Eurovision…..non solo musica!

 

Nei giorni scorsi si è parlato a non finire del festival di Cannes, ma nessuno si è filato invece uno degli eventi musicali più belli di tutto l’anno: L’Eurovision! In Italia in effettiEurovision-2016 non è molto popolare, ma vi assicuro che ne vale la pena! Non solo per le scenografie spettacolari e le voci dei cantanti che spesso fanno davvero venire i brividi, ma anche per qualcosa di insospettabile al momento in cui vi mettete sul divano a guardarlo…..e cioè dei beauty look spettacolari!!!. Sabato scorso pioveva (che strano in questo periodo eh!) e sono rimasta a casa a guardare quest’evento di cui avevo tanto sentito parlare ma che non avevo mai visto (trasmesso su Rai Uno). Quest’anno si teneva a Stoccolma, perché il paese vincitore dell’edizione precedente organizza quella successiva. E il vincitore dell’anno esc2016-programledare-500x250-206672fe3dscorso è stato infatti un cantante svedese, Måns Zelmerlöw, che ha condotto l’edizione del 2016 insieme alla conduttrice svedese Petra Mede. Ma passiamo subito alle cantanti e ai loro look!! Devo dire che l’Eurovision è uno spettacolo forse troppo sontuoso, troppo pieno di luci, effetti speciali, paillettes, abiti stravaganti e chi più ne ha più ne metta, però è da tanto che guardare la tv non mi faceva esclamare “Ooooh!!!”. E poi credo che sia bellissimo scoprire cantanti che purtroppo sono famosi solo nei loro paesi, ma che hanno talento da vendere!!

  1. La prima cantante che mi ha davvero colpito è stata Samra, che rapprensenta 00035c9c_mediuml’Azerbaijan….ora ragazze, io non so se le donne di questo paese siano davvero tutte così belle, ma mamma miaaaa!!! Lei è meravigliosa, con dei get_asset_resizedfoltissimi capelli neri ondulati e una tutina dorata scintillante che non la faceva passare inosservata. Il suo makeup è tutto focalizzato sui toni neutri, dato l’outfit piuttosto importante. Ma è curato nei minimi dettagli: come vedete, il suo makeup artist ha realizzato un contouring leggero con una terra fredda, e ha illuminato l’incarnato con abbondante illuminante sugli zigomi e sulla fronte. Sulle guance è stato applicato un velo leggero di blush sul marroncino rosato (perfetto per ottenere blush-garden-friday-rosequest’effetto è il blush in crema Friday Rose di Neve Cosmetics). Una palette perfetta per riprodurre questo look è la Naked 1 di Urban Decay, si potrebbe usare per esempio Sidecar, un color champagne, su tutta la palpebra, Buck (un marrone caldo opaco) nella piega e un marrone medio-scuro come Darkhorse per dare definizione nell’angolo esterno. 20160518_185004_LLS
    Come rossetto, Samra porta sulle labbra un nude freddo. Un rossetto che mi è venuto subito in mente quando l’ho vista è stato Verve di Mac, dal finish satin e quindi leggermente lucido. Anche Samra si è dunque ispirata al trend che ha fatto rinascere gli anni ’90, il rossetto marrone è tornato!!
  2. E ora andiamo in Bulgaria, con una delle cantanti più originali della serata: Poli Poli-Genova-if-love-was-a-crime-bulgaria-first-rehearsal-600x400Genova. Il vestito è moooolto discutibile, è stata definita un catarifrangente umano! XD XD Io però ho apprezzato molto la sua “audacia” in un evento simile, e soprattutto il suo rossetto, scurissimo!!! Essendo lei così chiara di pelle e bionda, devo dire che Poli-Genova-604x272stava molto bene!! Il rossetto sembra quasi un viola scurissimo, mi ha fatto pensare al mitico rossetto Underground di Nabla (che giace nel mio cassetto perché non ho mai il coraggio di metterlo! 😛 ). Che dire Poli, ti stimo!!
  3. La serba Sanja Vucic è un’altra bellezza mozzafiato, si è presentata con un abito dallo stile fortemente gotico, 531294680e per contrastare ciò (e illuminare la sua pelle molto chiara), il suo makeup artist ha pensato bene di fare un trucco occhi che punta tutto sulla luminosità (anche questo si potrebbe realizzare con la versatilissima Naked 1, mettendo per esempio Half Baked, un oro luminosissimo, su tutta la palpebra). E il rossetto, aaaaahh!!! *_* Vi giuro che ho passato metà della sua performance a cercare su internet per vedere se trovavo qualche informazione su quale rossetto fosse!!! (malattia Serbia-second-rehearsal-2016irrecuperabile la mia! 😛 ). Niente ragazze, non l’ho mica trovato sigh! Il rossetto Viva Glam Ariana Grande di Mac credo ci assomigli abbastanza, che ne dite? (lo swatch di tutti i rossetti citati lo trovate in fondo al post). Il look gotico scelto da Sanja è legato alla sua canzone, che si chiama “Goodbye” e tratta un tema piuttosto triste, quello della violenza domestica sulle donne. Il ballerino che vedete vicino a lei e che le sta addosso in maniera fastidiosa per tutta l’esibizione rappresenta quella forma di amore malato e soffocante, che in realtà amore non è.
  4. La vincitrice è stata la bravissima Jamala, dall’Ucraina. Ha cantato una canzone molto toccante, “1944”, che ha creato non poche polemiche e screzi con il governo russo, che vorrebbe che il premio le fosse revocato. Questo perché la canzone rimanda proprio all’anno in cui Stalin decise di deportare la popolazione tartara dalla Crimea, gettyimages-531386432-2664bc48f90564793ec7b2691065622962374369-s900-c85dopo le accuse da parte del regime di collaborazionismo con i nazisti. Jamala ha in effetti origini tartare e ha dedicato questa canzone alla nonna vittima della deportazione. Il testo della canzone parla proprio di un popolo costretto ad abbandonare le proprie radici e le proprie case a causa della follia di uomini che si sentono dei in grado di dominare il mondo. Lei ha una voce pazzesca, forte e dolce allo stesso tempo, a mio avviso ha meritato la vittoria. Anche perché se la maggior parte delle canzoni trattavano i soliti temi “leggeri”, quali l’amore ecc., lei ha deciso di prestare la sua voce ad una denuncia forte, ed è stata coraggiosa viste le recenti tensioni tra Russia e Ucraina. Jamala aveva die-ukrainische-saengerin-jamala-tritt-mit-ihrem-song-1944-im-esc-finale-an-un semplice abito blu elettrico, fatto di una tunica e un paio di pantaloni dello stesso colore con delle applicazioni glitterate. Il makeup era molto semplice: palpebra schiarita da un ombretto luminoso (prendendo sempre come riferimento la Naked 1, potrebbe essere Sin), matita nera leggermente sfumata a definire l’attaccatura delle ciglia sia superiori che inferiori e ciglia molto folte (probabilmente finte). Il rossetto pare quasi essere un semplice gloss nude.
  5. Infine, vi parlo velocemente delle ultime due cantanti che mi hanno colpita: l’Italia era rappresentata da Francesca Michielin, che ha portato la sua canzone di Sanremo, Francesca_Michielin_eurovision“Nessun grado di separazione”. E’ arrivata purtroppo solo sedicesima. Credo che sia stata la canzone stessa a penalizzarla, perché dove gli altri portavano brani parecchio “epici” dove potevano fare sfoggio delle proprie abilità vocali, la canzone di Francesca era troppo “piatta” credo, e questo l’ha penalizzata secondo me. Mi piace però di Francesca il fatto che anche in occasioni come queste, così formali, riesce a portare una ventata di freschezza! Indossava infatti una particolarissima salopette con dei ricami di fiori in rilievo. Ok, io quella salopette non la metterei MAI, ma lei sta bene con tuttooo!!!!
  6. Infine, la divina Dami Im, dall’Australia (che è paese invitato perché ovviamente non 33F0302E00000578-0-image-a-11_1462669677817è in Europa….. eh magari, è una vita che ci vorrei andare!!). Nata in Corea del Sud, si è
    trasferita in Australia all’età di 9 anni e ha una voce impressionante!!! E ha cantato quasi tutto il tempo seduta, assurdo!! Il vestito non mi piace molto sinceramente, sembra un po’ una caramella con quella
    specie di mega colletto glitterato! 😛 Comunque, il makeup è molto Dami-Im-540507semplice ma d’effetto: sugli occhi riga di eyeliner e tanto mascara, e sulle labbra un bellissimo rossetto berry che mi ricorda tanto Rebel di Mac!.

Che ne dite dell’Eurovision? Lo conoscevate? L’avete seguito sabato scorso? Fatemi sapere con un commento, mi fa tanto piacere parlare con voi!! Ed ecco gli swatches dei rossetti che vi ho citato, dall’alto verso il basso: Verve, Underground, Viva Glam Ariana Grande e Rebel.

20160518_183915_LLS

 

Un bacione a tutte!!

Annunci

Cosmoprof 2016…ma perché è finitooo? :(

Il Cosmoprof è finito, anche quest’anno mi devo rassegnare ed iniziare a fare il conto alla rovescia per l’edizione del 2017 (che sarà la cinquantesima tra l’altro!). Quest’anno purtroppo alla fine sono riuscita ad andare un solo giorno, diciamo che il Cosmoprof richiede una preparazione fisica ed un’energia che la scorsa settimana non avevo per poterlo ripetere due volte! XD Ci sono andata solo sabato 19/03, ma posso dire che è stato il mio Cosmoprof migliore di sempre. E questo si deve in primo luogo alla presenza di due persone fantastiche, la cui compagnia ha reso tutto mille volte più bello: Francesca di Una viola nel cassetto, che ho conosciuto proprio grazie al blog, e Krizia. Era la prima volta che ci vedevamo di persona, ma si è creata subito una sintonia ed una complicità incredibile tra noi tre, sembravamo amiche di vecchia data. Ragazze siete meravigliose, vi ringrazio tantissimo.

Secondo motivo: Inglot ed NYX vendevano, ed è stato uno spettacolo!!! Ma andiamo con 20160319_103523_LLSordine, che sennò divago come al solito. Non abbiamo trovato molta fila all’entrata stranamente, ma nonostante la nostra corsa quasi olimpica verso il padiglione 14 (c’era Makeup Forever, adesso capite il perché! 😛 ) abbiamo trovato parecchia fila davanti allo stand già alle 9.30!!

20160319_103703

I nuovi primer viso

20160319_103541_LLS

La mitica parete di pennelli!! *_*

Entrando, come al solito c’é una makeup artist che compila il listino con i vostri dati e vi porta in giro per lo stand annotando ciò che volete acquistare. Devo dire la verità, io quando vado da Mac o Sephora amo starci delle ore, pastrocchiare, swatchare di tutto sulla mano. Qui invece c’è confusione, si ha il tempo contato e bisogna già andare con le idee chiare di ciò che si vuole perchè non si ha molto spazio (materiale proprio) per swatchare e provare. E’ normale, è un stand piccolo e si fanno entrare poche persone alla volta, però è un punto da considerare per organizzarsi al meglio ed evitare delusioni negli acquisti (quando si ha fretta a volte non si valuta bene ciò che si compra!). Di sicuro a favore c’è 20160319_103556il 40% di sconto su tutto! . Lo stand era forse meno scenografico dello scorso anno, mi ricordo che l’anno scorso entrando sono rimasta estasiata guardando tutti i nuovi ombretti 20160319_103814disposti a formare un occhio (vedi qui). Quest’anno in quella parete era publicizzato il nuovo mascara, l’Excessive Lash. Merita comunque sempre farci un salto, è una gioia per gli occhi! ❤  Gli ombretti singoli costavano 11€ invece di 18€, non male!!! Da Makeup Forever ho preso alla fine la Artist Shadows palette x9 con i colori più pazzi e due pennelli, quello a ventaglio che vorrei cominciare ad usare per l’illuminante, per stenderlo in maniera più soft e contenuta, e un altro per il fondotinta.

20160319_111140Alcuni stand erano talmente belli da lasciare senza20160319_111035
fiato…..guardate quello della Comfort Zone, un brand bio italiano che non conoscevo ma che sicuramente adesso non dimenticherò! Lo stand era arredato come se fosse un laboratorio, con tanti becker e piante, creava una bellissima atmosfera di serenità!

20160319_120923_Richtone(HDR)Ma lo stand più bello di tutti, quello che veramente fa andare fuori di testa qualsiasi appassionata, era quello della Inglot!! Un’esplosione di colori, tutta esposta lì, mamma miaaaaa!!! La Inglot come negozio fisico è presente soltanto in due città in Italia, a Verona e a Roma.

20160319_120945_Richtone(HDR)

Rossetti in cialda

Due città non molto comode da raggiungere per me, c’è lo shop online ma a me non piace molto acquistare online perché preferisco pastrocchiare e swatchare prima di acquistare. Se a questo si aggiunge il fatto che durante il Cosmoprof applicavano circa il 15% di sconto, era ovvio che non potevo trattenermi! :P. Di Inglot vi consiglio assolutamente i pigmenti, sono una cosa spettacolare davvero!!

20160319_121001_Richtone(HDR) Io ho preso il numero 82, un colore assurdo!! E’ tipo un bronzo con una punta di arancio ma anche di rosa, è indescrivibile! (Ho provato a fargli delle foto ma perde tanto, non si vedono i riflessi purtroppo. Non le pubblico perchè non sono verosimili). E poi ho preso la matita kohl di cui ho letto grandi cose, non l’ho ancora testata, vi farò sapere! 😉 Ma intanto vi lascio le foto, vi giuro che non volevo andare più via!!! Guardate qui sotto che distesa di pigmenti!!! *_*20160319_121301

 

Per non parlare dei rossetti, questa foto 20160319_122803qui sotto è diventata di diritto lo sfondo del mio cellulare ahahah!!!

20160319_123722

Carlotta di CherylPandemonium

Nello stand Inglot abbiamo poi visto anche una famosa Youtuber, Carlotta di CherylPandemonium, stava truccando una ragazza. Io non la seguo, devo dire la verità, però è stata comunque una bella sorpresa vederla da vicino. Poi è stata la volta di NYX, il primo anno che vendeva! Appena arrivate abbiamo trovato subito la fila, te pareva!! Però ne è valsa la pena, perché indovinate cosa sono riuscita a prendere? Sì, Transylvania!!!! 😀 😀 Lo stand era davvero pieno di ragazze, ci 20160319_134035facevano entrare in poche alla volta. Non ho potuto fare moltissime foto proprio perché era veramente affollato e raramente trovavo i prodotti liberi da 20160319_134202persone davanti che m’impedivano la visuale! 😛 c’erano le nuove tinte Lingerie, la palette per il contouring, le palette di ombretti e molto altro! Mi pare che qui i prezzi fossero gli stessi dello store di Milano (le tinte costavano sui 7€ per esempio). Ma una delle cose più belle e particolari dello stand era proprio questo enorme cuore con i volti di tutti/e i/le Youtubers (c’era anche il mio amato Mr Daniel Makeup) e le bloggers che hanno collaborato con il brand, davvero bello!!20160319_135052

Poi siamo andate allo stand Wet’n’Wild/Physician’s Formula, che non vendeva ma abbiamo avuto modo di lasciare i biglietti da visita del nostro blog e la gentilissima Emilia, responsabile marketing, ci ha omaggiato di queste due bellissime scatoline piene di prodotti!! Grazie davvero 20160319_140744Emilia!! E’ la prima volta che ricevo un omaggio per la mia attività di blogger, è stata una bella soddisfazione. Alla fine Francesca ed io ci siamo spartite il “bottino” ed io ho avuto la scatolina di destra. C’è il mascara a forma di foglia con un buon inci, un bronzer e una palettina mooolto glitterosa che non ho ancora testato (vedrò quanto è effettivamente glitterosa, spero non troppo!). Poi siamo andate da Jeffree Star che non vendeva e aveva pochi campioni di ogni tinta. Ho saputo che ci sono state alcune polemiche perché pare che vendessero un po’ “a sentimento” invece, però

20160319_142913

Lo stand Jeffree Star, era molto piccolo!

vabbé, pazienza, speriamo solo che aumentino i rivenditori in Europa di questo brand perché vorrei tanto provare Androgyny e Dominatrix, sembrano meravigliose! Spero solo che non secchino da morire le labbra come le tinte Lime Crime (ve ne parlerò a breve, ancora non mi sono ripresa dalla delusione, sigh!).
Infine, lo stand di LA Splash dove abbiamo preso entrambe l’eyeliner in penna. Ogni anno è un affare questo stand, perché mettono tutto a 10€, anche se bisogna andarci 20160319_143206il prima possibile perché le tinte vanno davvero a ruba! Infine, l’ultimo stand che abbiamo visitato e in cui abbiamo fatto acquisti è stato quello di Paola P, 20160319_155812dove tutte le makeup artists erano vestite come delle Pin up anni ’50 in riferimento alla nuova collezione! Vedete qui sotto il manifesto. Ho preso il rossetto Berenice, un bellissimo e portabile marrone, a soli 10€! Sì lo ammetto, è iniziata la mia fase di super fissa per i rossetti marroni, aiutoooo!!! 😛 20160319_155924

 

Che dire, è stata una giornata davvero meravigliosa!! Il Cosmoprof merita ogni anno, non delude mai!!! Devo dire anche che il primo anno di “blogger con biglietto da visita” è andato meglio di quanto pensassi, diciamo che io sono parecchio timida di carattere e faccio fatica ad andare lì e presentarmi, mi sembra di stare tra virgolette “chiedendo l’elemosina” e non so bene ancora come pormi senza che sembri che voglio soltanto chiedere qualche omaggio.  Il mio unico intento in verità era quello di farmi conoscere, tanto quello che volevo l’ho comprato! 😛

20160325_151442_Richtone(HDR)

Ed ecco il bellissimo Berenice!

Man mano che li testo farò la recensione dei prodotti che ho preso, fatemi sapere se ne volete uno in particolare! 🙂 Ah, ringrazio anche Estrosa che ci ha regalato due dei nuovi smalti in uscita, un bel rosso e il top coat trasparente (li vedete nella foto del bottino qui sotto!).

 

 

 

Vi lascio qui sotto una foto del bottino:

20160325_152725_Richtone(HDR)

Ed eccoci qua, strafelici!!

20160319_124052_Richtone(HDR)

Spero che questo post vi sia piaciuto, vi mando un bacione e alla prossima! 😉

E finalmente il Cosmoprof!!!!

Ed eccoci quaaaaaa, questo è il mio momento preferito dell’anno, il Cosmoprof!!! 😀 😀 Quest’anno sarà dal 18 al 21 marzo nel quartiere fieristico di Bologna, come al solito questo post, come quello dell’anno scorso, vuole essere un piccolo vademecum per tutte voi che ci andrete, con consigli per ottimizzare i tempi e far sì che quest’esperienza sia il più possibile produttiva…. (e per produttiva sapete già cosa intendo! 😛 ).

Partiamo subito:

  1. Trolley: come dicevo anche l’anno scorso, il dilemma è “trolley sì, trolley no”. Da un lato, sono degli strumenti potenzialmente pericolosi perché in grado di tranciare migliaia di piedi, ma dall’altro sono una salvezza per la schiena! Il primo anno ci andai con lo zainetto e quella sera stessa tornando a casa ricordo che avevo la schiena distrutta! 20160313_171253Quindi da allora in poi ho optato per il trolley. L’anno scorso ne avevo uno improvvisato preso dai cinesi che aveva delle ruotine che facevano un rumore allucinante!!! Siccome mi sono un attimino vergognata vedendo che qualcuno si voltava per vedere da dove arrivasse quel rumore fastidiosissimo, quest’anno ho deciso che devo essere una blogger un attimino più seria (nei limiti del possibile! XD). Ho trovato un trolley che voglio consigliarvi, è piccolo, compatto, sembra resistente ed è economico: è questo della NewFeel che ho preso al Decathlon. L’ho pagato solo 14,99€! Mi piace il fatto che il manico si possa riporre nella cerniera nel caso non si voglia usare come trolley ma come semplice borsa a mano, ha una tasca più piccola davanti dove si può mettere per esempio la mappa della fiera, il foglietto che mi faccio sempre con gli stand da visitare e il biglietto d’ingresso. Inoltre, ha le misure giuste per utilizzarlo poi come bagaglio a mano se prendete l’aereo! 😉 Vi lascio qui il link per acquistarlo online se non avete un Decathlon vicino.
  2. I biglietti da visita. Se siete blogger dovete averli. L’anno scorso, siccome erano pochi mesi che avevo aperto il blog non mi era sembrato “serio” averli. Ma ogni volta che volevo fare una foto ad uno stand e chiedevo il permesso per fotografare i prodotti dicendo che li avrei mostrati sul blog mi veniva chiesto di lasciare loro il biglietto da visita. Io dicevo che non mi era sembrato carino portarli, visto che avevo aperto da poco il blog e ne avevo di strada da fare prima di poter distribuire i biglietti da visita alle aziende. Ricordo che la hostess che stava allo stand di LA Splash mi disse che tante ragazze con blog che avevano meno di 100 follower l’avevano lasciato comunque. Così quest’anno, in cui grazie a voi questo piccolo blog sta crescendo pian pianino, ho deciso di portare i miei biglietti da visita. Ho fatto una ricerca sui vari siti che offrono la realizzazione e la stampa di biglietti da visita, e alla fine ho scelto Vistaprint. Vi dico la verità, avevo letto diverse recensioni negative. Poi però, leggendo che il mio guru dell’informatica Salvatore Aranzulla (quante volte mi ha salvato quando combinavo un pasticcio al pc! 🙂 lo consigliava, mi sono detta “Fidiamoci del buon Salvatore va là!”. Ciò che mi piace del sito è che ci sono una serie di templates divisi per settore (io ho scelto dentro il settore “Bellezza e Spa” la sezione “Cosmetici e Profumi”). Una volta scelto il template che vi piace di più potete inserire tutti i dati del vostro blog (contatti Social, e-mail ecc) e vi fa scegliere il tipo 20160315_195353_Richtone(HDR)di carta su cui volete stampare (io ho scelto quella lucida), la quantità di biglietti, la spedizione (ho scelto quella standard) e regalano anche un portabiglietti da visita
     metallico.  Ero un po’ diffidente all’inizio (come mio solito! 😛 ) ma devo dire che mi
    sono trovata benissimo!!!
    Ho speso poco meno di 20€ (spedizione inclusa) per 100 biglietti da visita, ho fatto l’ordine l’08/03 e mi è arrivato ieri 14/03, velocissimo!! Come vedete, i biglietti da visita sono anche molto carini, sembrano davvero professionali nonostanti non abbia speso molto, quindi vi consiglio questo sito! 🙂
  3. Novità: 
  • Quest’anno tra i vari paesi rappresentati troveremo anche Sudafrica, Australia, India, Marocco ed Indonesia. Sono curiosissima di visitare quello dell’India, amo cultura e tradizioni di questo paese (e soprattutto mi affascinano i segreti di bellezza delle donne indiane, che hanno sempre dei capelli lunghi e curatissimi!). 
  • All’interno dell’International Buyer Lounge del padiglione 19 ci sarà la prima edizione di Make Up On Stage: venerdì 18 e sabato 19 marzo le make-up artist Fabienne Rea e Monica Zanelli realizzeranno delle  sezioni di trucco utilizzando i prodotti dei vari espositori del Cosmoprof  (quest’evento credo sia veramente da non perdere!!).
  • 5dcc58d323459265566afbab78243206Vi faccio un solo nome: Jeffree Star!!!! Quando ho letto che sarà presente un suo stand al Cosmoprof ormai svenivo!!! XD Non so se venderà, ma anche solo poter vedere da vicino e dal vivo le sue fantastiche tinte labbra sarà un’esperienza bellissima per me!! Poi potrei anche diventare terribilmente insistente e fastidiosa e convincerlo a vendermene una, chissà! 😛 😛
  • Altra novità che ho sentito (e di cui ho avuto conferma tramite la loro pagina di Facebook): FINALMENTE NYX VENDEEEE!!!!download (1) Ragazze, questa è una super notizia!!! Era davvero uno strazio per il cuore passare OGNI SANTO ANNO davanti al loro stand e mai, mai poter comprare nulla perché c’era proprio il cartello che diceva che non vendevano (sì, ho insistito ma non ha funzionato! XD). Finalmente possiamo fare razzia delle loro bellissime tinte (Transilvania, se ti trovo te ne vieni a casa con meeee!!!), dei matitoni ombretto, dei blush e chipiùnehapiùnemetta!! 😛  
  • Altra novità che mi ha incuriosito un sacco: la partecipazione del brand italiano innovativo Melely, se siete patite di makeup ma anche di tecnologia dovete farci un salto! Hanno creato un blush dalla formula 100% naturale e disponibile in due palette da quattro colori il cui packaging funge anche da caricatore per il cellulare!! Come se non bastasse, il packaging, che è piccolo, compatto ed elegante, è dotato anche di uno specchio con luce LED per ritoccare il trucco in ogni momento. Vi lascio il link al loro sito se siete curiose: https://www.melely.com/it/. Li trovate allo stand 07 nel padiglione 22P.

4. Ultimi consigli veloci: portatevi dietro abbondante acqua, panini per la sopravvivenza (mangiare lì dentro è parecchio caro), vestitevi a cipolla perché dentro i padiglioni è caldo ma per passare dall’uno all’altro a volte bisogna uscire all’aperto, mettete scarpe comodissime e FONDAMENTALE è portarsi dietro una lista degli stand che volete visitare con la loro posizione, per evitare di girare a vuoto. 

Ecco la mia personale lista (trovate qui l’elenco espositori da spulciare):

Makeup Forever (La Truccheria): padiglione 14, stand F4-G3. Andateci il più presto possibile perché c’è sempre una fila assurda! Vi ricordo che ogni anno fanno il 40% di sconto! Puntate subito sui pennelli, i nuovi Artist shadows e i rossetti!. Non potete fare da soli, si entra in pochi alla volta e all’entrata trovate un/una makeup artist che vi segue nell’acquisto, vi consiglia e segna ciò che acquistate in un listino che poi portate con voi alla cassa. Non vi preoccupate che hanno il bancomat, ma non tutti gli stand ce l’hanno, quindi fate un calcolo approssimato di quanto volete spendere (vi sto dicendo una cosa impossibile, anche per me lo è, lo so ahahaha!) così vi regolate. Alt! Regolarsi e Cosmoprof sono due parole che non vanno bene insieme in verità! 😛

Kryolan: padiglione 16, stand L9.

Inglot:  padiglione 19 stand A47

Human+Kind: padiglione 19EG stand 33

Avril: padiglione 21N stand I2-L1P

Biofficina Toscana: padiglione 21N stand L6

Boho Green: padiglione 21N stand I3

Dr Hauschka: padiglione 21N stand A11-A

Weleda: padiglione 21N stand A11-B

Stargazer: padiglione 34 (è il cash&carry dove si può acquistare!) stand F14

NYX: padiglione 22P stand G8-H7

Bellapierre: padiglione 26 stand C20

Peggy Sage: padiglione 26 stand B61-C62

Montagne Jeunesse: settore green padiglione 26A

BH Cosmetics: padiglione 30 stand A14-B15C

Jeffree Star: padiglione 30 stand C26-D27D

Youngblood: padiglione 30 stand A2-B1C

Tangle Teezer: padiglione 33 stand G20

BB Cream Italia: padiglione 34 stand F26 padiglione 36 stand A1.

E questa è la mia lista delle meraviglie!!! Vi giuro, non vedo l’ora!! Fatemi sapere se ci sarete, mi piacerebbe tantissimo incontrare qualcuna di voi! 🙂 Un bacione e ci risentiamo nell’articolo post Cosmoprof la prossima settimana! :* 

A scuola di make-up….. le tendenze autunno 2015

Ciao a tutte ragazze!! Oggi volevo raccontarvi che lo scorso sabato ho partecipato ad una scuola di make-up sulle tendenze per l’autunno 2015, e sono riuscita finalmente a IMG_0134farmi truccare per la prima volta! 😀 😀 La profumeria Brunella di Ravenna, come vi dicevo già in questo post, organizza periodicamente dei corsi brevi di make-up di un paio di ore, dove la truccatrice Enrica mostra sia i prodotti nuovi in uscita ad ogni cambio di stagione, sia ci dà dei consigli su come truccarci in base alle nostre caratteristiche. Stavolta si trattava di un corso per mostrarci tutti i prodotti di tendenza per il prossimo autunno e farceli vedere anche all’opera su alcune di noi partecipanti! Io mi sono gentilmente offerta (sì vabbé, in realtà ho continuato a pregare Enrica una settimana prima del corso di scegliere me 😛 😛 ) per la dimostrazione delle tendenze Dior autunno 2015, in particolare i nuovi bellissimi ombretti liquidi.

Vi dirò, appena ho visto la pubblicità della modella con quell’ombretto bianco images (1)metallizzato che crea un effetto così sofisticato sulla palpebra ho ceduto e ne ho preso uno per provare, quello viola. Un paio di giorni dopo averlo comprato, senza averlo ancora provato leggo questa recensione negativa di Clio, che li definisce la sua delusione più grande del mese di agosto, perché: “Se messi con l’applicatore sembrano belli intensi ma appena li sfumo scivolano via dall’occhio a macchie e vanno nelle pieghe”. Vi giuro ragazze che mi è venuto un nervoso!! Anche perché non costano poco!. Quando Enrica ha proposto su di me un look con questi ombretti mi sono detta “vediamo come sono veramente”, anche perché quella sarebbe IMG_0179stata una prova abbastanza attendibile visto che li avrei tenuti sulla palpebra da sabato mattina a sabato sera. Beh ragazze, ancora una volta ho avuto la prova di quanto siano a volte purtroppo poco obiettive o poco approfondite molte recensioni. Non è vero che questi ombretti sono una delusione, Enrica ha applicato quello rosa (che poi ho comprato, per questo vedete gli swatches di entrambi! :P) sulla mia palpebra usando come base il primer occhi di Laura Mercier e sonoIMG_0180 durati fino a sera senza problemi. Sono d’accordo con Clio nel dire che se sfumati perdono intensità, ma credo che lo scopo di questi ombretti non sia quello di essere sfumati ma quello di creare un bellissimo punto luce. Credo che diano il meglio sé messi fino a metà palpebra e non sfumati (mettendo poi nell’angolo esterno un ombretto più scuro in polvere che li fa risaltare) per aprire immediatamente lo sguardo e darvi quasi un effetto specchio. E’ ovvio che sfumandoli si perde IMG_0185questa funzione. Io personalmente ve li consiglio, il rosa soprattutto che è delicato e luminosissimo allo stesso tempo. A volte prima di bocciare un prodotto bisognerebbe testarlo di più e sbizzarrirsi per capire quale può essere il suo utilizzo migliore. Credo che questo valga anche per gli ombretti liquidi degli altri marchi.

Ok, dopo questa filippica a favore dei nuovi ombretti liquidi Dior, vi faccio vedere nel dettaglio il makeup creato da Enrica su di me, un look molto fresco che mi ha dato subito un’aria molto più riposata e vivace (e mi serviva ragazze, dico sul serio! XD).

20150912_121254Adesso vi faccio vedere il look che Enrica ha realizzato su di me e i prodotti utilizzati:

Base:

Per preparare la base ha steso prima “Le jour” di IMG_0130Chanel, un trattamento per rafforzare la vitalità cellulare con estratto di gelsomino e acido salicilico per esfoliare delicatamente. Poi ha usato come fondotinta la crema colorata di Laura Mercier, che va ad IMG_0131uniformare l’incarnato senza creare un effetto mascherone. Ho fatto una piccola eccezione alla regola, sapete che per la base uso solo prodotti bio ma per questa volta ho chiuso un’occhio 😉  Infine Enrica ha concluso la base coprendo le mie tremendissime occhiaieIMG_0128 con il secret concealer sempre di Laura Mercier nel colore 02 (è stucco ragazze, davvero!!! Se non fosse che anche in quella zona uso solo prodotti bio l’avrei preso immediatamente perché copre e non va nelle pieghe nonostante sia parecchio cremoso!). Infine sulle guance ha usato IMG_0132uno dei nuovi blush sempre della collezione “Cosmopolite”, il n. 765 Rosewood. Enrica ci ha spiegato che questi blush in stick non sono solo pratici perché vi permettono un’applicazione velocissima quando siete di fretta, ma sono l’ideale per esempio con il fondotinta minerale come base perché evitano quell’effetto un po’ “polveroso” spesso causato da questo tipo di prodotto e danno subito freschezza al viso.

Sugli occhi come avete già visto Enrica ha applicato laIMG_0129 base di Laura Mercier e i due bellissimi nuovi Dior Addict Fluid Shadow nei colori Cosmic (viola) e Aurora (un rosa molto delicato). Ha steso una sottile linea di matita nera tra le ciglia superiori per dare profondità e ha “sporcato” di matita leggermente anche le ciglia inferiori ma solo nella parte esterna dell’occhio. Mi è piaciuto tantissimo questo dettaglio che non avevo mai applicato su di me perché dà subito definizione all’occhio, sicuramente lo rifarò! 🙂

Sulle labbra, sempre per mantenere la freschezza e la luminosità degli occhi, Enrica ha applicato sulle mie labbra il Dior Addict Fluid Lipstick in un colore rosa molto delicato, non IMG_0116ricordo sinceramente il nome ma credo sia il numero 373 Rieuse. Di certo non mi è durato molto ma la consistenza è quasi quella di un lip gloss e il colore è talmente discreto che quando va via non si nota.

Ed ecco un dettaglio del trucco occhi, dopo questa prova trucco ho rivalutato tantissimo questi ombretti liquidi e ho capito come utilizzarli al meglio! Enrica ha sfumato il viola verso l’esterno, l’effetto è molto bello ma secondo me si perde l’intensità del colore20150912_130641 sfumandoli ed è un peccato. Il rosa sicuramente lo userò come punto luce o fino a metà palpebra come in questo caso, il viola dev’essere bellissimo come eyeliner (visto che IMG_0182l’applicatore come vedete è sottilissimo) ma anche come contrasto su un make-up più scuro (per esempio su base nera). Devo fare delle prove e vi faccio sapere! 😀 Spero vi sia utile questa piccola recensione in caso abbiate puntato questi ombretti, fatemi sapere se li avete e come pensate di utilizzarli!

Vi mando un bacione a tutte e al prossimo post! 😉

 

Cosmoprof 2015… la mia opinione

Eccoci qua, mentre scrivo è la sera dell’ultimo giorno di Cosmoprof. Ho un po’ il magone, vorrei ritornarci domani, e dopodomani e uffaaaaa!!! (modalità bambina piccola: ON). Perché è inutile, al Cosmoprof si diventa inevitabilmente un po’ come delle bambine nel paese dei balocchi, ma anche delle pazze scatenate correndo per arrivare prima allo stand della Make up Forever (ehm…non generalizzo, riconosco che non è normale fare le corse con trolley annesso per tutto il padiglione 22 fino al 16 alle 9.30 del mattino per entrare il prima possibile, ma in quei giorni raggiungo livelli di fanatismo che neanche la caccia alle streghe nel Medioevo! XD) o ancora delle belve assetate di vendetta (tre ragazze mi hanno soffiato sotto il naso i Real Techniques a 5€ mentre stavano smontando lo stand lunedì e devo rimediare a questo affronto che ha macchiato il mio Karma o le mie prossime reincarnazioni ne risentiranno per sempre).  Adesso vi racconto un po’ ciò che ho amato e ciò che invece non mi è piaciuto quest’anno:

  • La cosa più brutta del Cosmoprof è il cartello “non vendiamo ai privati” che trovate un po’ ovunque. Zoeva, Kryolan, Wet and Wild, Nyx ecc ecc vi sbattono davanti i prodotti più belli del mondo disposti in maniera estremamente accattivante ma niente, vedere e non toccare. E’ peggio della tortura cinese della goccia d’acqua, ve lo dico. Però è ovvio che lo scopo della fiera non è quello di soddisfare il bisogno fisico di acquistare di noi malate ehm appassionate di make-up, ma come vi ho detto quello di far sì che le aziende possano trovare nuovi rivenditori o agenti in Italia. Ho letto di tante ragazze che sono rimaste deluse e si sono lamentate del fatto che si può acquistare poco e non ha senso andarci. Non sono d’accordo. Prima perché Make up Forever, BB Cream Italia, LA Splash, Stargazer, Paola P, Peggy Sage, Opi, Essie, tutto il padiglione 34 (prodotti per parrucchieri tra cui piastre, spazzole, extensions ecc) vendono, e in più il lunedì qualche azienda che prima non vendeva (Make up Revolution e Lady Lya per esempio) mette a disposizione dei privati i prodotti a prezzi stracciati. Bisogna girare e girare alla caccia dell’affare, soprattutto lunedì. Ma la cosa più bella comunque è conoscere nuovi brands, io personalmente ho scoperto Eva Garden (make-up professionale in vendita presso i centri estetici), Human+Kind (prodotti naturali per la skincare) e Adessa, un brand che produce bellissime ciglia finte.
  • Make up Forever: come tutti gli anni, questo è lo stand più gettonato e ci sono fileDSCN0918[1] DSCN0917[1]interminabili. L’anno scorso non ero riuscita ad entrare, quest’anno ho fatto una corsa come vi ho detto e sono arrivata subito alle 9.30 davanti allo stand (la fiera apre in realtà qualche minuto prima dell’orario ufficiale di apertura che sarebbe infatti per le 9.30). In questo modo non ho fatto la fila né sabato né lunedì!!! :D. (Notate qui sopra l’occhio fatto interamente con i nuovi ombretti, quando l’ho visto sono quasi svenuta per cotanta bellezza!!! *_*). Dunque, come saprete la Make up Forever applica sui prodotti uno sconto del 40% tranne per i nuovi plexigloss che non erano scontati. Come ben sapete i prodotti Mufe non costano poco, quindi conviene abbastanza comprarli in fiera (per esempio la foundation palette con 11 cialde costa regolarmente 101€, in fiera veniva 60€!!). DSCN0921[1]L’unica nota negativa che mi sento di fare è che l’organizzazione è un po’ caotica. Quando entrate vi viene dato un foglio dove il make-up artist che vi seguirà annota ciò che volete prendere, con quello poi andate alla cassa. La fila si crea soprattutto perché all’entrata dello stand l’addetto vi chiede i vostri dati per compilare il foglio (nome, cognome e perché siete lì, se siete professioniste, blogger o semplici appassionate). Capirete che dover chiedere questi dati a TUTTE le ragazze in fila fa sì che le cose si rallentino molto. Quando siete dentro non potete guardare i prodotti da sole, sarete sempre seguite da un/una addetto/a che segnaDSCN0914[1] nel foglio quello che volete. Se per caso avete bisogno di tempo per decidere o per guardare tutto con calma perché non avete subito le idee chiare, il o la make-up artist vi lascia tranquille e va da un’altra ragazza, ma poi dovete aspettare che si liberi per poter finire il vostro acquisto. Mi sembra tutto molto macchinoso, per questo ci sono file così assurde. Spero che prima o poi snelliscano le pratiche. Inoltre, le luci sfalsano un po’ i colori, infatti io ho fatto un acquisto sbagliato (mannaggia a me!): ho preso lo sculpting kit n. 03 Gold con due cialde, una marrone per il contouring e una sul beige per illuminare. In negozio costa 40€ circa, lì costava ok24€. L’ho preso tutta contenta, ma una volta arrivata a casa ho visto che la terra è aranciata e con i brillantini!!!! Orroreeee!!! :O Ma come si fa a fare il contouring con una terra simile? Dovevano chiamarlo duo bronzer e illuminante!. Inoltre l’illuminante su di me si vede poco (foto sotto). Vabbé ormai è andata emufe questo è il mio unico acquisto sbagliato, ma se le luci fossero state più fedeli alla realtà me ne sarei accorta. A parte questo, lo staff è cordiale e simpatico anche se non deve essere facile avere a che fare con tantissime ragazze ogni giorno dalle 09.30 alle 18.30!! E la convenienza a livello di prezzo c’è, per cui ne vale la pena. Ho preso tanti pennelli e sono davvero soddisfatta.
  • BB cream Italia: a differenza dell’anno scorso dove si poteva tranquillamente girare dentro lo stand e toccare con mano i prodotti, quest’anno purtroppo era tutto dietro il bancone e per poter vedere per esempio i Real Techniques bisognava chiedere al personale. La flawless matte di Make up Revolution che volevo tanto è andata sold out il primo giorno, ma dentro dei contenitori di vetro molto carini (sembravano quelli dei biscotti! :P) vicino alla cassa c’erano “gli affari”: spugnette bellissime per il fondotinta di Vanity tools (nella scatoletta che le contiene è raffigurato un pinguino, troppo belle!!!) a 4,50€, e poi le tinte labbra di Make up Revolution, i blush liquidi di MeMeMe, le perle abbronzanti sempre di MeMeMe ecc ecc. Anche questo stand è stata una piacevole esperienza, avrei solo voluto poter toccare con mano io stessa i prodotti e non dover chiedere per forza alle commesse.
  • LA Splash, Paola P, Stargazer: da LA Splash ho preso la famosa Splashproof la splashsealer a 10€ e il pigmento pink sand a 5€ . Per le tinte purtroppo non c’è stato nulla da fare, nel senso che quando sono arrivata (ci sono andata lunedì) c’erano solo due tonalità che non m’ispiravano molto a 15€. Alcune ragazze si sono lamentate che il primo giorno le tinte costavano meno (10€) ma pare che quello fosse il prezzo di lancio solo per il primo giorno. Da Paola P ho preso la famosa palette Africa, constatando che in effetti hanno alzato i prezzi (l’anno scorso in fiera pare che costasse 20€, io l’ho pagata quest’anno 25€). Da Stargazer mistargazer hanno affascinata i pigmenti, ce n’erano tantissimi di colori particolari a soli 5€!! Ne ho presi due, il n. 08 (un bellissimo borgogna tendente al viola, nella foto è quello in basso) e il 29 (un marrone argentato, sopra).
  • Zoeva ed Illamasqua: i due brands nuovi della fiera sono stati però una delusione. Illamasqua in verità non c’era, e Zoeva non vendeva ma pare che abbia regalato dei pennelli ad alcune ragazze, infatti ho letto di qualche polemica in giro perché non si è capito quale fosse veramente la politica del brand.
  • Make up Revolution: questa è stata la sorpresa più bella della fiera per me. Vi DSCN1074racconto: lunedì stavo facendo l’ennesimo giretto nel padiglione 22 e ad un certo punto un ragazzo della sicurezza mi ferma e mi dice “non si può passare, è un’area riservata”. Ero stupita, sabato ci ero passata tranquillamente! Siccome sono una caprona testarda, ho provato a passare lo stesso da un’altra parte 😛 e facendo gli occhi dolci al nuovo addetto alla sicurezza sono passataaaaa!!! (il bello di essere WP_20150324_048donne! :P). E lì ad un certo punto trovo una ressa assurda e mi avvicino….ebbene sì, era lo stand della Make up Revolution che fino a quel giorno non aveva venduto e invece di lunedì svendeva tutto!! I prezzi erano davvero stracciati come vedete (non somur perché le scritte erano in spagnolo) e c’era un minimo di acquisto di 10€. Ecco il mio bottino, ho speso solo 10€ per tutto questo ben di Dio!!!! E la Beyond Flawless era proprio l’ultima, l’ho presa e me la sono messa sotto il braccio guardando le altre con faccia da Gollum! :P. Sono curiosa di provare l’Awesome Metal in Rose Gold che ho preso, è il dupe dei costosissimi ombretti Magnificent Metals di Stila che costano circa 40€ a ombretto (ma anche no direi!!). Vi farò sapere cosa ne penso! 🙂  Infine ho preso tre tinte della Make up Revolution (dall’alto nella foto sopra, “keep lying for you” che è un rosa tendente al viola, in mezzo “no ordinary love” che è un color corallo e in basso “keep trying for you”, un bel rosso). Le ho soltanto provate per vedere il colore sulle mie labbra, per ora vi so solo dire che applicate sono lucide, e poi diventano matte. Vi saprò dire qualcosa di più sulla durata prossimamente!

In linea generale, è stata una bellissima esperienza come sempre. C’è tanta confusione sì, a volte mi hanno tranciato un piede con il trolley (e l’ho fatto anch’io in alcuni casi senza volerlo) e spesso aggiudicarsi un prodotto è una gran botta di….ehm…fortuna! 😛 Ma ne vale davvero la pena, si riescono a fare comunque dei buoni affari e soprattutto ci si aggiorna, cosa fondamentale per una beauty blogger e anche per qualsiasi appassionata! Adesso vi lascio un po’ di foto! 🙂 Un bacione a tutte, spero vi sia piaciuto il post! :*

DSCN0946

Pennelli Rose Golden Zoeva

DSCN0961

BB cream Italia

DSCN0967

Manic Panic

DSCN0972

Stargazer

DSCN0981

Essie

DSCN0985

Paola P

DSCN0996

NYX

DSCN1006

Youngblood

DSCN1016

Aegyptia

DSCN1048

Essence (questa è una cosa stupenda e vorrei che ci fosse ovunque al posto del distributore di merendine…..il distributore di smalti!!!!). La Hostess di Essence dava ad ogni persona uno di questi buoni e si poteva ritirare gratis dal distributore uno smalto! 😀DSCN1049

DSCN1060 Pigmenti LA Splash

DSCN1055

Sotto:  Lo stand LA Splash e ciò che rimaneva delle tinte LA Splash di lunedì mattina.

DSCN1063


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ed eccola qui, la mitica Dany Sanz, fondatrice di Make up Forever!!! Non si vede benissimo purtroppo, ha tenuto una breve intervista davanti allo stand Mufe. Nel corso della giornata davanti allo stand si sono visti dei bellissimi lavori di Body painting.

DSCN0929

DSCN1013

Per chi andrà al Cosmoprof….ma anche per chi non ci andrà!

Finalmente è arrivato il momento dell’anno che più amo (dopo l’estate ovviamente): Il Cosmoprof!!! La prima volta che ci andai mi aggiravo per gli stand con una faccia a metà tra il miracolo di Fatima e Jennifer Lopez quando scende le scale con quel bellissimojennifer_lopez_maid_in_manhattan vestito rosa cipria e balla con Ralph Fiennes in “Un amore a 5 stelle” (Fatemi fare la bimba minkia ogni tanto, non ce la faccio a mantenere il tono serio e autorevole per troppo tempo! XD). Lo so che in giro per il web ci sono già trecento mila post sul Cosmoprof con consigli, spunti, curiosità ecc ecc e so già che chi ci andrà avrà spulciato un sacco di volte la lista di espositori e fatto e disfatto la wishlist altrettante volte! 😛 Però ci tenevo troppo a condividere con voi questo post e a cercare per quanto possibile di rendere originale un argomento così discusso. Ci tengo anche a dire che con questo post non voglio escludere chi di voi non ci va, perché inserirò delle notizie utili a livello informativo sui prodotti dei vari brands che espongono, e che potete benissimo trovare online se non potete venire in fiera! Quindi vi invito a leggere anche se non venite e non fatevi venire il magone (per la legge di Murphy, più non potete fare una cosa e più vi trovate la posta elettronica e la bacheca di Facebook intasata di pubblicità sull’evento e vi vengono strane manie omicide! XD) prima o poi vi capiterà l’occasione senz’altro! :). Dunque, come sapete la fiera si terrà da venerdì 20 a lunedì 23 marzo nel quartiere fieristico di Bologna.

Cominciamo subito dai consigli pratici: cosmoprof-2015

I biglietti: non conviene assolutamente prenderli in fiera perché costano un’esagerazione: 45€ contro i 26€ del biglietto acquistato online per l’ingresso di un solo giorno. I biglietti online sono disponibili fino ad esaurimento e in teoria fino all’ultimo giorno di fiera. Se vi attivate con un po’ di anticipo e se siete iscritte alle pagine Facebook dei vari brands presenti online vedrete che alcuni di questi regalano delle discount cards, cioè dei codici che potete attivare al momento dell’acquisto per avere uno sconto. Quest’anno ho visto che la Truccheria (lo stand della Make up Forever) e BB cream Italia offrivano questi sconti semplicemente lasciando il vostro indirizzo e-mail nella pagina dell’evento appositamente creata da loro (ricordatevelo per il prossimo anno!). Con questo sconto pagate il biglietto 19€ invece che 26€, non male!. Se siete bloggers o se avete un canale su Youtube potete scrivere all’ufficio stampa del Cosmoprof e chiedere se ci sono iniziative o ulteriori sconti, quest’anno hanno mandato a molte bloggers un press pass gratuito!!! Non mi sono ancora ripresa dalla gioia per averlo ricevuto, vi gggiuro! *_*.

Cibo, abbigliamento, come deambulare dentro la fiera: il mio consiglio spassionato è portatevi dietro paninazzi, pizze, hamburger tripla cipolla e salsiccia e ogni cibo ipercalorico esistente perché nemmeno Gesù quando predicava ha camminato tanto quanto si cammina dentro il Cosmoprof! XD Non acquistate cibo lì perché costa troppo e pare che non sia nemmeno buono. Altra cosa, l’anno scorso ho visto tante ragazze con i tacchi. Le ho stimate dal profondo del mio cuore. Io sono tornata a casa con le All star che erano ancora più “vintage” di prima da quanto ci ho camminato. State comode, i tacchi sono fighi ma poi i piedi ve la fanno pagare, ve l’assicuro! 😛 C’è un’altra questione oggetto di dibattito tutti gli anni: trolley sì, trolley no. Io l’anno scorso ho portato la mia normale borsa e a fine giornata avevo la spalla distrutta, quindi quest’anno mi porto dietro una borsa con le ruote. Ho letto che in tanti si lamentano perché i trolley danno fastidio e intralciano il passaggio, secondo me chi ha un trolley voluminoso perché viene da lontano può lasciarlo negli armadietti all’entrata, mentre se si tratta di un normale zaino o borsa con le ruote non dovrebbe dare fastidio. Almeno non di venerdì o sabato che si gira ancora abbastanza bene. Di domenica ho sentito che è davvero un caos (soprattutto il padiglione unghie), in quel caso è meglio armarsi del buon vecchio zaino a spalla. Per l’abbigliamento, direi che vale la classica regola del vestirsi a cipolla. L’anno scorso pioveva e faceva freddo, quindi il giubbotto anche se scomodo è stato utile per passare da un padiglione all’altro, per spostarsi a volte era necessario uscire all’aperto. Altra cosa: ho sentito che alle bloggers che hanno con sè un biglietto da visita e che si propongono nei vari stands vengono dati degli omaggi. Premetto che non ho biglietti da visita perché questo è un blog piccolo e di certo per me non è un business ma una passione. E poi sia per il mio carattere fondamentalmente timido sia perché la lotta al campioncino gratis non fanno parte del mio modo di concepire la blogger che voglio essere, non credo che chiederò nulla a nessuno. Sono convinta che per pretendere qualcosa dalle aziende, o comunque per farsi notare da loro, bisogna prima costruirsi un percorso, creare qualcosa di davvero valido. Odio la parola “gavetta” nella mia vita professionale perché mi porta ad un sacco di casino mentale e a non sapere ancora chi sono e cosa voglio. Ma se si tratta del blog sono felice di farla, la gavetta. Ho tanto da imparare e da dare, e per ora me ne sto qui in sordina a creare, sperando che voi mi leggiate e apprezziate ciò che scrivo. In futuro si vedrà.

E adesso arriviamo alla parte più bella, gli espositori secondo me più interessanti (e qui anche chi non viene può ricavare qualcosa di utile, perché indicherò quali sono i prodotti di punta dei vari brands). Qui vi indico quelli che voglio assolutamente visitare, con una premessa fondamentale: spesso noi appassionate di makeup che non lavoriamo direttamente nel settore (magari!!!) rimaniamo un po’ deluse la prima volta che andiamo al Cosmoprof. Questo perché la maggior parte dei brands espone soltanto e non vende. Io la prima volta giravo con gli occhi a cuoricino e mi ricordo che ho perso quello che mi rimaneva della mia dignità supplicando le ragazze americane degli stands di BH Cosmetics ed NYX di vendermi qualcosa. Niente, quest’acquisto non s’ha da fare. Il Cosmoprof è pensato infatti soprattutto per facilitare l’incontro tra aziende cosmetiche e rivenditori interessati, quindi le aziende espongono ogni ben di Dio per attirare eventuali rivenditori. Se volete andare a fare del semplice shopping rimarrete deluse, pochi stands vendono (a parte il lunedì, giorno in cui pare che le aziende straniere svendano tanti prodotti prima di partire, notizia che verificherò quest’anno e poi vi documenterò adeguatamente). Se volete aggiornarvi sulle nuove uscite, avere palpitazioni ogni due secondi, rifarvi gli occhi, avere spunti per scrivere wishlist infinite e andare definitivamente in bancarotta, allora è il posto giusto per voi!!! Vi indicherò per primi gli stands di cui sono sicura che vendono tutti i giorni della fiera:

Paola P (Padiglione 36/stand A1): ho scoperto da poco questo giovanissimo brand italiano (ve ne ho parlato qui) e dopo aver provato la palette India incentrata sui toni caldi voglio assolutamente provare la palette Africa, che presenta invece ombretti dai toni freddi. Paola P è super conveniente in fiera perché fa degli sconti fino al 50%, infatti la palette Africa dovrebbe costare 20€ invece di 39€, non male!! Ho sentito parlare molto bene dei loro pennelli e ho invece letto pareri contrastanti su uno dei loro prodotti di punta, il Lash Extender. Si tratta di un allungante per le ciglia costituito da fibre sintetiche che si applicano sulle nostre ciglia naturali e si fissano con uno strato di mascara. Alcune bloggers dicono che è un ottimo prodotto, altre che non è adatto a chi porta le lenti a contatto come me perché le fibre potrebbero staccarsi e dare fastidio. 

BB Cream Italia (Padiglione 34/stand F26): adoro questo stand. L’anno scorso era piccolo e bisognava avanzare a gomitate 😛 ma ne vale davvero la pena. Ci sono tutti i marchi che trovate anche sul loro sito, quindi BH cosmetics, Real techniques, The Balm, Milani, Make up Academy (MUA), Make up Revolution ecc ecc. I prezzi sono gli stessi del sito, non fanno sconti, ma almeno potete vedere i prodotti dal vivo e vi risparmiate ovviamente le spese di spedizione. L’anno scorso ho preso i due starter kit occhi e viso di pennelli Real Techniques e a distanza di un anno posso dire che sono il miglior acquisto che ho fatto al Cosmoprof 2014. Quest’anno mi incuriosiscono tantissimo le tanto lodate palettes di Make Up Revolution, ho letto che sono molto pigmentate nonostante il mini prezzo (dai 5€ ai 10€ max). M’ ispira tantissimo la flawless matte, una bellissima palette di 32 ombretti matte al magico prezzo di 9,99€!!! Di Milani sono bellissimi i blush a forma di rosa (circa 11€) e m’incuriosisce tantissimo il marchio inglese low cost MeMeMe che non testa sugli animali. Ok, so già che starò delle ore in questo stand! 😛

Make Up Forever (Padiglione 16/stands B4-C3): questo stand è subito riconoscibile dall’enorme fila che c’è sempre davanti!! L’anno scorso sono stata una polla perché mi sono distratta a vedere gli altri stand e sono arrivata lì tardi, c’era già una fila assurda eimage dopo mezz’ora che stavo lì e vedevo che la fila non si muoveva di un millimetro me ne sono andata. Per poi ovviamente pentirmi!! Quest’anno seguirò gli insegnamenti di padre Maronno 😛 e ci andrò appena apre la fiera, così dovrei forse riuscire ad entrare!. Cosa c’è di così figo e imperdibile in questo stand? Gli sconti!! MUFE è un brand molto costoso, allo stand potete trovare tutti i loro prodotti con uno sconto minimo del 40%. Io quest’anno ci andrò credo per prendere qualche pennello, da Sephora costano troppo! XD Ovviamente se si può scatterò qualche foto all’interno (ma mi sa che sono a rischio infamata perché se non ho mai visto foto dell’interno dello stand sul web un motivo ci sarà!). 

Zoeva (Padiglione 22P/stand G9) e Illamasqua (Padiglione 22P/stand G7): sono le due novità di quest’anno!!!! Sono andata in un brodo di giuggiole appena l’ho saputo! Purtroppo non credo che vendano, ma andrò sicuramente a sbirciare le novità. Per il brand tedesco sicuramente andrò a vedere il Rose Golden Luxury set vol. 2, dei bellissimi pennelli rosa (sanno come attirare noi donne questi furbacchioni, metti ovunque il rosa e sei a posto! XD) andati esauriti poche ore dopo il lancio!! Anche le palettes meritano, per il prezzo che hanno (17,50€) e i pigmenti al magico prezzo di 5,80€ sono da avere assolutamente!!! Illamasqua invece è un brand inglese molto pazzerello caratterizzato dall’alta qualità dei prodotti e dai colori sgargianti. Non ho ancora nulla di questo brand ma ho sentito parlare benissimo dei loro blush che pare siano pigmentatissimi, dei pigmenti in crema (una roba meravigliosa, mi sono già innamorata di Depravity!!!) e dei rossetti, potete trovare dei colori veramente pazzi (sì, parlo a voi amanti del blu sulle labbra! XD).

NYX (Padiglione 30/stand A17A) e Wet and Wild (Padiglione 22P/ stands G2-H1): E’ da taaaanto tempo che sbavo su questi due brands low cost americani (per colpa del primo ho fatto una discreta figura del cavolo l’anno scorso come vi dicevo prima, perché ti mettono davanti al naso uno stand da infarto e poi non vendonooooo!!!). Verificherò quest’anno se lunedì riesco a comprare qualcosa, pregate per me! XD. Di NYX vorrei da una vita il matitone bianco Milk, non ho ancora trovato in commercio un matitone bianco matte per usarlo come base intensificatrice degli ombretti (suona molto professionale questa definizione! XD). E poi ho sentito parlare molto bene delle tinte labbra Soft Matte Lipcream, il colore Copenhagen è esaurito ovunque (un bellissimo prugna matte) e Transylvania è gettonatissimo (un viola scuro)! Costano pochissimo (7,49€ sul sito italiano di NYX) e secondo me sono assolutamente da provare! Wet and Wild è da poco arrivato in molti punti vendita italiani (OVS e Coin mi pare) ma dove abito io ancora nulla sigh. Ho sentito parlare benissimo della palette Comfort Zone, pigmentatissima nonostante il mini prezzo di circa 6€ (anche la mitica Temptalia ne parla bene, le ha dato A-) e i rossetti che sono diventati un must have del brand (prezzo mitico anche per questi, circa 2€!!). Vedo ovunque su instagram e Facebook foto di Cherry Bomb e Sugar Plum Fairy, rispettivamente un rosso ciliegia e un misto tra viola e borgogna (mi sa che è un dupe di Rebel di Mac che è in wishlist da una vita e mezza!). 

LA Splash (Padiglione 30/stand E31): LA Splash è un marchio americano coloratissimo che ho scoperto grazie a questo post di Beauty Idea. Mi incuriosisce tantissimo la base splashproof sealer, adatta ai pigmenti e agli ombretti super glitterati. Ho letto che crea una base un pochino appiccicosa sulla quale gli ombretti in polvere o glitterati aderiscono perfettamente e questo impedisce il fallout per tutto il giorno! Anche i pigmenti sembrano molto belli, date un’occhiata qui (il sito spedisce in Italia!).

Beauty UK (Padiglione 30/stands C36-D35D): Beauty UK è un brand inglese low cost coloratissimo! L’ho scoperto proprio in questi giorni informandomi sui vari espositori e non vedo l’ora di vedere lo stand! Ho letto qualche review in giro per il web e pare che i prodotti più interessanti siano i blush, la cc cream e lo striped bronzer (vi ho linkato dei blog dove si parla di questi prodotti). Beauty UK vende online, questo è il sito.

 

Infine, qualche curiosità: quest’anno il tema è incentrato sul concetto di diversità della bellezza femminile nelle varie culture e alle 24 nazioni che erano presenti l’anno scorso si aggiungono Olanda ed Emirati Arabi. Troveremo il “Multi-Cultural Beauty Pavilion”, dedicato alle aziende che producono prodotti specifici per etnia e “l’Extraordinary Gallery”, che presenta le tendenze internazionali più avanzate e sarà utilizzata per il lancio di prodotti di nicchia. Da non perdere sabato 21 dalle 10 alle 11 allo stand della MUFE l’incontro con Dany Sanz, creatrice e direttrice artistica di Make up Forever!! *_* E poi vabbé, se vi interessa sempre sabato ci sarà Belen Rodriguez allo stand della Cotril (Padiglione 25/stands B102-C103) di cui è testimonial (a me non me ne frega niente, non so voi! XD). Seguitemi sulla pagina Facebook perché di sicuro pubblicherò qualche foto in anteprima, io sarò là sabato e lunedì! 🙂 Fatemi sapere se ci andate e spero che questo post vi sia stato utile! Ci rivediamo qui sul blog martedì, quando pubblicherò il resoconto della fiera! Un bacioneeeeeee!!!