Star dimenticate ma non da noi…. LeAnn Rimes

L’altro giorno mi è capitato di ascoltare alla radio la famosissima canzone “Can’t fight the moonlight”, ve la ricordate?? E allora mi sono chiesta: ma che fine avrà fatto LeAnn Rimes? E subito dopo…..ma è da un po’ che non riprendo la rubrica “star dimenticate ma non da noi”, perché non farlo su di lei? Detto, fatto!!! 😀 😀

Margaret LeAnn Rimes nasce a 5197ygLpzrLJackson, nel Mississipi, nel 1982. E’ una bambina prodigio, pensate che a soli 11 anni, mentre noi bambine normali giocavamo con le Barbie lei aveva già pubblicato un album! :O Nel 1997 a 14 anni diventa la  più giovane cantante a vincere un primo Grammy per l’album “Blue” e nel 2000 diventa poi famosa in tutto il mondo quando la sua canzone, “Can’t fight the moonlight” diventa la colonna sonora del film 8717418050825“Le ragazze del coyote ugly”. La sua vita privata è parecchio movimentata: nel 2000 fa causa al padre e all’ex manager accusandoli di averle sottratto 7 milioni di dollari durante i precedenti 5 anni. Nel 2002 si sposa con il ballerino Dean Sheremet per divorziare nel 2009 dopo essersi innamorata dell’attore Eddie Cibrian, a sua volta sposato e con figli. Ok, e fin qui potremmo dire “che str… sta LeAnne!!” e sapete, l’ho pensato anch’io, finché non ho letto ciò che lei ha dichiarato dopo il casino del tradimento e il divorzio:

“I did one of the most selfish things that I possibly could do, in hurting someone else. I take responsibility for everything I’ve done. I hate that people got hurt, but I don’t regret the outcome” / ” Ho fatto una delle cose più egoiste che pleann-rimes-240otessi fare, ferendo un’altra persona. Mi prendo la responsabilità di tutto ciò che ho fatto. Odio che le persone vengano ferite, ma non mi pento del risultato”
Beh, ha ammesso la sua colpa dai….. e dopo aver visto la foto del marito la possiamo anche perdonare, vero? 😛

Comunque, parliamo di cose importanti, ovvero il makeup. Ho notato una cosa: LeAnne ha degli occhi molto piccoli e leggermente infossati, gli zigomi alti e ben evidenti, le labbra sottili e il naso importante. Guardando le sue foto su internet, ho notato che alcune tipologie di makeup la valorizzano, mentre altre sarebbero da evitare per lei! Vi faccio vedere alcune foto e vi spiego perché, così prendete spunto se avete le sue caratteristiche! 🙂

  1. leann-rimes-2014-billboard-power-100-event-in-hollywood_1Rossetto scuro: LeAnne come vi dicevo ha le labbra sottili, in particolare il labbro superiore è molto più sottile di quello inferiore. Il rossetto scuro rende le sue labbra otticamente ancora più sottili, sicuramente il suo makeup artist ha fatto bene a scegliere un finish satinato (il finish matte, seccando le labbra, le fa “restringere” leggermente e appaiono meno voluminose), ma ancora non mi convince. Mi sembra che la invecchi. Ovviamente non ci sono delle “regole” vere e proprie che dicono che chi ha le labbra sottili NON deve portare rossetti scuri, ognuno è libero di fare come vuole e questo è il bello del makeup! 🙂 però a me personalmente l’effetto finale non piace molto.

2. In quest’altra foto, invece, non mi piace per niente la linea di eyeliner. E’ stata fatta leanntroppo spessa, le appesantisce lo sguardo e gli occhi si “nascondono”. Inoltre, la codina tende verso il basso e le fa sembrare gli occhi cadenti. Nel caso di occhi piccoli come i suoi, io eviterei l’eyeliner così spesso, o comunque per dare un po’ di definizione applicherei il più vicino possibile all’attaccatura delle ciglia una linea di matita che poi sfumerei per creare un effetto smokey soft, che si noti anche quando ha l’occhio aperto e la palpebra visibile è poca.Trovo che la bellezza di LeAnne sia esaltata infatti da un tipo di makeup che sia il più naturale possibile, e che preveda sì anche colori scuri, ma ben sfumati. Guardate queste foto e ditemi se non siete d’accordo anche voi:

MTE4MDAzNDEwNzQwODA3MTgy  3. Questo look mi piace tantissimo per esempio!! Sugli occhi credo sia stato applicato un ombretto grigio, ben sfumato verso l’esterno. Vedete come già questo crea un “effetto lifting” sugli occhi? Un bell’ombretto di questo colore è Knight Divine di Mac, per 991465esempio. Le guance sono appena appena ravvivate da un blush pesca e le labbra sono lucide e colorate da un rossetto anch’esso pescato (perfetto è in questo caso il matitone downloaddi Revlon Just Bitten Kissable Balm Stain nel colore Rendez-vous). L’insieme è fresco e sbarazzino, sta benissimo così!

 

leannrimes3_h

4. Ma arriviamo adesso al look migliore in assoluto su di lei secondo me: il no makeup-makeup. Qui sicuramente era più giovane rispetto alle foto precedenti, ma questa rimane comunque secondo me la tipologia di makeup che più la valorizza. Occhi appena delineati da una riga sottile di matita dove la codina finale va verso l’alto, un po’ di mascara, un velo di blush rosato e un gloss anch’esso rosato sulle labbra. Potrebbe risultare un look “noioso” forse a lungo andare, ma trovo che a volte la semplicità sia la scelta migliore per valorizzare un volto! 🙂

leann-rimes5. Che stia meglio con un “makeup no-makeup” non vuol dire però che debba rinunciare ai rossetti “importanti”…. per esempio sta molto bene con il rossetto rosso! Come vedete però, il finish è sempre satinato per rendere le labbra otticamente più voluminose.

 

Per concludere, ecco qualche piccolo consiglio per voi ragazze con gli occhi piccoli (e toglietevi dalla testa che sia un difetto, è solo una caratteristica che può essere valorizzata!:*):

  1. Applicate sempre sulla palpebra mobile dei colori chiari e luminosi, che avranno il compito di “aprire” lo sguardo e rendere la palpebra otticamente più grande. Mi raccomando, arrivate solo fino alla piega, sia perché gli ombretti satinati nella piega fanno molto anni ’80 (sì, ci sono nata ma ammetto che certe pratiche del makeup di quegli anni sono davvero inguardabili! XD) sia perché applicando un colore opaco sulla piega darete profondità allo sguardo.
  2. Evitate la matita nera o marrone nella rima interna, perché è un passaggio che tende sì a rendere gli occhi più magnetici, ma al tempo stesso li rimpicciolisce un pochino. Prediligete invece matite chiare, che ingradiscono lo sguardo (ma, ancora una volta, questa non è una regola, se amate la matita nera usatela! :*). Io non amo la matita magic-pencilbianca nella rima interna perché secondo me crea un effetto troppo innaturale, ma di recente Nabla ha messo sul mercato delle matite nude che sono perfette per questo scopo (le “Magic Pencil”), potete scegliere quella più adatta alla vostra carnagione (i colori disponibili sono Nude, Dark Nude e Light Nude). Io ho la Nude e mi piace molto perché la uso anche per illuminare l’arcata sopraccigliare (la sfumo con il dito), la durata non è lunghissima ma svanisce senza sbavare. E’ waterproof, il che richiede la presenza di siliconi, quindi non ha un inci verde (lo potete trovare qui). Il prezzo è di 7,50€.
  3. E’ fondamentale che per dare profondità allo sguardo sfumiate la matita o l’ombretto più scuro verso l’esterno e possibilmente anche verso l’alto. Lo sguardo felino, oltre ad essere mooolto sexy, fa apparire gli occhi più grandi. Vi consiglio anche di fare più passate di mascara sulle ciglia più esterne per infoltirle, sempre con lo scopo di aprire lo sguardo.

Spero che questo post vi sia piaciuto e vi sia utile, fatemi sapere se c’è un’altra star che vorreste che tirassi fuori dal dimenticatoio! 😛

Un bacione e al prossimo post!!! :* (vi parlerò dell’evento beauty più atteso dell’anno…chissà quale sarà? XD)

 

 

 

 

 

 

Annunci

Ispiriamoci a…. Cookie Lyon di “Empire”

 

Vi è mai capitato di cominciare a guardare un telefilm ed esserne assorbiti così tanto da non riuscire a stare una sera senza guardare una puntata? Beh, se vi è capitato potrete capire come si possa finire un’intera stagione in poco più di due settimane (sì, vado a letto all’una tutte le sere ormai! 😛 ). Il telefilm in questione è “Empire”, per chi non lo sapesse è ambientato nel mondo dell’hip-hop/r&b (che io amo) e il protagonista è Lucious Lyon, un ex-teppista e spacciatore di Philadelphia dotato però di un grande talento per la musica che crea una sua casa discografica, la Empire appunto. Scopre però di essere malato di SLA e deve decidere a chi dei suoi tre figli lasciare la compagnia: Hakeem, il più giovane e immaturo che perde tempo dietro alle donne e alle bravate, Andre, il più grande e laureato che ha un grande fiuto per gli affari ma che non ha il minimo talento musicale ed è affetto dal disturbo bipolare e infine Jamal, il fratello di mezzo. Jamal è il mio preferito dei tre, ha una voce spettacolare e un talento incredibile negli arrangiamenti e nel comporre i testi delle canzoni. Ma agli occhi del padre, fortemente omofobo, ha un difetto enorme: è gay. Nella prima puntata subito compare quella che diventerà la mia eroina nel telefilm (ogni volta che ne guardo uno nuovo devo identificarmi con un personaggio o innamorarmene ahahahah!), Cookie, ex-moglie di Lucious che ha passato ben 17 anni in carcere per spaccio. Cookie è una donna dal carattere di ferro, con un incredibile fiuto per gli affari e per i talenti musicali emergenti. Non potete non innamorarvi di lei, è spesso talmente esagerata da far ridere, è disinibita, sicura di sé, ma anche se non vuole farlo vedere ha un gran cuore. Il grandissimo merito di Cookie, ciò che fa sì che qualsiasi donna che guarda il telefilm la adori, è la sua capacità di portare con disinvoltura e persino con una certa classe outfit del tutto improbabili: pellicce fucsia, abiti leopardati o pieni di paillettes, tacchi vertiginosi, stampe animalier ecc…è come se Cookie dopo 17 anni di tuta arancione (quella che portano i carcerati negli USA) volesse riappropriarsi della propria femminilità. E questo vale anche per il make-up: ogni scena è un tripudio di colori, di accostamenti audaci, di rossetti meravigliosi, rimango a bocca aperta ogni volta!! E il bello è che se li indossassi io sembrerei un pagliaccio, o comunque sarebbe “troppo”, su di lei invece risultano assolutamente portabili! Ma vediamo degli esempi concreti: premetto che quasi tutti i make-up di Cookie sono incentrati sul rossetto, quindi in questo post voglio suggerirvi quali rossetti potreste utilizzare per riprodurre i suoi look! 😀 Che ne dite, vi piace l’idea?

Questo è il mio look preferito di tutta la stagione, quando l’ho vista sono rimasta a bocca aperta!!!

landscape_nrm_1424115584-elle-cookie-lyons-index

Solo lei riesce ad essere bellissima con quella pelliccia ehm…. molto appariscente! XD Il rossetto, come vedete, è abbinato proprio alla pelliccia, ed è un bel fucsia con una punta di 20160126_225453viola. Ho letto che Beverly Joe Pryor, make-up artist del telefilm, ha usato su Cookie (e sulle altre attrici del cast) prevalentemente rossetti Mac e Chanel. Questo rossetto potrebbe essere Heroine, uno dei più famosi rossetti viola in commercio. Ma se un viola 20160126_225907_Richtone(HDR)così carico (e freddo) non fa per voi vi consiglio Evening Rendez-Vous, fa parte della collezione “Magic of The Night”, uscita se non sbaglio lo scorso ottobre. Come vedete (a sinistra) è un rossetto stupendo, un viola medio scuro con sottotono rosato e finish matte. Se non siete riuscire a prenderlo, un’ottima
alternativa (anche più economica) è Cosmic Dancer di Nabla (a destra), un viola caldo che non ha la componente rosa di Evening Rendez-Vous ma è decisamente più un berry secondo me, ed è sempre matte. Nella foto qui a destra vedete i due rossetti, Evening Rendez-Vous a sinistra e Cosmic Dancer a destra.

672x402pxByeBunkie

Questo invece è il suo look al funerale del cugino Bunkie, avete visto che spettacolo di rossetto??? *_* Potrebbe essere Cyber di Mac (un porpora scuro dal finish satinato) che non possiedo, i colori così scuri non mi stanno benissimo, ma io continuo imperterrita a comprarli, infatti secondo me un’ottima alternativa se amate invece i rossetti matte 20160126_230659_Richtone(HDR)potrebbe essere Underground di Nabla. Underground credo però sia più tendente al blu,
20160126_230821_Richtone(HDR)mentre Cyber ha una base più calda. L’effetto comunque è simile, non passate certo inosservate!! Sia che scegliate l’uno o l’altro di questi due rossetti, vi consiglio di avere molta cura nell’applicazione: spesso purtroppo i colori scuri tendono a stendersi a chiazze e a non risultare molto uniformi sulle labbra, soprattutto quelli con il finish matte. Vi consiglio quindi di stendere sempre una matita dello stesso colore o di un colore simile sotto per delineare il contorno, e poi applicare sopra il rossetto rigorosamente con un pennellino sottile, il che vi permetterà di essere più precise. Soprattutto se il rossetto è matte, inoltre, mi raccomando fate uno scrub alle labbra prima perché i rossetti scuri tendono ad evidenziare ancora di più le pellicine!

cookie-clothes-on-empire-season-one-1a-390x600

20160126_231005_Richtone(HDR)Dimenticheremo mai il rossetto rosso?? Certo che no!!! Il rossetto che indossa Cookie in questa foto potrebbe essere Ruby Woo di Mac (che non possiedo perché è un retro matte, e i retro matte di Mac per le mie labbra tendenti al secco 20160126_231325_Richtone(HDR)sono la morte! XD). Quindi l’alternativa più confortevole che vi propongo è Rouge Mon Amour di Nabla, che ha in comune con Ruby Woo il fatto di essere un rosso a base fredda. Notare il vestito leopardato con sopra la pelliccia bianca che indossa Cookie, è la migliore! *_* Come vedete, il make-up occhi finora è molto semplice, la sua make-up artist ha voluto soltanto dare definizione all’occhio con l’eyeliner (come nella foto sopra) o con degli ombretti opachi (come nella prima foto) per bilanciare l’effetto “wow” dei rossetti.

Ma adesso arriviamo al look Cookie all’ennesima potenza…….. C’è una “regola” nel make-up secondo cui se carichi molto gli occhi dovresti lasciare le labbra nude. Secondo voi Cookie la segue? Certo che no!! 😛 E sta bene comunque, guardate qui!!

cookie 1

Ombretto verde pavone (potrebbe essere Plumage di Mac, lo vedete qui a destra) sfumato leggermente verso 1558f3980870fd0a2e1cf5f619eee69cl’esterno e matita nera sfumata appena lungo le ciglia superiori per dare più profondità al make-up. Sulle labbra un bellissimo rossetto fucsia, vi consiglio in questo caso una mia recente scoperta (grazie ai campioncini della rivista Grazia di qualche 20160126_232054_Richtone(HDR)mese fa! XD), il bellissimo Rouge Pur Couture di Yves Saint Laurent nella tonalità Le Fuchsia. Ragazze, questo rossetto è davvero una bomba!!! Un 20160126_231948_Richtone(HDR)bellissimo fucsia freddo, iper pigmentato e satinato, che dura veramente tanto, l’ho testato ad un pranzo dalla suocera (per ovvi motivi li testo sempre in quell’occasione i rossetti! XD) ed ha tenuto benissimo!! Sì, non costa poco (29,50€ da Sephora), ma se avete qualche sconto prendetelo!!!

Come avrete visto, Cookie è davvero lontana dal mio gusto personale, io non mi vestirei mai così XD, però mi ha conquistata per la sua personalità fortissima e per la sua capacità di stravolgere le regole e d’inventarsi uno stile assolutamente personale da cui, perchè no, trarre qualche spunto!

Chi di voi guarda Empire? Se non lo guardate ve lo consiglio assolutamente!!!

Vi mando un bacioneeee e al prossimo post! :*

5 prodotti per il vostro make-up di Capodanno!!

Ed eccoci qua, è già finito il 2015 diamine! Diciamo che i post di Capodanno alla fine sono sempre quelli, noi blogger proponiamo bene o male sempre le stesse cose ma…. quest’anno ho deciso di essere buona e di risparmiarvi il mio faccione truccato!!! XD Credo sia più utile per voi vedere dei prodotti che vi possono servire per creare un look super glamour e last minute! Ne citerò 5 che per me sono dei must-have anche per tutto il resto del anno, partiamo subito!

  1. 20151230_151453_Richtone(HDR)Ombretto Chanel Rouge Noir:  quest’ombretto può intimidire se lo si guarda nella jar, ma in verità applicato risulta molto più portabile e tira fuori i suoi bellissimi riflessi. Il colore è una sorta di marrone borgogna una volta steso, tranquille perché la componente “ohmioddio è troppo scuro” si smorza abbastanza sfumandolo! 😛
    Potete stratificarlo per aumentare 20151230_151826_Richtone(HDR)
    l’intensità se lo volete più carico,
    e potete fidarvi di lui perché resisterà senza sbavare ad ore ed ore di mangiate e/o quattro salti in discoteca (con primer sotto mi raccomando!) 😉 Fa parte della limited natalizia di Chanel ispirata all’iconico smalto Rouge Noir appunto, affrettatevi perché sicuramente in molte profumerie è già sold-out!

  2. 20151230_152211_Richtone(HDR)Ombretto Nabla Unrestricted:
    ed ecco l’alternativa più soft! Diciamo subito che
    quest’ombretto “inganna”….. ad un primo sguardo sembra un colore “meh”, visto e stravisto e trito e ritrito. Ma una volta swatchato sulla mano o applicato sulla 20151230_152606_LLSpalpebra rivela tutta la sua bellezza: Nabla dice che si tratta di un Duochrome bordeaux-prugna con intensi riflessi oro. Per me è semplicemente uno spettacolo di ombretto!!! Scrivenza pazzesca come ormai Nabla ci ha abituati, e ottima durata con primer sotto (io uso sempre il Primer Potion di UD). 
  3. 20151230_153641_Richtone(HDR)Rossetto Mac Dita Von Teese: e questo è invece il20151230_153839_LLS mio regalo di Natale!!. Ancora non l’ho indossato ma penso di farlo proprio per Capodanno. Essendo stato creato in collaborazione con la mitica star del burlesque, non poteva che essere un rossetto rosso, visto che lei ha praticamente costruito la sua immagine sul rossetto rosso (indossa solo quello!!). E’ un rosso freddo “squillante” che vi donerà delle labbra sensualissime!!! Mi piace il fatto che si adatti facilmente a varie carnagioni, la mia pelle non 20151230_154022_Richtone(HDR)è certamente bianco avorio come la sua, ma mi piace l’effetto anche su di me (ehm… ho dovuto provarlo subito in bagno appena mi è arrivato 😛 ). Per non parlare del packaging!! La scatoletta riporta una bellissima foto di Dita e sul rossetto stesso è stata incisa la sua firma. Un dettaglio super chic come lei. Il finish è rigorosamente matte.
  4. 20151230_152755_Richtone(HDR)Pigmento Vanilla Mac: L’illuminante a Capodanno è d’obbligo, assolutamente! Volevo segnalarvi perciò un prodotto multiuso, che nella versione mini costa solo 10€20151230_153231_Richtone(HDR) e che mi piace tantissimo perché non è il solito illuminante doratino ma è un bianco-neve luminosissimo con microriflessi dorati che potete utilizzare come punto luce sugli occhi, sugli zigomi e l’arco di cupido e anche al centro delle labbra se per esempio indossate un rossetto matte. I matte tendono infatti a rimpicciolire un pochino le labbra, ma applicando un po’ di illuminante al centro le “rimpolpate” e sembrano subito più voluminose.
  5. 20151230_155127_LLSEyeliner glitter Pupa/Wycon: altro prodotto secondo me indispensabile per Capodanno è l’eyeliner glitter. Io possiedo da tempo quello dorato di Pupa a destra in entrambe le foto e quello verde20151230_155437_Richtone(HDR) a sinistra mi è stato regalato per Natale dalla mia amica Elena (grazie cara! :*). Anche con questo prodotto potete
    giocare in diversi modi: punto luce luminosissimo, o potete sovrapporlo ad una riga di eyeliner nera per renderla più originale, oppure metterlo al centro della palpebra sopra all’ombretto per dare un tocco in più. Costano davvero poco (una decina di euro quello di Pupa, sui 5 euro quello di Wycon) e danno subito quell’effetto “Wow” con poca fatica! Che poi, se siete come me vi ridurrete sempre all’ultimo e avrete poco tempo per prepararvi quindi le soluzioni “Wow” e veloci sono proprio quello che ci vuole! 😉

Io spero che questo post vi sia stato utile, fatemi vedere cosa combinate se usate uno di questi prodotti postandomi la vostra foto nella pagina Facebook del blog, sono troppo curiosaaaa!! :* Vi auguro di iniziare il 2016 nel migliore dei modi, con ottimismo e tenendo sempre botta, è il modo migliore! E ringrazio tutte voi, sia chi commenta che chi legge soltanto, perché se questo blog ha già passato il primo anno di vita e ancora ho tanto entusiasmo e voglia di scrivere è solo grazie a voi! Grazie mille e buon annooooooo!!! Un bacione a tutte, divertitevi! :*

GIRLS, who run the world!!

Dunque, come nasce questo post (che potrebbe anche diventare una rubrica di video di canzoni prese a caso! 😛 …): ero in palestra che facevo una fatica boia, ad un certo punto parte questa canzone di Beyoncé….

“Who run the world? Girls!
Who run this motha? Girls!
Who run the world? Girls!”

E nella mia mente ormai plagiata dalla malattia makeupposa penso “chissà come sarà truccata Queen B in questo video?”. Tutto ciò denota che A) non mi stavo impegnando abbastanza nel bruciare le crespelle ai funghi e besciamella mangiate a pranzo B) non posso evitare di fare in qualsiasi momento, anche il meno opportuno, associazioni mentali improbabili che c’entrano sempre con il make-up, sto male! XD

Comunque, potevo non farci un post, visto che ha un (no, anzi due) makeup spettacolari? Certo che no!

Ed eccovi qua il primo make-up, che potrebbe quasi essere considerato un trucco da giorno:

beyonce-knowles-run-the-world-girls-68118

Queen B punta sempre su un incarnato luminosissimo, e anche in questo caso è evidente l’effetto glowy. Il trucco occhi non è particolarmente intenso, è in verità molto semplice e più che altro incentrato sulla luminosità. Appena l’ho visto ho pensato subito a uno dei nuovi Crème shadows di Nabla, 20151216_224606_Richtone(HDR)Dandy. E’ un colore estremamente versatile, una sorta di oro-bronzo che applicato in maniera leggera 20151216_224815_Richtone(HDR)permette di ottenere l’effetto che vedete sulla palpebra di Beyoncé. Sembra quasi che non ci sia colore sulla palpebra ma soltanto luce, è bellissimo. Se lo stratificate (nello swatch qui sotto ho fatto due-tre passate) tira fuori di più il colore, ma io l’adoro anche così. Potete definire la piega con un marrone dello stesso colore o appena appena più scuro della vostra pelle, nel mio caso uso spesso l’ombretto Faint della Naked Basics 1 di Urban Decay (quello a sinistra nella 20151216_230048_LLSfoto qui a fianco). Non dimenticate poi di portarlo anche nella rima inferiore, per accentuare l’effetto smokey. Infine, per definire l’angolo interno ci vuole un bell’ombretto nero opaco. In questo caso io adoro Carbon di Mac (a destra nella foto a fianco), perché non è molto pigmentato e questo diventa un vantaggio con gli smokey eyes leggeri come questo, perché potete dosare il colore senza rischiare che l’ombretto “scriva” subito troppo alla prima passata. Non ha praticamente blush, solo un po’ di contouring appena accennato e sulle labbra un po’ di gloss (si potrebbe anche usare un semplice burrocacao).

Ma ora passiamo al pezzo forte del video……

Questo smokey spettacolare, bello carico!!!

maxresdefault (1)

Lo smokey è tanto bello quanto complicato. Ci vogliono per realizzarlo dei prodotti che vi garantiscano una tenuta impeccabile, perché una sola sbavatura fa diventare il look un vero disastro. Io mi affido sempre a due prodotti, che ho testato diverse volte e tenuto su tante ore e devo dire che mi 20151216_221555hanno colpita positivamente. Il primo è l’ombretto in crema Nocturne di Dior, un bel nero con 20151216_221629microglitterini che stendo sempre con un pennello ampio dalle setole sintetiche. Non è molto intenso
come vedete, è perfetto se lo smokey nero vi fa un po’ paura 20151216_222025e volete ricreare una versione soft! Poi potete eventualmente stratificarlo fino ad ottenere l’effetto desiderato. Il bello di quest’ombretto sono inoltre anche i microglitterini, che danno un tocco di luminosità nonostante il nero tenda ad incupire il volto. Altro mio alleato per gli smokey eyes è il matitone Smoke di20151216_222747_LLS Laura Mercier, che è un bellissimo grigio antracite, scurissimo ma facilmente sfumabile. E’ shimmer (ma non troppo in verità), va lavorato in fretta perché poco dopo si fissa e non si smuove più! 20151216_222842_LLSIn questo caso, visto che alla prima passata è già così intenso, l’applicazione deve essere più precisa, quindi uso un pennellino più sottile e compatto all’attaccatura delle ciglia per applicare il colore in maniera più “satura”, e poi sfumo con un pennello più o meno “cicciotto” a seconda di quanto voglio che l’effetto finale sia definito.

1608009Per quanto riguarda le labbra non mi esprimo, perché solo a Queen B stanno bene i rossetti effetto cadavere ahahaha! 😛 Io personalmente avrei usato un nude di20151216_233752_Richtone(HDR) un tono più scuro delle sue labbra, come Taupe di Mac per esempio, per bilanciare gli occhi così scuri.

Spero davvero vi sia piaciuto questo post, è più breve del solito perché ho poco tempo ultimamente purtroppo! Che ne dite dei due look? Vi piace questa canzone? Sicuramente ha un testo fortemente femminista, yeah! Vi mando un bacione e al prossimo post!

Vi racconto un posto… “Clorofilla” a Desenzano sul Garda

Finalmente torna questa rubrica che adoro, perché quando la scrivo significa che ho visitato un bel posto nuovo!! 🙂 Perché dovete sapere che ogni volta che so che visiterò una nuova città prima di partire cosa faccio? Una ricerca sulle bioprofumerie che ci sono, ormai è una malattia! 😛 Altro che musei, Trip Advisor, percorsi eno-gastronomici ecc ecc, io mi fisso con le bioprofumerie e non c’è modo di schiodarmi, per la disperazione del mio fidanzato (che ringrazio per la pazienza, perché di solito lui si annoia a venire dentro con me e mi aspetta fuori per ore, santo subito! XD). Dopo20151107_152247 Helianthus a Firenze e Thymiama a Bologna, è la volta di un posto davvero magico: “Clorofilla” a Desenzano, sul Lago di Garda!!! Anche qui ho avuto il piacere di conoscere una ragazza che con passione e competenza gestisce questo bellissimo negozio, Cleo (ha un bellissimo nome ed è stupenda anche lei ma non ha voluto farsi fotografare!! Quindi non posso purtroppo farvi vedere il suo meraviglioso colore di capelli, un castano ramato su cui ci siamo soffermate a parlare per tipo tre ore! “e come l’hai ottenuto?” “e che maschere usi ecc ecc”). La cosa che mi ha colpito di questo negozio20151107_164620 è anche l’arredamento, Cleo è riuscita a creare un ambiente accogliente e pittoresco 20151107_171437con materiali interamente riciclati: il tavolo su cui poggia la cassa è un vecchio mobile ridipinto dal suo fidanzato, gli scaffali di legno bianco che vedete sono ricavati da un vecchio albero che era nel suo giardino e che lei ha ridipinto con una vernice bianca rigorosamente ecologica, tutto è coerente con la filosofia del negozio e con la personalità creativa di Cleo. Premetto una cosa importante: ciò che sto scrivendo è frutto della mia totale e sincera ammirazione per chi, come Cleo, Antonietta di Thymiama e Valeria di Helianthus, si prepara e si informa ogni giorno per offrire alle20151107_171203 clienti dei prodotti che apportino davvero dei benefici per la pelle e i capelli e contribuiscano al benessere psico-fisico. Non è facile competere con le aziende non bio che hanno dalla loro parte capitali maggiori, un marketing potente e una fetta di mercato per il momento più grande, ma queste ragazze hanno dalla loro parte la competenza, la gentilezza e quella capacità di farti sentire a tuo agio e di aiutarti a scegliere il prodotto giusto per le tue esigenze, cosa può esserci di meglio? 🙂 Quindi ciò che vi dirò è frutto della mia opinione sincera, Cleo non mi ha chiesto di scrivere questo post né mi ha retribuita in nessun modo per farlo. Ma veniamo subito alle foto e ai marchi che potete trovare da “Clorofilla”!

20151107_170635Puro Bio: comincio da uno dei brand che mi ha più stupita nell’ultimo periodo, Puro bio. Amo alla follia il fondotinta “Sublime” di cui vi parlerò in dettaglio prossimamente perché voglio testarlo meglio. Da Cleo trovate tutte le novità che Puro bio ha presentato al Sana di Bologna, cioè i primer viso, il primer occhi (di cui farò presto una review), i 20151107_170709matitoni labbra in edizione limitata e…..le palettine!!! Ragazze, non scherzo….queste 20151112_212935_LLSpalettine sono spettacolari!!! Qui a sinistra trovate gli swatches della palette nude che ho preso e vi dico subito che gli ombretti sono davvero pigmentati e “burrosi”, non hanno nulla da invidiare a quelli siliconici in quanto a performance! Dalle recensioni che avevo letto mi sembravano più grandi, e invece sono proprio piccine come vedete, il che le rende perfette come palette da viaggio! Inoltre sono talmente scriventi che basta pochissimo colore quindi vi dureranno davvero tantissimo.

20151107_170557Neve Cosmetics: Notate nella foto qui a sinistra le confezioni vuote delle uova usate come espositori per i blush e i rossetti Neve, adorabili!!!! C’è una creatività e una cura per il dettaglio in questo negozio che fa davvero venire gli occhi a cuoricino!!!

Alkemilla: Finalmente sono riuscita a trovare i rossetti Alkemilla!!! Ne ho presi due: 20151107_170624Nigritella, un marrone cioccolato, e Pervinca, un viola prugna. Come si potrà dedurre, sono in vena di rossetti scurissimi in questo periodo!!! Mi sono buttata nell’acquisto dopo essere stata tentata dalla mia amica Elena che ne ha parlato bene qui. Non li ho ancora testati perché ehm….di certo non sono colori da indossare al lavoro in settimana! XD Presto se volete vi farò una review!

Ma passiamo ora ad una breve carrellata su skin care e prodotti per capelli! Da Clorofilla ho scoperto un marchio per me nuovo, Mádara. E’ nato da un gruppo di donne in Lettonia, che hanno scelto il nome per 20151107_170411evocare un fiore che cresce nei prati lettoni e che è particolarmente delicato e profumato, proprio come una donna. Informandomi su di loro ho scoperto che il brand nasce nel 2006 dalla passione e lo spirito imprenditoriale di 4 amiche ed è il marchio pioniere nella ricerca biologica di ingredienti naturali derivati dalle piante che crescono nel Nord Europa. Queste donne sono riuscite ad unire la moderna attenzione alla cura per l’ambiente (i packaging sono al 100% biodegradabili) alle tradizioni della Lettonia e la conoscenza nativa delle virtù delle20151107_170427 piante selvatiche nella cura della pelle e dei capelli. Sono tutti prodotti certificati Ecocert e sono cruelty free. Non ho comprato nulla per il momento perché sto seguendo una cura con la mia dermatologa e non posso usare altre creme, ma Cleo mi ha dato dei campioncini e sicuramente testerò qualche prodotto! La qualità è altissima, non a caso il prezzo appartiene alla fascia medio-alta. Se siete curiose, vi lascio il link al loro sito qui.

20151107_170854Poi abbiamo anche Biofficina Toscana, con la nuova acqua micellare ai frutti rossi e lo scrub viso20151107_170836 20151112_192332_Richtone(HDR)della stessa linea. Ho preso l’acqua micellare e mi sta piacendo molto! Innanzitutto ha un profumo allucinante, viene voglia di berla! 😛 Ho notato che non rimuove benissimo i mascara un po’ tosti da struccare come il Grandiose di Lancome, ma bastano due-tre passate con un dischetto e viene via anche lui!

Alkemilla: devo parlarvi di un prodotto che seriamente sta per spodestare la mitica maschera ristrutturante per capelli mossi e ricci di Biofficina Toscana. Non credevo fosse possibile ma ebbene sì ragazze, è successo. So che storcerete il naso quando vi parlerò di finocchio e cedro20151112_195515, ma sono gli ingredienti del mio “prodotto-bomba” del periodo, questo balsamo di
Alkemilla. Cleo me l’ha consigliato rispetto alle altre due varianti, quello all’arancio e limone per capelli secchi e trattati, e quello alla lavanda ed eucalipto per capelli normali e grassi. Questo perché andando spesso in palestra mi tocca lavarli sempre e il primo sarebbe troppo idratante per un uso quotidiano e il secondo troppo aggressivo. L’ho usato già tre o quattro volte da quando l’ho comprato sabato scorso e lo sto adorando. I capelli rimangono morbidi ma per niente appesantiti! Districa benissimo i nodi e ne basta una noce, vi dura tantissimo. Può non piacere l’odore del finocchio che si sente, ma non dura per molto. Ve lo straconsiglio!!! 🙂

Fleur de Lune: brand della Valle d’Aosta che produce questi bellissimi burrocacao con 20151107_171331olio di mandorle, olio di cocco e burro di cacao ovviamente….in tantissimi gusti diversi!! Io ho acchiappato subito quello al caffé (quello marrone che vedete nella foto), te pareva!!! 😛 Perderò mai questa dipendenza? XD Lo sto usando da qualche giorno e a parte il profumo paradisiaco lo sto adorando perché non ha una consistenza “secca” come altri burrocacao bio che ho provato (non mi è piaciuto molto quello di Alkemilla per esempio), ne basta poco perché idrata parecchio e soprattutto se ne mettete poco non lascia quella antiestetica “patina” bianca sulle labbra che odio!!

Vi ho parlato solo di alcuni brand che potete trovare da Clorofilla perché altrimenti questo post sarebbe stato troppo lungo (e già così lo è!) XD. Volevo sottolineare il fatto che non si tratta come vi sarete accorte di un “post-haul” perché non amo questa tipologia di post, mi sembrano una pura ostentazione per far vedere “guardate quanta roba ho comprato!”. Il mio intento era parlarvi di questo piccolo angolo di paradiso per farvelo conoscere e per dare spazio in questo mio modesto blog a delle realtà che meritano davvero di essere apprezzate. E inoltre spero anche di esservi stata utile facendovi una mini recensione dei prodotti che ho già provato tra quelli acquistati. Spero che vi sia piaciuto questo post, vi mando un bacioneeee!!! :*                            

 

 

 

 

 

It’s American, baby……. Ombretti Colourpop

Ciao ragazzeeeee!!! Oggi vi scrivo carichissima con una nuova rubrica…… mi sono accorta di non avervi mai parlato della mia ENORME (e costosa, sigh!) passione per il make-up americano. E non l’ho mai fatto perché ottenere qualche prodotto di Kat von D, Tarte, Lorac, Colourpop, Melt ecc ecc è abbastanza complicato qui in Italia, ci si deve rivolgere a siti abbastanza costosi come Rose’s beauty store con tempi di consegna abbastanza lunghi, o acquistare da privati o da ragazze che si occupano di rivenderli su Facebook e Depop, con il rischio di prendere delle fregature. Anche se, per essere davvero onesta, non mi è mai capitato di prendere fregature grazie alle recensioni delle precedenti acquirenti e ai gruppi di Facebook in cui ho più volte chiesto alle iscritte se conoscevano la tale venditrice e come si erano trovate per evitare fake. Per mia esperienza vi dico che esistono delle rivenditrici davvero oneste e gentili, di cui vi parlerò alla fine del post. Diciamo che il vero problema a cui si va incontro quando si compra make-up proveniente dagli Usa è la dogana. Certo, se vi affidate a queste rivenditrici non correte il rischio che la merce rimanga bloccata là perché loro spesso hanno amiche o persone fidate negli Usa che fanno le spedizioni e conoscono le regole, ma di sicuro il prezzo finale sarà più alto di quello che pagano le americane per quei prodotti. Ne vale la pena? Beh, di certo bisogna valutare di volta in volta, e io prima di fare un acquisto consulto sempre la mia bibbia, Temptalia. Ma il 99% delle volte ne vale la pena ragazze. Lorac fa delle palette con degli ombretti magari un po’ polverosi, ma pigmentatissimi. Kat Von D ha dei packaging pazzeschi e i suoi ombretti sono coloratissimi ed ispirati alle tinte forti dei tatuaggi (per chi non lo sapesse lei è una tatuatrice), i blush di Tarte sono una cosa meravigliosa, per non parlare (anzi sì perché sarà il mio argomento di oggi! XD) degli ombretti Colourpop!!!

Colourpop è uno di quei brand che, passatemi il termine musicale, si possono definire “indie”. Questo perché è low cost (un loro ombretto costa negli Usa solo 5$), nasce nella mitica Los Angeles nel 2014 (ha solo un anno di vita!!!), ha unicamente uno shop online e ha basato la sua fortuna non solo sull’ottimo rapporto qualità prezzo ma anche sul passaparola sui social media. Ha infatti uno shop unicamente online (non spedisce ancora in Italia ma pare sia solo questione di tempo) e il suo modo di fare marketing è un intelligente miscuglio di simpatia (nella loro sezione “about us” invitano le acquirenti a suggerire loro dei nuovi colori da creare!) e di oculate collaborazioni con le migliori Youtubers americane. Hanno creato palettes in collaborazione con Kathleen Lights, Coffee Break With Dani e Shaanxo (se cliccate sopra i nomi vi rimando ai loro canali se siete curiose!). E, altra cosa importante, è un brand cruelty free!

Ma passiamo agli ombretti! La particolarità (e l’originalità) degli ombretti Colourpop sta nella loro texture: sono contenuti in questi bellissimi barattolini bianchi con il tappo che si gira, e la consistenza è un “ibrido” tra polvere e crema. Vi racconto le mie esperienze e le conclusioni che ne ho tratto:

  • Sono pigmentatissimi se applicati col dito, con il pennello un po’ perdono intensità. Quindi mi sono trovata a sfruttare molto di più gli ombretti shimmer rispetto a quelli matte, perché quelli shimmer li applico sulla palpebra mobile senza sfumarli per un effetto intenso, credo che in questo modo il colore si valorizzi di più.
  • Ho notato applicando i matte sulla piega che la texture cremosa li rende un po’ difficili da lavorare e sfumare, forse è l’unico difetto di questi ombretti.
  • La durata (sempre con un primer sotto) è davvero ottima, non vanno nelle pieghe. Verso sera (se applicato la mattina) sbiadisce solo un po’ il colore ma questo ovviamente capita con tutti gli ombretti.
  • Attenzione al pennello che usate! Una truccatrice di Mac una volta mi ha detto di non utilizzare mai con gli ombretti in crema i pennelli della linea con setole naturali (per intenderci il 217 o il 239) perché la texture cremosa finisce per danneggiare la setola in quanto è difficile da togliere. Quindi con gli ombretti Colourpop usate i pennelli a setole sintetiche o meglio ancora le vostre dita! 😉
  • L’inci NON è bio, ci sono due siliconi ai primi posti (Cyclopentasiloxane e Dimethicone). Io essendo costretta ad usare il primer con siliconi perché solo quello mi fa durare gli ombretti non guardo l’inci degli ombretti perché sarebbe un controsenso! XD Cerco di compensare stando attenta ai prodotti che uso per la base.

Ma passiamo a vedere gli ombretti in dettaglio! Io ho optato sull’acquisto dei set che costano circa 30€ (quelli da 4 ombretti) perché credo si risparmi, visto che in Italia il prezzo dell’ombretto singolo varia dai 12€ ai 14€.

  • 20151023_193225_Richtone(HDR)Colourpop Where the light is, in collaborazione con Kathleen Lights: adoro20151023_202201_Richtone(HDR) questa Youtuber, potevo farmi sfuggire la palette creata da
    lei?? (domanda retorica! 😛 ). La palette è incentrata sui toni caldi che lei predilige e comprende due ombretti matte e due shimmer. Eccoli (li elenco in senso orario partendo da Kathleen lights, il primo in alto a sinistra):

Kathleen Lights: è il più bello della palette, un meraviglioso bronzo dorato, metallizzato e pigmentatissimo. Applicato sulla palpebra mobile crea una luce pazzesca!!! Io lo applico solitamente col dito.

Glow: avorio matte, perfetto per illuminare l’angolo interno e l’arcata sopraccigliare.

Blaze: anche questo è un colore particolarissimo, una sorta di duochrome bronzo scuro con microglitter verde oliva, stupendo!

Cornelius: marrone caldo matte, indispensabile per la piega.

20151023_203209Ed ecco gli swatches, la luce purtroppo è artificiale perché ormai all’ora che arrivo a casa dal lavoro di luce naturale non ce n’è più sigh! Dall’alto Kathleen Lights, Glow, Blaze e Cornelius.

 

 

 

 

 

  • Colourpop Methamorphosis kit, in collaborazione con Coffee Break with 20151023_192648_LLSDani: questa palette invece, come dice il nome gioca più sulle tonalità duochrome e cangianti che si ispirano alle farfalle. Ecco gli ombretti che la compongono (sempre in ordine orario partendo da Kindness, il primo in alto a sinistra):                              Kindness: il più bello di tutti secondo me, assomiglia molto a Blue Brown di Mac. E’ un marrone con sottotono rosso e 20151023_200057_Richtone(HDR)microglitter blu e verdi.

Bravery: marrone scuro matte perfetto per dare definizione all’angolo esterno.

Hope: il secondo duochrome della palette, un avorio con microglitter dorati, blu e verdi e finish sheer.

Strenght: marrone caramello con f20151023_201458_Richtone(HDR)inish satin.

Ed ecco qui a sinistra gli swatches (dall’alto Hope, Kindness, Bravery, Strenght.

 

 

 

20151023_193320_Richtone(HDR)E per finire col botto……. la palette da 6 ombretti Mondays in Malibù!!! E’ uscita per l’estate 2015 e contiene infatti alcuni ombretti molto colorati. 20151023_194150Ma vediamola nel dettaglio:

 

 

Dall’alto a sinistra verso il basso:

Sand Swoon: rosa pastello con microglitter dorati. Finish satin.

Hot Tamale: il mio preferito, un marrone rossastro pigmentatissimo con microglitter ramati. Finish metallizzato.

Gecko: meraviglioso duochrome verde-argento con microglitter rosa. Lo uso sempre come illuminante per l’angolo interno, bellissimo!

Mirage: verde-oro freddo, finish metallizzato.

Snakebite: oro caldo, finish metallizzato.

20151023_195602_Richtone(HDR)Prickly Pear: è un prugna con tantissimi glitter rosa e dorati. Un po’ tosto da applicare perché non è molto uniforme.

Ed ecco gli swatches! Dall’alto Mirage, Snakebite, Prickly Pear, Sand Swoon, Hot Tamale e Gecko.

E per finire vi parlerò delle rivenditrici fidate da cui potete acquistare queste meraviglie senza incorrere in fregature! Ho acquistato personalmente da loro e ve le consiglio:

  1. Fany2173 Make-up, la trovate sia su Depop che su Facebook. Da lei ho acquistato tutti questi set Colourpop. La conosco di persona perché abita nella mia stessa città, infatti facciamo le consegne a mano! 😛 Ho imparato a conoscerla nelle nostre chiacchiere, è gentile e onesta ed è una bravissima mamma che cresce da sola due gemelli. Ha delle labbra stupende e ogni volta le chiedo che rossetto indossa e immancabilmente ci perdiamo in mille chiacchiere! XD
  2. Michela Boschetti: è abbastanza nota su Facebook dove ha una pagina, ho chattato con lei molte volte ed è anche lei davvero onesta e velocissima nelle spedizioni! Ha un bel caratterino tosto ma solo con quelle persone che le rompono le scatole mentre dorme (sì, c’è gente o che soffre d’insonnia o che ha un livello di malattia makeupposa preoccupante!) o che prenotano e non pagano. Ha ragione!
  3. Make up and Candles: anche lei ha una pagina su Facebook. Ho ordinato un paio di volte da lei, a volte prende anche ordinazioni, soprattutto sui rossetti. Vende anche le famose Yankee Candles (da qui il nome della pagina).
  4. Le Fleur Beauté: credo siano un gruppo di ragazze che hanno creato una pagina su Facebook, ho ordinato una sola volta da loro perché vendono più che altro rossetti e io sono una “tipa-da-palette”! XD Organizzano anche aste e prendono ordinazioni.

E con questo è tutto, spero davvero che vi sia piaciuta questa nuova rubrica, fatemi sapere se volete che la continui! :* Un bacione a tutte mie care!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ispiriamoci a…..Rani Mukherjee

Ciao a tutte mie dolcissime!!! Vi confesso che sono giorni che mi scervello per trovarelcmd3 un’idea per un nuovo post… ne ho avute diverse ma le scartavo perché il tempo è bruttissimo (sono giorni che piove) e le foto verrebbero malissimo, quindi cercavo un’idea di post che non implicasse purtroppo delle foto scattate da me! Così mentre stiravo (maledetto cambio di stagione! XD) mi è capitato l’altro giorno di vedere un film che mi ha dato l’ispirazione per questo post. Come vi dicevo in questo post, sono un’appassionata di film indiani, e guardando “La verità negli occhi” ho scoperto una delle più belle e talentuose attrici di Bollywood, Rani Mukherjee. Il film, vi dico la verità, non è molto “impegnativo”, la storia comincia in maniera un po’ drammatica ma poi, come spesso capita nei film indiani, prende una piega comedy e poco verosimile che la rende molto più leggera e spensierata, pur mantenendo sempre un tocco di malinconia verso la fine. La protagonista Vibhavari (Rani Mukherjee), è una ragazza ingenua e dall’animo gentile che vive a Benares in una famiglia che sta attraversando una situazione economica critica: vivono in un’antica e maestosa casa che sta però cadendo a pezzi e non hanno i soldi per ristrutturarla. La situazione precipita quando la troupe cinematografica che era venuta nella loro casa per girare un film d’epoca se ne va senza pagare loro la somma promessa, la sorella Chutki rischia di dover abbandonare la scuola per mancanza di denaro per mantenerla e il padre ha un malore e non hanno i soldi per le medicine. E’ curioso come nei film indiani ultimamente la tematica femminile stia emergendo sempre di più: il padre di Vibhabari, quando la figlia si offre di trovare un lavoro per salvare la famiglia, la guarda con disprezzo e le dice “non ce la farai mai, ma chi ti credi di essere? Un uomo?”. E’ una frase che la fa infuriare (come del resto fa infuriare tutte le spettatrici femminili del film!) e la sprona a darsi da fare per dimostrare a tutti che può farcela. Così parte per Bombay in cerca di fortuna, ma purtroppo non ha finito gli studi e senza esperienza nessuno vuole assumerla. Può soltanto contare sul suo animo puro (che non le servirà a molto purtroppo, in una città corrotta ed egoista come Bombay) e original_Rani-Mukherjee_468363a24af52sulla sua bellezza. Vibhabari/Rani Mukherjee è davvero stupenda, ha degli occhi verdi bellissimi e dei lunghi capelli neri, e ben presto si fa notare suo malgrado da un datore di lavoro che le chiede un certo tipo di “prestazioni”. Lei è disperata, la chiamano i genitori chiedendole soldi, e purtroppo cede. Come dirà più avanti nel film, “sceglie la strada più facile” e diventa con il tempo una squillo di lusso (i suoi outfit sono uno più bello dell’altro nel film!) con lolaagachunarimeindaag pseudonimo di Natasha. Invia quotidianamente ai genitori tantissimi soldi, che permettono loro di curare il padre, ristrutturare la casa e far finire gli studi a Chutki, ma nessuno si preoccupa mai di lei davvero né si chiede da dove tiri fuori tanto denaro. Solita ipocrisia. Finché un giorno, in uno dei suoi viaggi in cui accompagna un cliente, conosce un uomo che senza sapere nulla di lei le si avvicina e la corteggia in modo romantico, come non le era mai capitato….. Vibhabari ha paura che lui scopra tutto, per non parlare del fatto che la sorella Chutki senza dirle niente la raggiunge a Bombay per cercare lavoro …… come finisce non ve lo dico ovviamente, spero di avervi incuriosito! XD

Ma passiamo adesso al lato beauty della faccenda…… navigando su internet ho scoperto diverse cose interessanti su di lei:

  1. Rani ama Mac e usa solo questo brand nel suo make-up, sia sul set che nei red carpet. Il suo make-up artist è il famoso Mickey Contractor, il make-up artist Mac di Bollywood che trucca abitualmente anche la meravigliosa Aishwarya Rai. Nel caso di Rani, Mickey è famoso per aver creato su di lei il look che tutte le indiane vogliono imitare: smokey eyes super carico e labbra nude. Mickey dice che nel tipico make-up indiano, la base deve essere molto naturale, il suo fondotinta preferito su Rani è lo Studio Fix Fluid. Lui addirittura consiglia di lasciare respirare la pelle e usare il fondotinta solo se necessario! Il focus devono essere gli occhi, in un’intervista ha detto: ” Bollywood è tutta incentrata sugli occhi, credo che l’India stessa sia tutta basata sugli occhi, perché prendiamo tanto dalle nostre tradizioni, dalla nostra cultura. Per generazioni è stato tutto incentrato sugli occhi”. Non a caso il Kajal è il prodotto di make-up più venduto in India.
  2. I rossetti preferiti di Rani sono Twig, un bellissimo rosa tendente al marrone della linea Satin, e Viva Glam V, un rosa neutro della linea Lustre per creare delle belle labbra piene e lucide.

Ma passiamo ora a vedere alcuni dei suoi look più belli:FilmiTadka, the Big Daddy to tame all the bitches and pompous assess has arrived. We are about the bluntest journalism Indian Film Industry has ever seen. We will reveal every secret of Indian stars, their scandals, all the goods and bads of the world of cinema. We are not about dumbass journalism, where Kal se lekar Aaj Tak all have shown how Aishwarya is pregnant at least 100 times every day as ‘breaking news’, NO, Never. But yes, we will be asking questions like why it happens that scandals never leave our stars why it happens that they all condemn it still become a part of it every time? After all it is showbiz, they like it, they won’t be paid if their faces are not out here in the media. Well they want it, right? We will give them what they want, but the rules are not set out by them this time it is the other way around. From their waste sizes to their sexual fantasies and career fears, from Rakhi Sawant to Aishwarya Rai, from Emraan to Amir, no one’s safe now, watch out kids run to mommies, FilmiTadka is here. Questo è il suo make-up classico: matita nera intensa lungo le ciglia e sfumata verso l’alto, ombretto grigio scuro su tutta la palpebra per creare uno smokey non troppo esagerato ma sexy, un blush rosato appena visibile accompagnato da un bel illuminante dorato sugli zigomi e un rossetto nude rigorosamente lucido per creare un bell’effetto glossy (mi sa che il trend europeo dei rossetti matte non va molto in India!)

Qui sotto invece vedete un bellissimo 6171_Rani-Mukherjee’s-Makeup-Beauty-And-Fitness-Secrets-Revealedmake-up da red carpet: il trucco occhi è composto da un ombretto satinato color champagne sulla palpebra mobile, mentre sulla piega e nell’angolo esterno abbiamo un marrone scuro che dà una profondità pazzesca allo sguardo! Mi piace un sacco il fatto che sia il trucco occhi che quello per le labbra sono abbastanza intensi ma non risultano assolutamente volgari, anzi, l’insieme è davvero armonioso e bilanciato. Sulle labbra abbiamo un bel rossetto rosso matte stavolta, Mickey Contractor ama Ruby Woo di Mac quindi molto probabilmente Rani lo sta indossando in questa foto!

best-smoky-eye-makeup-looks-rani-mukherjee-1Infine, potevo non farvi vedere un tipico make-up Bollywoodiano? Certo che no! 😉 Guardate che meraviglia, credo sia perfetto anche per un trucco sposa! L’incarnato è luminosissimo, l’effetto glowy è stato ottenuto tramite un uso combinato di terra dal sottotono caldo e illuminante e come diceva Mickey i protagonisti sono sempre gli occhi, truccati con un bel marrone bronzo sulla palpebra che dia luce e un marrone opaco più scuro sulla piega e l’angolo esterno per dare profondità. Il trucco per dare quel tocco in più credo sia la matita marrone, con cui si fa un bel tratto intenso all’attaccatura delle ciglia per dare l’illusione di ciglia più folte. Per finire, ciglia finte (o 3 chili di mascara, scegliete voi! :P) e un bel rossetto nude rigorosamente lucido.

Vi è piaciuta questa carrellata Bollywoodiana? Vi mando un bacione, lasciatemi un commento se vi va che mi rende tanto felice! 🙂