Cosmoprof 2015… la mia opinione

Eccoci qua, mentre scrivo è la sera dell’ultimo giorno di Cosmoprof. Ho un po’ il magone, vorrei ritornarci domani, e dopodomani e uffaaaaa!!! (modalità bambina piccola: ON). Perché è inutile, al Cosmoprof si diventa inevitabilmente un po’ come delle bambine nel paese dei balocchi, ma anche delle pazze scatenate correndo per arrivare prima allo stand della Make up Forever (ehm…non generalizzo, riconosco che non è normale fare le corse con trolley annesso per tutto il padiglione 22 fino al 16 alle 9.30 del mattino per entrare il prima possibile, ma in quei giorni raggiungo livelli di fanatismo che neanche la caccia alle streghe nel Medioevo! XD) o ancora delle belve assetate di vendetta (tre ragazze mi hanno soffiato sotto il naso i Real Techniques a 5€ mentre stavano smontando lo stand lunedì e devo rimediare a questo affronto che ha macchiato il mio Karma o le mie prossime reincarnazioni ne risentiranno per sempre).  Adesso vi racconto un po’ ciò che ho amato e ciò che invece non mi è piaciuto quest’anno:

  • La cosa più brutta del Cosmoprof è il cartello “non vendiamo ai privati” che trovate un po’ ovunque. Zoeva, Kryolan, Wet and Wild, Nyx ecc ecc vi sbattono davanti i prodotti più belli del mondo disposti in maniera estremamente accattivante ma niente, vedere e non toccare. E’ peggio della tortura cinese della goccia d’acqua, ve lo dico. Però è ovvio che lo scopo della fiera non è quello di soddisfare il bisogno fisico di acquistare di noi malate ehm appassionate di make-up, ma come vi ho detto quello di far sì che le aziende possano trovare nuovi rivenditori o agenti in Italia. Ho letto di tante ragazze che sono rimaste deluse e si sono lamentate del fatto che si può acquistare poco e non ha senso andarci. Non sono d’accordo. Prima perché Make up Forever, BB Cream Italia, LA Splash, Stargazer, Paola P, Peggy Sage, Opi, Essie, tutto il padiglione 34 (prodotti per parrucchieri tra cui piastre, spazzole, extensions ecc) vendono, e in più il lunedì qualche azienda che prima non vendeva (Make up Revolution e Lady Lya per esempio) mette a disposizione dei privati i prodotti a prezzi stracciati. Bisogna girare e girare alla caccia dell’affare, soprattutto lunedì. Ma la cosa più bella comunque è conoscere nuovi brands, io personalmente ho scoperto Eva Garden (make-up professionale in vendita presso i centri estetici), Human+Kind (prodotti naturali per la skincare) e Adessa, un brand che produce bellissime ciglia finte.
  • Make up Forever: come tutti gli anni, questo è lo stand più gettonato e ci sono fileDSCN0918[1] DSCN0917[1]interminabili. L’anno scorso non ero riuscita ad entrare, quest’anno ho fatto una corsa come vi ho detto e sono arrivata subito alle 9.30 davanti allo stand (la fiera apre in realtà qualche minuto prima dell’orario ufficiale di apertura che sarebbe infatti per le 9.30). In questo modo non ho fatto la fila né sabato né lunedì!!! :D. (Notate qui sopra l’occhio fatto interamente con i nuovi ombretti, quando l’ho visto sono quasi svenuta per cotanta bellezza!!! *_*). Dunque, come saprete la Make up Forever applica sui prodotti uno sconto del 40% tranne per i nuovi plexigloss che non erano scontati. Come ben sapete i prodotti Mufe non costano poco, quindi conviene abbastanza comprarli in fiera (per esempio la foundation palette con 11 cialde costa regolarmente 101€, in fiera veniva 60€!!). DSCN0921[1]L’unica nota negativa che mi sento di fare è che l’organizzazione è un po’ caotica. Quando entrate vi viene dato un foglio dove il make-up artist che vi seguirà annota ciò che volete prendere, con quello poi andate alla cassa. La fila si crea soprattutto perché all’entrata dello stand l’addetto vi chiede i vostri dati per compilare il foglio (nome, cognome e perché siete lì, se siete professioniste, blogger o semplici appassionate). Capirete che dover chiedere questi dati a TUTTE le ragazze in fila fa sì che le cose si rallentino molto. Quando siete dentro non potete guardare i prodotti da sole, sarete sempre seguite da un/una addetto/a che segnaDSCN0914[1] nel foglio quello che volete. Se per caso avete bisogno di tempo per decidere o per guardare tutto con calma perché non avete subito le idee chiare, il o la make-up artist vi lascia tranquille e va da un’altra ragazza, ma poi dovete aspettare che si liberi per poter finire il vostro acquisto. Mi sembra tutto molto macchinoso, per questo ci sono file così assurde. Spero che prima o poi snelliscano le pratiche. Inoltre, le luci sfalsano un po’ i colori, infatti io ho fatto un acquisto sbagliato (mannaggia a me!): ho preso lo sculpting kit n. 03 Gold con due cialde, una marrone per il contouring e una sul beige per illuminare. In negozio costa 40€ circa, lì costava ok24€. L’ho preso tutta contenta, ma una volta arrivata a casa ho visto che la terra è aranciata e con i brillantini!!!! Orroreeee!!! :O Ma come si fa a fare il contouring con una terra simile? Dovevano chiamarlo duo bronzer e illuminante!. Inoltre l’illuminante su di me si vede poco (foto sotto). Vabbé ormai è andata emufe questo è il mio unico acquisto sbagliato, ma se le luci fossero state più fedeli alla realtà me ne sarei accorta. A parte questo, lo staff è cordiale e simpatico anche se non deve essere facile avere a che fare con tantissime ragazze ogni giorno dalle 09.30 alle 18.30!! E la convenienza a livello di prezzo c’è, per cui ne vale la pena. Ho preso tanti pennelli e sono davvero soddisfatta.
  • BB cream Italia: a differenza dell’anno scorso dove si poteva tranquillamente girare dentro lo stand e toccare con mano i prodotti, quest’anno purtroppo era tutto dietro il bancone e per poter vedere per esempio i Real Techniques bisognava chiedere al personale. La flawless matte di Make up Revolution che volevo tanto è andata sold out il primo giorno, ma dentro dei contenitori di vetro molto carini (sembravano quelli dei biscotti! :P) vicino alla cassa c’erano “gli affari”: spugnette bellissime per il fondotinta di Vanity tools (nella scatoletta che le contiene è raffigurato un pinguino, troppo belle!!!) a 4,50€, e poi le tinte labbra di Make up Revolution, i blush liquidi di MeMeMe, le perle abbronzanti sempre di MeMeMe ecc ecc. Anche questo stand è stata una piacevole esperienza, avrei solo voluto poter toccare con mano io stessa i prodotti e non dover chiedere per forza alle commesse.
  • LA Splash, Paola P, Stargazer: da LA Splash ho preso la famosa Splashproof la splashsealer a 10€ e il pigmento pink sand a 5€ . Per le tinte purtroppo non c’è stato nulla da fare, nel senso che quando sono arrivata (ci sono andata lunedì) c’erano solo due tonalità che non m’ispiravano molto a 15€. Alcune ragazze si sono lamentate che il primo giorno le tinte costavano meno (10€) ma pare che quello fosse il prezzo di lancio solo per il primo giorno. Da Paola P ho preso la famosa palette Africa, constatando che in effetti hanno alzato i prezzi (l’anno scorso in fiera pare che costasse 20€, io l’ho pagata quest’anno 25€). Da Stargazer mistargazer hanno affascinata i pigmenti, ce n’erano tantissimi di colori particolari a soli 5€!! Ne ho presi due, il n. 08 (un bellissimo borgogna tendente al viola, nella foto è quello in basso) e il 29 (un marrone argentato, sopra).
  • Zoeva ed Illamasqua: i due brands nuovi della fiera sono stati però una delusione. Illamasqua in verità non c’era, e Zoeva non vendeva ma pare che abbia regalato dei pennelli ad alcune ragazze, infatti ho letto di qualche polemica in giro perché non si è capito quale fosse veramente la politica del brand.
  • Make up Revolution: questa è stata la sorpresa più bella della fiera per me. Vi DSCN1074racconto: lunedì stavo facendo l’ennesimo giretto nel padiglione 22 e ad un certo punto un ragazzo della sicurezza mi ferma e mi dice “non si può passare, è un’area riservata”. Ero stupita, sabato ci ero passata tranquillamente! Siccome sono una caprona testarda, ho provato a passare lo stesso da un’altra parte 😛 e facendo gli occhi dolci al nuovo addetto alla sicurezza sono passataaaaa!!! (il bello di essere WP_20150324_048donne! :P). E lì ad un certo punto trovo una ressa assurda e mi avvicino….ebbene sì, era lo stand della Make up Revolution che fino a quel giorno non aveva venduto e invece di lunedì svendeva tutto!! I prezzi erano davvero stracciati come vedete (non somur perché le scritte erano in spagnolo) e c’era un minimo di acquisto di 10€. Ecco il mio bottino, ho speso solo 10€ per tutto questo ben di Dio!!!! E la Beyond Flawless era proprio l’ultima, l’ho presa e me la sono messa sotto il braccio guardando le altre con faccia da Gollum! :P. Sono curiosa di provare l’Awesome Metal in Rose Gold che ho preso, è il dupe dei costosissimi ombretti Magnificent Metals di Stila che costano circa 40€ a ombretto (ma anche no direi!!). Vi farò sapere cosa ne penso! 🙂  Infine ho preso tre tinte della Make up Revolution (dall’alto nella foto sopra, “keep lying for you” che è un rosa tendente al viola, in mezzo “no ordinary love” che è un color corallo e in basso “keep trying for you”, un bel rosso). Le ho soltanto provate per vedere il colore sulle mie labbra, per ora vi so solo dire che applicate sono lucide, e poi diventano matte. Vi saprò dire qualcosa di più sulla durata prossimamente!

In linea generale, è stata una bellissima esperienza come sempre. C’è tanta confusione sì, a volte mi hanno tranciato un piede con il trolley (e l’ho fatto anch’io in alcuni casi senza volerlo) e spesso aggiudicarsi un prodotto è una gran botta di….ehm…fortuna! 😛 Ma ne vale davvero la pena, si riescono a fare comunque dei buoni affari e soprattutto ci si aggiorna, cosa fondamentale per una beauty blogger e anche per qualsiasi appassionata! Adesso vi lascio un po’ di foto! 🙂 Un bacione a tutte, spero vi sia piaciuto il post! :*

DSCN0946

Pennelli Rose Golden Zoeva

DSCN0961

BB cream Italia

DSCN0967

Manic Panic

DSCN0972

Stargazer

DSCN0981

Essie

DSCN0985

Paola P

DSCN0996

NYX

DSCN1006

Youngblood

DSCN1016

Aegyptia

DSCN1048

Essence (questa è una cosa stupenda e vorrei che ci fosse ovunque al posto del distributore di merendine…..il distributore di smalti!!!!). La Hostess di Essence dava ad ogni persona uno di questi buoni e si poteva ritirare gratis dal distributore uno smalto! 😀DSCN1049

DSCN1060 Pigmenti LA Splash

DSCN1055

Sotto:  Lo stand LA Splash e ciò che rimaneva delle tinte LA Splash di lunedì mattina.

DSCN1063


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ed eccola qui, la mitica Dany Sanz, fondatrice di Make up Forever!!! Non si vede benissimo purtroppo, ha tenuto una breve intervista davanti allo stand Mufe. Nel corso della giornata davanti allo stand si sono visti dei bellissimi lavori di Body painting.

DSCN0929

DSCN1013

Annunci

6 thoughts on “Cosmoprof 2015… la mia opinione

  1. Pingback: Hello Spring Tag! | Eau de rugiada

  2. Pingback: Spring Lipstick Tag: I miei rossetti primaverili preferiti! | Eau de rugiada

  3. Pingback: Urban Decay Moondust eyeshadows, come evitare il fallout | Eau de rugiada

  4. Pingback: Cosmoprof 2016…ma perché è finitooo? :( | Eau de rugiada

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...