Love actually (secondo me)

Oggi nessun tag, niente make-up (tornerà dal prossimo post non temete! :P) ma una riflessione su uno degli argomenti più vasti e complicati che ci siano: l’amore. Sono anni e anni (sì vabbé, non sono così vecchia non esageriamo… 😛 ) che cerco di capirci qualcosa con risultati più o meno scadenti. C’era una volta, per esempio, una ragazza che pensava che gli uomini fossero bene o male tutti stronzi e l’amore era una brutta bestia che bisognava tenere lontana, perché ti toglie le energie, la concentrazione, ti fa perdere gli obiettivi importanti della tua vita, ti incasina e basta. E non era un cattivo punto di vista in verità, perché mi sentivo iperattiva, determinata, piena di sogni e progetti ed ero tipo un caterpillar che buttava giù tutto pur di raggiungerli. Poi un giorno ti innamori e da bulldog diventi barboncino….e iniziano le fatidiche domande che ogni donna si fa almeno una volta nella vita (e se ve le siete fatte una volta sola vi stimo infinitamente!): “gli piacerò?”, ” mi richiamerà?”, “sarà vero che esce solo con me?” ecc ecc. E finché non troviamo la risposta a queste fatidiche domande stressiamo amiche, mamme, zie, animali domestici (sì, io personalmente le ho fatte anche al mio cane che in segno di protesta abbandonava la cuccia! 😛 ). Ciò che ho imparato dall’amore è che gli uomini sono molto più lineari e logici di noi. Ciò che per noi può essere magenta, ciclamino, cipria, fucsia, salmone ecc ecc per un uomo è ROSA e basta. Ho capito che spesso ci facciamo mille paranoie su una cosa che è solo nella nostra testa, e magari la risposta è la più semplice e banale che ci sia. Per esempio, il mio attuale ragazzo dopo il primo appuntamento ci ha messo tre giorni per farsi risentire. I tre giorni più lunghi della mia vita. Non immaginerete la mia ansia, ho pensato che fosse andata male, che non volesse più rivedermi. E invece era semplicemente stato impegnato e non credeva che io fossi così in ansia per un suo sms. Ma noooooo, guardavo semplicemente lo schermo del cellulare 250 volte al minuto 😛 . Ho imparato che il giochetto del “non mi faccio sentire e faccio l’indifferente per vedere se mi cerchi” può funzionare se usato con moderazione, altrimenti ottenete l’effetto opposto. Alla fine è sempre meglio essere sincere con i propri sentimenti. Se morite dalla voglia di sentirlo ma vi trattenete perché volete vedere se lo fa prima lui, non trattenetevi, fatelo. Fare delle cavolate ogni tanto fa bene alla salute, se non altro vi dà un senso di liberazione perché trattenere la voglia di fare una cavolata sentimentale è un lavoraccio (tratto da esperienza personale in cavolatologia amorosa). Tanto, è inutile raccontarcela, noi donne ci innamoriamo prima degli uomini. Comincia a piacerci, stiamo bene con lui, piano piano ci pensiamo sempre di più finché ci rendiamo conto di essere innamorate. Usciamo con lui e stiamo tre ore davanti allo specchio per essere il più attraenti possibile, abbiamo il classico nodo allo stomaco appena lo vediamo. Per l’uomo è diverso: inizia ad uscire con una ragazza e magari sì, gli piace, ma non ci pensa più di tanto. Prima c’è la partita di calcetto, gli amici, la macchina, il lavoro, le solite abitudini che non vuole mica cambiare. In fondo la conosce appena e non sa come andrà. Noi fissiamo lo schermo del cellulare mille volte, loro vanno avanti con le loro vite e hanno piacere a sentirci ma non gira tutto intorno a noi. Noi siamo un fiume in piena, loro hanno i loro tempi. E certo, questa differenza di tempistica può creare problemi all’inizio. Sto chiaramente generalizzando e parlando secondo la mia esperienza, ovviamente non tutti gli uomini sono così e non tutte le donne sono così. Ma in linea generale gli approcci sono quelli. Quando si inizia a fare seriamente, quando il sentimento è reciproco, inizia un percorso che, siamo sincere, non è mai semplice. Sono fidanzata da quasi 5 anni. E in questi 5 anni ho sì pianto, ho avuto tanti dubbi, tante paure, ho creduto a volte che non fossimo più compatibili, che si fosse persa la magia. In 5 anni la vita può cambiarti molto, soprattutto quando sei nei fatidici “twenties” e ti avvicini alla trentina (ok, non ho detto la mia età e NON cercate di ricavarla! 😛 ). Cambiano obiettivi e tratti del carattere, sopraggiungono imprevisti e ostacoli come la distanza. Ma in 5 anni ho anche provato momenti di felicità estrema, ho pianto di gioia, mi sono sentita amata, ho desiderato che certi momenti non finissero mai, ho sognato un futuro e una famiglia con quella persona. Forse è banale dirlo, ma l’amore vale sempre la pena, anche quando sai già che ti può fare soffrire. A volte ti senti incompleta, senti che ti manca qualcosa per essere felice….. e poi ti innamori e ti rendi conto che, anche se apparentemente non è cambiato nulla nella tua vita e fai sempre le stesse cose, in verità è cambiato tutto dentro di te. Amate, non risparmiatevi mai, non trattenetevi mai perché non è mai tempo sprecato, fatica buttata. Ci saranno sempre difficoltà, incompatibilità, ma non bisogna arrendersi. Troppe coppie oggi si lasciano perché non hanno il coraggio di venirsi incontro, di avere pazienza. Gusti diversi, difetti, abitudini incompatibili, visioni del mondo contrapposte, ce ne vuole di pazienza a volte. Ma l’amore è la droga più grande che ci sia, io non so più stare senza. E anche se poi non funziona e vi lascia a pezzi, vi rimane sempre e comunque quella botta di vita, quella scarica di adrenalina che vi fa sentire vive. E vi rende poi più sagge, più pronte a non commettere gli stessi errori. Per esempio, noi donne quando ci innamoriamo tendiamo a mettere tutto da parte e a portare lui sul fatidico piedistallo. E’ una cosa naturale, ci viene spontaneo farlo sentire importante. Credo sia una delle cose più sbagliate da fare: un rapporto sano è costituito da persona A+ persona B (sto parlando di uomo e donna ma chiaramente questo vale sia per un rapporto etero che omo) che sono allo stesso livello di importanza. Non da persona A- zerbino + persona B- dominante, per quanto il fenomeno editoriale “50 sfumature di grigio” voglia sconvolgere gli equilibri di coppia. Non c’è nulla di più bello di una donna che segue i suoi progetti e i suoi sogni e rende il suo compagno partecipe di questi. Essere invece quel progetto o quell’unico sogno è per un uomo forse la cosa più pesante che ci sia. E poi, come finirà non lo può mai sapere nessuno. Si può solo provare ogni giorno. Un tempo credevo nel “per sempre”, oggi non mi sembra più tanto realistico. O comunque, se lo è richiede una dose quotidiana di coraggio, dedizione e passione. Ma, vada come vada, l’amore è un viaggio meraviglioso. Può portarvi contemporaneamente sulle montagne russe, sulla cima dell’Everest, in un sentiero tranquillo di campagna o in una caverna sotterranea. Ovunque vi porti, non abbiate paura di buttarvi, di seguirlo.

Vi lascio con queste bellissime parole di John Lennon:

“Ci hanno fatto credere che l’amore, quello vero, si trova una volta sola, e in generale prima dei trent’anni. Non ci hanno detto che l’amore non è azionato in qualche maniera e nemmeno arriva ad un’ora precisa…. Ci hanno fatto credere che ognuno di noi è la metà di un’arancia, che la vita ha senso solo quando riusciamo a trovare l’altra metà.
Non ci hanno detto che nasciamo interi, che mai nessuno nella nostra vita merita di portarsi sulle spalle la responsabilità di completare quello che ci manca: si cresce con noi stessi. Se siamo in buona compagnia, è semplicemente più gradevole.”

Voi che ne pensate? Raccontatemi le vostre esperienze e i vostri pensieri se vi va, sarebbe bello scambiarci un po’ di opinioni! Un bacione a tutte e buona domenica bellezze! :*

Annunci

8 thoughts on “Love actually (secondo me)

  1. Giusta riflessione 🙂 anch’io la penso come te. Noi uomini viviamo d’amore e per l’amore, inutile prenderci in giro. Nessuno è totalmente felice senza amore. Chi rimane solo/a per scelta ha delle motivazioni intrinseche che o non vuole dire o non vuole ammettere (che siano paure, egoismo, traumi, freni o quant’altro). Oppure c’è chi lo ammette, tipo le donne in carriera dicono che preferiscono avere successo nel lavoro che venir bloccate dalla famiglia… ma dopo che cosa rimane?? Io la trovo triste una vita senza amore, senza nessuno che voglia essere la tua metà. Noi donne ci facciamo troppe pippe mentali XD io, da piccolina, ero così… una minima cosa diventava paranoia o tragedia biblica, mi rodevo il fegato e piangevo sempre. Per fortuna sono successe cose che portano a dire “non tutti i mali vengono per nuocere”, ed ora prendo la vita diversamente 🙂 d’altronde in amore bisogna avere fiducia, la gelosia ci sta ma dev’essere fondata. Se poi capita quel che capita io dico sempre pazienza, ci sarà stato qualcosa che non ha funzionato più, non siamo le persone destinate a stare insieme per tutta la vita. Di sicuro si starà male ma non possiamo diventare stracci e rovinarci la vita perchè tutto è finito. Bisogna essere sempre forti e avere la forza di rialzarsi e ricominciare! La nostra dignità da donne 😛 a questo mondo tutti sono importanti ma nessuno è fondamentale. Che poi, voglio dire, le piccole discussioni ci stanno, anzi sono un bene perchè altrimenti io penso che non frega niente di chiarire quella piccola cosa o quel punto di vista. Sai che palle calare sempre la testa! XD
    Io sono fidanzata da 8 anni 😀 ❤

    Mi piace

    • Ciaooooo!!! ❤ grazie mille per il tuo commento, è stato bellissimo leggere la tua testimonianza. Sono pienamente d'accordo con te, rispetto ovviamente chi non se la sente di impegnarsi in un rapporto (purché sia sincero e non prenda in giro né illuda nessuno) ma anch'io credo che non valga la pena vivere senza amore. Ti perdi tante cose bellissime. Che beeeello, da 8 anni!!! *_* Ne hai di esperienza di vita di coppia tu ahahah!! Un bacione, grazie davvero di aver condiviso con me i tuoi pensieri ❤

      Liked by 1 persona

  2. Ciao, io sono d’accordissimo con tutto quello che hai detto.
    Iono fidanzata “solo” da un anno e mezzo, però prima di questo sono stata con un’altra persona per tre anni e mezzo. Ho sofferto tanto e avevo perso fiducia nell’amore… Ho fatto tante cavolate in quel periodo, ed il mio rendimento ne ha risentito e ne risente tuttora credo… Il mio attuale ragazzo mi ha fatto il filo per mesi… A me piaceva, ma gli avevo detto fin da subito che non volevo relazioni… Per fortuna lui non si è dato per vinto, anzi ha continuato a trattarmi meravigliosamente come se fossi la cosa più bella che potesse capitargli… Poi, quando mi ha detto di essersi innamorato di me qualcosa mi è scattato dentro, e ho ricominciato a credere nell’amore… Un mese dopo mi sono resa conto di essere innamorata anche io, e poco dopo ci siamo fidanzati… Ora ringrazio il cielo che ci sia lui, perché è grazie a lui se sono la persona che sono oggi…
    Un bacio 😘

    Mi piace

    • Ciao bella!!! Scusa per il ritardo nella risposta e grazie per il commento!! :* è bellissimo quello che mi hai raccontato, tienitelo stretto perché non tutti gli uomini purtroppo sanno trattare le donne come meritano, il tuo è un uomo con la U maiuscola! Anch’io posso ritenermi fortunata con il mio, ne rimangono pochi in circolazione ormai mi sa! XD Un bacione, grazie ancora per essere passata e complimenti per i tuoi make-up, ti seguo sempre! :*

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...