akamuti, Fitocose, Alva, Burt’s Bees, Cattier, Inika, Crazy Rumours ecc. Sarebbe decisamente la mia completa bancarotta, ma una bancarotta felice! XD

Spero vi sia piaciuto questo post ragazze! Ora sono curiosa di leggere le vostre risposte, taggo Mercury Makeup e Sere di Makeup perché so che sono anche loro appassionate, ma invito tutte voi a partecipare! :* Un bacione e a presto!!

Tag: se fossi… (make-up edition)

Ciao a tutte ragazze! 😀 Curiosando nei vari beauty blogs in rete ho trovato questo bellissimo tag….non sono stata taggata ma è talmente carino che mi auto-taggo e invito tutte voi ragazze che avete un blog a fare la stessa cosa! 😉

Tag_Sefossi

Le regole del tag sono semplici: taggare 5 amiche e citare i due blog da cui è partito il gioco, Parola di Deidre e Biancaneve Make up inserendo il link come ideatrici del tag.
L’hashtag “ufficiale” è: #sefossimakeupedition

Si tratta di immaginare 5 prodotti di make-up in cui ci immedesimiamo o che ci rappresentano, insomma, 5 prodotti in cui vorremmo trasformarci come per magia! Volete sapere quali sono i miei? 😀

Se fossi un rossetto…….

20150717_191040_Richtone(HDR)Avete presente quando andate in un posto e vedete una ragazza 20150717_191156_Richtone(HDR)bellissima, una di quelle ragazze estroverse che catturano l’attenzione di tutti e vi viene da pensare: “wow, quanto vorrei essere come lei!” ? Ecco, questa situazione per me è riassunta da Russian Red di Mac. E’ un rosso elegante ma sicuramente non discreto, quando lo indossate non vi fa passare inosservate. E per me che sono una timidona indossarlo è sentirmi diversa, mi fa sentire più sicura di me. Ed è una sensazione bellissima! *_*

Se fossi un ombretto…….

20150717_191838_Richtone(HDR)Non sono una persona facile. Altro aspetto difficilmente conciliabile con la timidezza ma che ci volete fare, non sono normale, è il mio essere una “dynamite” come dicono i miei amati ACDC. Sono permalosa parecchio e se mi incavolo sono veramente insopportabile, lo ammetto. Ohi, almeno lo ammetto, è già un primo passo no? XD L’ombretto che mi rappresenta di più in questo senso è “Eyes to kill” (ma va! 😛 ) di Armani nel colore 02, un20150717_192243_Richtone(HDR) bellissimo nero con glitter rossi…..detto così sembra un colore difficilmente portabile, e invece ben sfumato sulla palpebra o applicato al centro di questa è veramente meraviglioso. Un ombretto tosto diciamo! 😉 (se cliccate due volte sulla foto qui a destra si vedono meglio i microglitter rossi!).

Se fossi un mascara………

20150717_193040_Richtone(HDR)Sono irresistibilmente attratta, come una gazza ladra tipo, dai packaging lussuosi e da tutto ciò che urla “eleganzaaaaaa”!!!!!!. Non resisto, vi giuro. Ogni volta che prendo in mano il mascara Iconic Overcurl di Dior 20150717_193335_Richtone(HDR)mi sento come Audrey in quella scena di “Colazione da Tiffany” in cui si sistema le sopracciglia e si prepara per andare alla “toeletta” con un tubino nero e un cappello con un elegantissimo nastro color panna……aaawww sto già sognando!!! Ecco, quel mascara fa le ciglia incurvate e lunghe come quelle di Audrey, non posso non amarlo!! ❤

Se fossi un blush……..

20150717_193751_Richtone(HDR)Sono un’inguaribile romanticona, e sì, piango ancora e mi20150717_193849_Richtone(HDR) commuovo quando guardo i film!! Il mio record credo sia quasi un’ora di pianto (e incavolatura quando Rachel McAdams fa l’ochetta con un altro e non sceglie LUI, Ryan Gosling!!! Ma come si faaaaa???!!!) guardando “le pagine della nostra vita”. Se avete bisogno di farvi un bel pianto liberatorio, con quel film è assicurato! XD Tutto questo ambaradan per dirvi che non posso che scegliere come blush il meraviglioso “Amour” di Nars! E’ un bellissimo rosa acceso, dura un sacco e vi dà quel tocco di freschezza e vivacità che tanto amiamo noi donne!

Se fossi uno smalto…….

20150717_194023_Richtone(HDR)Ehm…… vi dico la verità, non uso praticamente gli smalti, a parte in estate sulle dita dei piedi. Questo perché sono impaziente, mi dò lo smalto, poi mi ricordo che devo fare qualcosa e puff, dopo due minuti è sbavato dappertutto!! Ogni volta mi dico che non lo metterò più sulle mani ma poi mi dimentico e lo rimetto con i soliti risultati disastrosi! XD Se dovessi sceglierne uno che mi rappresenti prenderei quello color rosa antico di Layla, perché in fondo sono una tenerona e un’eterna bambina!! (da piccola amavo follemente il rosa! XD)

Ed ecco qui i prodotti che più mi rappresentano, sono curiosa di conoscere i vostri!! Anche se non avete un blog ma volete partecipare al gioco potete scriverli qui sotto nei commenti! 🙂 intanto taggo le mie 5 amiche, giusto per farmi i fatti loro! XD

Sere di make-up

Mara makeup and beauty

The beauty of blogness

Paranoidebs

Alessia Ilovecapelliricci

Vi mando un bacioneeeee!!! Buon weekend! ❤

 

 

Spring Lipstick Tag: I miei rossetti primaverili preferiti!

Eccomi quaaaa!!! Oggi partecipo ad un Tag in cui sono stata nominata un po’ di tempo fa (sono lenta, lo so!) dalla dolcissima Mara Makeup & Beauty, trovate qui le sue risposte, grazie Mara! :*

Si tratta di tirare fuori tutti i rossetti che urlano “primaveraaaa!” in nostro possesso, fare una piccola review su stesura, colore ecc ecc e farveli vedere indossati (è una continua istigazione all’acquisto, lo so! XD). Cominciamo subito il giochino!

1) Revlon Colorstay Moisture Stain in Stockholm Chic: 

revlonNon si vede purtroppo benissimo20150531_193324 nella foto sulle mie labbra ma nella confezione sì: si tratta del un bel rosso mattone. Queste tinte della Revlon, uscite da non molto, mi piacciono un casino anche se non hanno avuto tanto successo. Sono tinte idratanti, quindi risultano molto confortevoli e hanno un finish lucido che “rimpolpa” otticamente le labbra. Mi piace il fatto che non segni le pieghette, ciò che non mi soddisfa è invece la durata perché la formula idratante purtroppo fa sì che non si “aggrappi” alle labbra e dopo un pasto è già sparito. Se avete la pazienza di riapplicarlo e preferite rossetti che non secchino le labbra ve lo consiglio davvero! 😉

2) Revlon Just Bitten Kissable Balm Stain in Rendez-vous:

matitone revlonQuesti matitoni di Revlon invece sono famosissimi, sarà perché sono usciti quando c’era la moda dei rossetti-matitoni…. o sarà perché sanno di menta e creano dipendenza? 😛 Io lo definisco “l’arancio per le timide”, perché di solito quello è un colore che spaventa e che spesso tendiamo ad indossare solo d’estate con l’abbronzatura perché20150531_194003 sulla pelle pallida l’effetto non è bellissimo. Come rendez vousvedete, questo è un arancio molto discreto che si può tranquillamente mettere anche di giorno con un trucco leggero. Ancora una volta la durata non è buona, al primo pasto se ne va. Ma la forma a “matitone” è adatta a ritocchi fuori casa anche senza specchietto, e poi non si sente quasi sulle labbra perché non secca. Con questi prodotti dovete essere pronte a sacrificare un po’ la durata per avere una sensazione piacevole sulle labbra, non si può avere tutto! XD

3) Makeup Revolution Salvation Intense Lip Lacquer in No Ordinary Love:

makeup revolutionAltro prodotto della categoria “non-makeup revol 2duro-ma-idrato” 😛 è questa tinta della Makeup Revolution di cui vi ho già parlato qui nel mio post sul Cosmoprof (l’avevo presa lì). Mi piace tanto perché è il classico “rosa labbra sane”, le rende lucide e voluminose ed è un colore perfetto per la bella stagione.

4) Marc Jacobs Lip Crème in Core Cora:

core corAVado spostandomi verso la categoria “duro-di-più-ma-manco-riesci-a-parlare” 😛  ahahaha! No, scherzo, questo rossetto di MarcCORE CORA 2 Jacobs è davvero ottimo, risulta abbastanza cremoso e non segna le pieghette (tipico dei rossetti di cui vi parlavo sopra) ma è matte e dura parecchio! (è sopravvissuto ad un pasto degnamente). Costicchia (29,50€ da Sephora) ma se volete stare tranquille mentre mangiate ve lo consiglio assolutamente, non vi tradirà. La tonalità Core Cora è un bellissimo corallo, più primaverile di così non si può! 😉 ps: qui nella foto sembra che sotto sia sbavato, ma in realtà non è così…..sono uscita in giardino per fare le foto pensando che venissero meglio e invece nulla, sigh! 😦

5) Mac Satin Lipstick in Hollywood Cerise:

macQuesto è il mio rossetto preferito del momento. Fino ad oggi avevo sempre snobbato le limited di Mac perché vedevo le ragazze disperarsi se non riuscivano ad averle e le solite furbette ne comprano in quantità industriale mandando sold out il sito per poi rivenderle al triplo. Odio queste cose e ce l’ho anche un po’ con Mac perché le permette (io metterei un limite di rossetti che si possono acquistare per persona così si evitano subito queste ingiustizie). Ma quando l’ho visto me nehollywood sono innamorata e ahimé, anch’io sono caduta nel vortice delle limited. Sintomi evidenti: lo usi in maniera oculatissima e soffri all’idea che un giorno possa finire perché nessuno, proprio nessuno, potrà sostituirlo degnamente. Basta sennò ci deprimiamo, ma basta vedere la sua bellezza per cadere nella “sindrome da distacco”….. come si faaaa?? 😛 Tornando ai dati tecnici, è un fucsia meraviglioso con una punta di viola. E’ satin, e quindi ha una formula più idratante dei classici matte che avevo provato finora di Mac, ma ha met galacomunque una durata soddisfacente. Fa parte della collezione Philip Treacy (aprile 2015), uno stilista di cappelli……(ha disegnato questo cappello molto sobrio ed elegante per Sarah Jessica Parker, tanto per capirci! 😛 ).

 

Bonus: nel post di Mara i rossetti sono 5, ne ho voluto aggiungere uno in più perché mi piace troppo…..

6) Rimmel Provocalips in Kiss Fatal: 

rimmelOk, non è un colore primaverile perché di solito il prugna è associato all’autunno. Ma non potevo non parlarvi di questo rossetto perché mi ha davvero sconvolta. La parte che vedete in basso contiene la tinta, una volta applicata quella aspettaterimmel 2 un po’ e mettete sopra la parte in alto, che è un gloss idratante. Perché sì, non vi dirò una bugia, questa tinta secca parecchio le labbra e la situazione migliora con il gloss sopra ma non è comunque del tutto confortevole. Perché ve ne parlo? Perché è il prodotto per le labbra più duraturo che io abbia mai provato. Ed è DAVVERO no transfer. Ho bevuto una tazza di té e non ho sporcato il bordo!! Se avete un evento importante o se non volete preoccuparvi quando mangiate, con questo andate davvero sul sicuro. Si fissa e non si muove da lì. Si fa un po’ fatica a toglierlo ma basta sfregare un pochino con uno struccante. Costa una decina di euro e li vale tutti, consigliatissimo!!

E adesso tocca a voi mie care, siete taggate!!

Sere di Make up

L’eleganza del riccio beauty blog

Healthy and Fashion

Paranoidebs

The Beauty of Blogness.

Un bacione a tutte e a prestissimo!!

Hello Spring Tag!

Ciao ragazze!! Oggi partecipo ad un Tag su quella che è forse la stagione più strana dell’anno…..non si sa mai come vestirsi, girano mille tipi diversi di pollini per l’aria e il naso è un campo di battaglia, piove a caso e nel momento meno opportuno (vedi weekends, mannaggia!!) ma in fondo amo la primavera! ❤ La natura si risveglia, il sole comincia a scaldare un pochino, e io personalmente mi sento sempre più allegra!! Inconsciamente tendiamo a cambiare anche le nostri abitudini nel make-up… basi più leggere e luminose, colori più vivaci, magari tiriamo fuori quell’ombretto verde acqua che non usiamo mai, il blush pesca o il rossetto corallo….. insomma, è tempo di giocare con i colori e osare! (non che nelle altre stagioni non si possa fare, ovviamente!) Piccola parentesi polemica a proposito dell’osare: ho letto di recente un articolo di Clio dove critica fortemente quello che ritiene un trend che si sta diffondendo sempre di più sul web e che lei definisce in maniera sprezzante: “il makeup carnevalesco, con contouring esasperato, chili di illuminante, sopracciglia super definite, ciglia finte paurose, cut crease e ombretti sfarzosi sugli occhi…insomma uno stile che richiama quello sfoggiato sul palcoscenico dalle drag queen“. Sinceramente questa sua esternazione mi ha lasciata abbastanza allibita, soprattutto perché detto da una make-up artist. Mi sembra che Clio abbia una visione abbastanza limitata del make-up come semplicemente qualcosa che ci dovrebbe far sentire più carine basta. Secondo me il make-up è arte, è una forma di espressione come la musica, la pittura ecc. Ognuno deve essere libero di esprimersi come vuole, se io voglio girare con un rossetto blu devo poterlo fare liberamente senza che nessuno mi dica che il mio è un “make-up carnevalesco”. Io per come sono fatta di carattere non lo indosserei, ma perché sono timida io. Quando sono andata al Cosmoprof all’entrata dello stand Make-up forever ho visto una Drag Queen vestita in una maniera assurda e truccata pesantemente, ma era talmente a suo agio così che l’ho ammirata perché si sentiva una donna libera di esprimersi e sicura di sé, anche se ovviamente non era una donna. Ecco, questo è il make-up per me. Non è una moda, non ha regole, non c’è un “bon ton”. E’ sentirsi felici e belle guardandosi allo specchio. Sia con un contouring pesante che con un velo di fondotinta, ognuna di noi ha i suoi gusti e il suo stile e il make-up è solo uno strumento per esprimerlo. Punto. Basta giudicare, si giudica anche troppo nella vita. Detto questo che ci tenevo tanto a precisare, comincio il tag. Queste sono le regole:

  • Create sul vostro blog un post dal titolo: “Hello Spring” in cui elencate Rossetti, Ombretti, Smalti e Accessori che ritenete primaverili. Potete inserire nel post sia prodotti che già possedete, sia prodotti che desiderate avere.
  • Citate il blog da cui è partito il TAG e quello da cui vi è arrivato l’invito.
  • Inserite come immagine principale quella che vedete qui sotto.
  • Taggate almeno 6 blog e avvisateli di averli taggati.

Ringrazio Healthy and Fashion per avermi taggata, qui trovate invece il post della creatrice del Tag, Vaniglia Vintage.

tag

Si parteeee!!! 😀

ROSSETTO:

Marc Jacobs 234 Core Cora: ve ne ho già parlato brevemente nel mio penultimo post, WP_20150412_004ma non avevo ancora fatto la “prova maestra”……rossetto + cibo! Lo scorso sabato l’ho indossato per la prima volta per una giornata intera, pranzo incluso. Devo dire che non secca tanto (risulta forse più confortevole dei Rouge Allure Velvet di Chanel) e ha senza problemi resistito al pranzo (stavo comunque attenta a non sfiorare troppo le labbra con la forchetta! 😛 ). Quando ho finito di mangiare il rossetto era ancora intatto, solo che ho sentito la necessità di toglierlo e riapplicarlo perché sentivo le labbraWP_20150412_028 troppo secche (e avevo messo sotto la crema labbra riparatrice golosa di Biofficina Toscana). Comunque, ormai sono abituata ai rossetti che seccano le labbra perché li preferisco matte, l’importante è che durino e che non mi debba preoccupare troppo mentre mangio, soprattutto con un rosso corallo acceso come questo. E in questo senso Core Cora supera la prova a pieni voti! 😉 

WP_20150425_058Mac Hollywood Cerise: “chi disprezza compra” dice ilWP_20150425_070 proverbio. Ho sempre detto “non me ne frega niente delle Limited di Mac, perché finiscono subito, tante ragazze poco oneste ne comprano mille per poi rivenderli al doppio del prezzo e poi spesso sono colori che si possono trovare nella linea permanente”. Ovvio che quando parto così deve arrivare qualcuno o qualcosa che mi smentisce. E quel qualcosa è stato Hollywood Cerise di Mac. Fa parte della Limited di Philip Treacy (un famoso designer londinese di cappelli di alta moda) ed è (ok, lapidatemi pure! XD) il mio primo rossetto Mac Limited. Adoro il finish satin che non secca le labbra e il colore, un bellissimo fucsia con una punta di viola. 

PALETTE E OMBRETTI: 

WP_20150421_001Clarins Garden Escape: questa palette è uscita proprio un mesetto fa circa, fa parte della collezione primaverile di Clarins. Non avevo in mente di comprarla in verità, l’ho presa in una di quelle giornate in cui spengo il cervello (non che sia acceso molto spesso eh… 😛 ) e mi lascio condizionare dai colori e dalle cose esteticamente belle e luccicanti, in pieno “gazza-ladra style”! XD E questa palette ha una cosa meravigliosa: QUEL VERDE BOSCO (il secondo da sinistra per intenderci). Se lo abbinate al rosa, abbinamento che sembrerà strano ma è davvero bellissimo, avete proprio la primavera che si materializza sulla vostra palpebra! *_* Gli ombretti (a parte il verde bosco che è davvero intenso) non sono pigmentatissimi ma credo che l’effetto sia voluto perché la primavera è fatta di trasparenze e colori delicati. 

WP_20150425_032Zoe di Nabla: classico ombretto preso nella follia del momento perché sono una drogata di colori ma che non ho ancora usato. Sulla WP_20150425_008cialda è un meraviglioso verde acqua, ma non so tradurlo in qualcosa di esteticamente apprezzabile sul mio occhio! XD Dicono che su base nera sia bellissimo, devo provare! Comunque già solo il colore fa primavera, delicato, fresco e per nulla banale. 

WP_20150425_017Kiko water eyeshadow 219 Rosa Fenicottero: altro coloreWP_20150425_028 stupendo per la primavera è sicuramente il rosa pesca. Va però usato con qualche accorgimento, perché mentre se applicato sulle guance dona luminosità e freschezza al viso, sulla palpebra può creare un effetto stanco o “malaticcio”. Bisogna perciò bilanciarlo con una bella riga di eyeliner nera o con un ombretto più scuro sfumato nell’angolo esterno. Mi piacciono tantissimo i water eyeshadow di Kiko, trovo che siano molto pigmentati e che abbiano un ottimo rapporto qualità-prezzo. Questo in particolare ha un bellissimo colore. 

SMALTO: 

WP_20150425_044Essence the gel nail polish n. 24 Indian summer: non sono una grande consumatrice di smalti, anzi. Praticamente non lo metto mai perché sono l’impazienza fatta donna e puntualmente quando mi dò lo smalto mi ricordo che devo fare qualcosa, o mi viene fame, o sento altre inutili esigenze che sicuramente non mi verrebbero se non avessi lo smalto fresco sulle unghie! 😛 Questo l’ho ricevuto in omaggio al Cosmoprof nel famoso distributore di smalti di cui vi parlo qui, mi è piaciuto sin da subito il color salmone, che è vivace ma femminile e delicato allo stesso tempo. Non l’ho ancora testato sulle unghie, ma su di me generalmente gli smalti non durano più di due giorni sigh! (non chiedetemi cosa faccio per farli durare così poco perché non lo so neanch’io! 😛 ). 

ACCESSORI: 

Di recente nella mia città hanno aperto un negozio Stradivarius e io, curiosa come una scimmia, (anche se ormai i vestiti non mi attirano più di tanto avendo un’unica fissazione 😛 ) sono rimasta davvero colpita dalle tante cose carine che c’erano ad un prezzo davvero accessibile!! Guardate un po’ qui:

1068041202_2_4_1

Cominciamo a scoprire i piedi finalmente!!! Adoro l’accostamento tra bianco e nero, soprattutto nelle scarpe, lo trovo davvero raffinato! Pensate che queste costano solo 29,95€! *_*

 6869030050_1_1_1Una cosa che adoro ma che non credo indosserei per mancanza di occasioni adatte è un cerchietto di questo tipo. Se non avete problemi ad indossarlo in qualunque occasione senza sembrare appena uscita da Jesus Christ Superstar lo trovate da Zara a 12,95€! 😛

43095670_OR_B

Altra mia passione sono gli orecchini, non so smettere di comprarli! Questi di Mango sono decisamente primaverili e costano solo 9,99€! 😉

Taggo:

Niente fiori solo make-up

A lost girl (loves make-up)

Mara makeup and beauty

Dotted around

Maiarecensioni 

L’eleganza del riccio beauty blog

Spero vi sia piaciuto questo tag, un bacione e alla prossima! :*