Star dimenticate ma non da noi….. Anggun

Ed ecco una nuova puntata della nostra rubrica, oggi vi parlo di un’artista che adoro per la sua voce potente, la sua bellezza davvero mozzafiato e il suo stile unico: Anggun. Ve la ricordate? Da noi divenne famosa nel 1997 con il singolo “Snow on the Sahara”, ma in verità Anggun era già famosissima nel suo paese nativo, l’Indonesia. E’ figlia di un famoso cantante e produttore indonesiano, ma a parte l’indubbio aiuto che ha ricevuto dal padre per sfondare in patria c’è da dire che ha un talento unico: a 9 anni compone il suo primo album (erano canzoni per bambini) e a 17 anni è già una star del rock indonesiano. A 19 anni però la svolta: dopo aver pubblicato ben 5 album in patria decide di abbandonare il genere rock e, consigliata da un nuovo produttore, decide di cambiare genere e cantare canzoni più adatte al suo timbro di voce sensuale e profondo. E così, con l’album “Snow on the Sahara” e il successivo “Chrysalis”, Anggun diviene l’artista asiatica che ha realizzato in assoluto più vendite al di fuori del proprio continente. Nel 2003 ha collaborato anche con il mitico Piero Pelù nella bellissima canzone “l’amore immaginato”, che è rimasta in classifica per ben due mesi!. Oggi è ambasciatrice della FAO, ha ricevuto la prestigiosa nomina di “Cavaliere delle Arti e delle Lettere” dal Governo Francese per i risultati raggiunti in tutto il mondo e il suo supporto alla cultura francese (tutti i suoi album in inglese sono stati pubblicati anche nella versione francese e lei si è anche naturalizzata francese) ed è giudice delle versioni asiatiche di X-Factor Indonesia e Asia’s Got Talent.

Per quanto riguarda il make-up, ho notato che non ci sono su internet tutorial su di lei ed è un peccato perché Anggun ama sperimentare con il make-up. Mi sono accorta che durante le apparizioni pubbliche e le pubblicità predilige un make-up nude, invece nei video osa di più e la vediamo sfoggiare smokey neri o blu (e sta benissimo!). Vediamo qualche look nel dettaglio:

Video di “Snow on the Sahara”:

Immagine anggunScusate la qualità dell’immagine ma è uno screenshot che ho fatto dal video stesso, non c’erano proprio immagini di questo bellissimo make-up sul web! Il resto del viso è stato lasciato molto naturale (credo che abbia un semplice gloss sulle labbra) per far risaltare lo smokey blu. Purtroppo (ma credo fosse il trend dell’epoca) il make-up artist che l’ha truccata ha fatto arrivare l’ombretto blu fino alle sopracciglia (orroreeee!!), oggi sicuramente si realizzerebbe con un ombretto marrone o caramello di transizione che rende il blu sulla palpebra meno pesante e più contenuto.blu Possiamo comunque copiare il look adattandolo ai nostri tempi, quando ho visto questo make-up ho pensato subito all’ombretto “it’s a boy” della palette Makeup Delight di Neve Cosmetics, un bel blu elettrico (il secondo in basso da sinistra).

Video di “Still reminds me”:

Immagine aggun 2Qui sfoggia un make-up viso sempre molto essenziale per valorizzare il bellissimo e grintoso smokey nero, ottenuto con un ombretto nero parecchio metallizzato come vedete. Per fortuna in questo caso l’ombretto nero si ferma alla piega! XD però la tecnica è sempre diversa rispetto agli smokey attuali, dove il colore viene applicato appena sopra le ciglia e sfumato verso l’alto in modo che il risultato finale non sia “troppo” come in questo caso, dove il nero sembra semplicemente applicato in tutta la sua intensità sulla palpebra senza sfumare. Comunque, lungi da me giudicare, lei sta benissimo, è un video quindi ci sta che il trucco sia “pesante” e poi il bello del make-up è proprio il fattooriginal di infischiarsene delle regole! 😉 Per riprodurre questo make-up potreste usare per esempio l’ombretto nero shimmer della palette “Petal Pusher” di Wet and Wild (l’ultimo in basso a destra, foto presa da qui).

Invece, come vediamo nelle foto seguenti, Anggun pare prediligere make-up più soft nelle apparizioni pubbliche e nelle pubblicità:

anggun 1In queste due foto, i due make-up sono pressoché identici: focus sugli occhi ben delineati da una riga di eyeliner nero abbastanza spessa, ciglia finte e kajal nella rima interna e anche leggermente sfumato nella rima inferiore. Contouring ANGGun 3abbastanza marcato sul resto del viso e labbra nude. Come eyeliner potreste usare il push-up liner di Benefit, che non è sicuramente adatto per fare linee sottili perchébenefit poco preciso ma per le linee spesse è ottimo, inoltre ha una buona tenuta e la punta obliqua vi aiuta a fare la fatidica codina! 😛  Come kajal invece vi consiglio la matita Feline di Mac, che non è waterproof e non ha una durata eccelsa nella rima interna (almeno non sulla mia, mi dura un’oretta circa) ma si sfuma benissimo ed è perfetta per realizzare il primo look in alto, dove la matita è leggermente “sbavata” nella zona della rima inferiore. Come instamarc_mirage_zoom02-w1000contouring mi trovo molto bene con il light filtering contour powder di Marc Jacobs nella tonalità Mirage Filter, ce l’ho da poco ma mi sta già piacendo tantissimo perché le polveri sono davvero setose e si fondono perfettamente con l’incarnato senza lasciare strisce. Infine, il rossettoimg-thing della foto in alto sembra un nude pescato…purtroppo non ho nessun rossetto simile da consigliarvi (mea maxima culpa! XD) ma mi è venuto in mente un rossetto che ho in wishlist da tempo….. Peachstock di Mac, che ne dite, ci può assomigliare?

Spero che questo post vi sia piaciuto, vi mando un bacione enorme ragazze! ❤

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...