Come vi concio per le feste……ovvero, trucco di natale!!! ;)

Si avvicinano le feste e il dubbio è sempre il solito….come diamine mi trucco?? Se anche voi almeno una volta vi siete fatte questa domanda e avete finito per truccarvi con il solito ombretto doratino, date una letta a questo post! Dunque… vi confesso che anch’io sono tra quelle che proprio la sera di Capodanno ha delle crisi mistico-creative e non sa come cavolo conciarsi, quindi quest’anno ho deciso di frequentare il corso di trucco per le feste tenuto la scorsa domenica da Enrica presso la Profumeria Brunella di Ravenna. Ci tengo a dire che cito spesso lei perché la conosco di persona e perché qui nella mia zona è l’unica che fa dei corsi di make-up gratuiti ma non per questo meno professionali e utili di quelli a pagamento. Perciò, se è la seconda volta che parlo di lei non è perché ci sia chissà quale losco accordo commerciale tra noi due 😛 ma solo perché la ritengo una ragazza semplice, simpatica e competente. Se più avanti riuscirò a frequentare altri corsi tenuti da altre make-up artist sicuramente ve ne parlerò. Cominciamo: Enrica ha scelto due ragazze dalle caratteristiche molto diverse tra loro: Camilla, giovanissima, pelle diafana e capelli neri e lunghissimi ed Elisa, pelle un pochino scura e capelli biondi. Dal punto di vista del make-up, devo dire che le feste sono un periodo bellissimo perché finalmente si può OSARE con i colori senza vergognarsi o sentirsi fuori luogo. Perciò la solita regola per cui se carichiamo troppo gli occhi dovremmo lasciare le labbra al naturale o usare comunque un rossetto “nude” può essere infranta purché sugli occhi usiamo dei colori intensi sì, ma discreti. Può sembrare un controsenso, ma date un’occhiata ai manifesti promozionali delle collezioni natalizie di Dior e Chanel per capire cosa intendo:

 

Dior-Golden-Shock-Holiday-beauty               Holiday2014_collection2-770x1020        Dior “Golden Shock”                                          Chanel “Plumes Précieuses”

Come vedete, sia la modella di Dior che quella di Chanel hanno gli occhi molto intensi, ma non risultano assolutamente volgari se abbinati al rossetto rosso perché si tratta di colori “discreti” come l’oro, il grigio e il marrone. Se avessimo messo sulla palpebra un verde, un viola o un blu credo che l’effetto sarebbe stato diverso, avremmo avuto l’impressione che fosse “troppo”. In quel caso si deve optare per un rossetto simile al colore delle nostre labbra, un “nude” appunto. Comincio ad illustrare i vari passaggi che Enrica ha seguito per truccare Camilla e i vari prodotti che lei ha usato, tutti Dior e Chanel. Siccome però non tutte noi possiamo permetterci Madame Coco e Monsieur Christian, vi indico delle alternative più economiche che potete usare per ottenere un effetto molto simile. Seguitemi, partiamo!!! 😀

Ecco il look di Camilla:

camilla dopo

  • Come prima cosa, Enrica ha sottolineato l’importanza di detergere il viso prima di qualsiasi trucco. Possiamo usare l’acqua micellare, che funziona sia come struccante che come detergente. Curiosità: l’acqua micellare è costituita da molecole di tensioattivi, agenti formati da una testa idrofilica (quindi attratta dalle molecole d’acqua) e una coda idrofobica che respinge l’acqua e contemporaneamente si attacca all’unto e al grasso contenuti nello sporco. Queste forze opposte staccano quindi i residui di smog, gli eccessi di sebo e il make-up dal nostro viso e lo sospendono nell’acqua, così lo sporco viene lavato via. In particolare, nell’acqua micellare questi tensioattivi si raggruppano in micelle (agglomerati sferici) che, una volta a contatto con la pelle, si aprono inglobando e rimuovendo le impurità. Dopo la pulizia con l’acqua micellare è comunque consigliato fare un’ulteriore pulizia più profonda con un buon detergente per evitare che dei residui rimangano sulla pelle e contribuiscano a formare gli odiosi brufoletti e le impurità (io ne so qualcosa perché lotto contro le imperfezioni da anni, un po’ come Don Chisciotte contro i mulini a vento!)
  • Dopo questo passaggio, è importantissimo idratare la pelle soprattutto se abbiamo una pelle secca perché se saltiamo questo passaggio il fondotinta potrebbe mettere ancora più in evidenza pellicine e zone secche! Anche chi ha la pelle grassa come me però deve idratarla: e qui sfatiamo il luogo comune secondo cui la pelle grassa si idrata da sola e anzi, se ci mettiamo la crema si lucida di più. Eh no, anche la pelle grassa ha bisogno di essere idratata, ma con  prodotti specifici che abbiano un ph relativamente basso (4.5- 5.5). E’importante anche non detergere la pelle troppo spesso in questi casi, perché per reazione a quest’aggressione le ghiandole sebacee producono ancora più sebo (il cosiddetto effetto “rebound”) e quindi ci ritroviamo più unte di prima!! Queste cose le ho imparate col tempo, perché per anni ho usato detergenti davvero troppo aggressivi e mi lamentavo del fatto che la mia pelle fosse sempre più unta e asfittica senza rendermi conto che ero io a peggiorare la situazione!! Perciò informatevi sempre ragazze, e se la situazione è critica non esitate a rivolgervi a un buon dermatologo. Chiusa questa parentesi, torno al make-up!
  • Enrica ha poi applicato una crema per il contorno occhi per distendere e idratare questa zona così delicata e ha poi steso il primer Backstage di Dior (prezzo circa 25,90€) sia sulla palpebra mobile che sotto. Il primer serve ad uniformare la palpebra neutralizzando eventuali rossori e venuzze e ad offrire una base a cui andrà ad “aggrapparsi” l’ombretto che durerà così di più. In alternativa potete usare il primer “eye base” di Kiko (prezzo 6,90€) o il mitico primer potion di Urban Decay  (prezzo 19,90€)
  • Successivamente, Enrica ha applicato cominciando da metà dell’occhio la matita Chanel crayon yeux nel colore 01 noir (ma potete usare anche la matita di Sephora di cui vi parlo qui che costa circa 8€) rimanendo attaccata all’arcata ciliare e andando verso l’alto alla fine dell’occhio. Camilla ha infatti un occhio infossato (cioè l’arcata sopraccigliare è più sporgente e l’occhio risulta arretrato rispetto ad essa) e quindi sfumare la matita verso l’alto apre lo sguardo.
  • NOTA:  Attenzione, tendo a ribadire che avere gli occhi infossati, troppo ravvicinati o troppo lontani, sporgenti o all’ingiù NON è assolutamente un difetto, è una caratteristica che va valorizzata con i giusti accorgimenti, guardate un po’ qui:blake lively occhi infossati            Jennifer-Love-Hewitt occhi ravvicinatiBlake Lively, occhi infossati                       Jennifer Love-Hewitt, occhi troppo vicinijessica-alba-occhi-distanti          anne-hathaway occhi sporgenti Jessica Alba, occhi troppo distanziati              Anne Hathaway, occhi sporgentisarah-michelle-gellar-occhi all'ingù       A fianco: Sarah Michelle Gellar, occhi all’ingiù                                                             Nessuno si sognerebbe mai di dire che queste donne sono brutte, eppure i loro occhi hanno delle caratteristiche che non li rendono “regolari”. Certo, magari Anne Hathaway dovrà evitare gli ombretti chiari perlati perché tendono ad ingrandire l’occhio ed evidenziano la sporgenza, e Blake Lively si dovrà rassegnare a non poter mai fare delle sfumature elaborate perché tanto la sua palpebra è semi-nascosta e non si vedrebbero, ma con dei piccoli accorgimenti questi “difetti” diventano punti di forza, come ogni altro “difetto” che immancabilmente ci troviamo! 😛
  • Nell’angolo interno e nella rima ciliare inferiore Enrica ha applicato per aprire lo sguardo la matita Stylo yeux waterproof di Chanel nel colore Or Blanc che fa parte della collezione natalizia (prezzo 24,10€). Qui vi confesso che ho avuto davvero difficoltà a trovare un’alternativa economica perché questa matita è davvero bellissima, illumina ma con discrezione ed eleganza e dura tantissimo. Potete provare a sostituirla però con la Multiplay di Pupa nel colore 61 platino (prezzo circa 13€).
  • Enrica ha poi successivamente usato gli ombretti della palette della collezione natalizia di Chanel, la bellissima 5 ombres “Oiseau de nuit” (prezzo circa 52€)chanel oiseau de nuit. Ha applicato nella prima metà dell’occhio il colore dorato, poi nella piega ha usato l’ombretto viola della palette (il terzo da destra) sfumato bene (mi raccomando, sfumare bene e applicare poco prodotto alla volta è il segreto per creare una piega definita e senza pastrocchi!) e ha steso sull’angolo esterno per rendere lo sguardo intenso e drammatico l’ombretto più scuro della palette (il secondo da destra). Infine, ha sfumato l’ombretto argento (il secondo da sinistra) sull’arcata sopraccigliare per dare luce e rendere più soffuso il viola della piega. Infine, tanto mascara che è veramente il prodotto fondamentale per rendere lo sguardo intrigante e sexy! 😛 Non è stato per niente facile trovare le alternative economiche a questa palette, mi sono scervellata! Trovate qui degli swatches molto affidabili della palette, io adoro questa blogger! Come vedete, lei non dà un voto molto alto alla qualità di questa palette….Come?? – direte- un C+ a Chanel?? Io non possiedo questa palette, ma per esperienza so che se siete abituate alla super pigmentazione di Mac, Urban Decay e Nabla per esempio rimarrete probabilmente deluse perché quello non è lo scopo di brands di lusso come Dior e Chanel. Il loro scopo è rivolgersi ad una categoria di donne che amano il colore non pieno ma soffuso, non troppo intenso e modulabile. Donne sobrie che vogliono ottenere un effetto elegante. Questa è l’idea che mi sono fatta io quando sento spesso dire che la maggior parte delle palette di Dior e Chanel non scrivono una cippa. Tornando alle alternative economiche, direi che per sostituire il grigio lilla (il colore centrale) sfumato sull’arcata sopraccigliare potreste usare Interference di Nabla (prezzo 7,90€), il color oro della palpebra potrebbe essere l’ombretto Kiko 102 oro scuro perlato di cui vi ho parlato qui (prezzo 2,90€), il viola cupo e freddo matte sfumato sulla piega potrebbe essere replicato con Beauty Marked di Mac (prezzo 18€….eh lo so, non ho trovato un prezzo più basso purtroppo!). L’ombretto applicato nel angolo esterno è un semplice nero opaco che potete sostituire con ciò che avete.
  • Infine, Enrica ha terminato il trucco viso applicando il correttore, il fondotinta Dior star e il blush della linea permanente Dior nel colore rosa pesca fissando infine il tutto con la cipria. Sulle labbra un bellissimo rossetto rosso della linea rouge allure matte di Chanel. Un trucchetto: se volete che il rossetto duri di più applicate sulle labbra un po’ di correttore sfumandolo con le dita, in questo modo neutralizzate il colore delle vostre labbra valorizzando quello del rossetto e in più offrite al prodotto una base su cui “aggrapparsi”, poi stendete il rossetto, prendete un fazzoletto e lo appoggiate leggermente sulle labbra per togliere l’eccesso. Infine, potete stendere un po’ di cipria attraverso il fazzoletto per fissare bene il rossetto.Secondo e ultimo look è quello realizzato su Elisa, questa volta si tratta di un trucco più colorato per chi vuole osare con i colori! Eccolo qui: ElisaPer realizzarlo Enrica ha usato quasi interamente dei prodotti della collezione natalizia di Pupa, la Snow Queen. Dopo aver ripetuto il primo step (detersione del viso con acqua micellare), Enrica ha iniziato il trucco occhi applicando la matita nera da metà occhio verso l’esterno, sia nella palpebra che nella rima interna dell’occhio. Da metà dell’occhio verso l’angolo interno invece ha applicato il bellissimo matitone ombretto della nuova collezione Pupa Snow Queen Matic Stylo nel colore 002 Golden Star. E’ un oro chiaro luminosissimo dalla consistenza rinfrescante (è quasi un gel), crea un effetto più drammatico e forse meno raffinato della matita Or Blanc di Chanel ma è sicuramente molto più evidente di questa e apre proprio lo sguardo, ve la consiglio se vi piace osare!! 😉 Nella parte esterna dell’occhio, Enrica ha applicato l’ombretto blu navy (il secondo partendo da destra) della palette Snow Queen (prezzo circa 23€) pupaper dare intensità allo sguardo e come colore di transizione tra l’oro luminoso e il blu ha usato il verde acqua satinato al centro della palpebra (il quarto ombretto partendo da destra). Ultimo step è la base: infatti, quando si usano colori così forti sugli occhi è consigliabile fare la base dopo per evitare che la caduta accidentale di polveri colorate sulle guance o nella zona occhiaie vi rovinino il lavoro fatto (sapete che nervoso poi!!). Un punto fondamentale di questo make-up è stata la copertura delle occhiaie: Elisa aveva passato la notte sui libri perché aveva un esame vicino (se mi leggi Elisa spero sia andato bene!!!) e ovviamente in questi casi non si possono evitare le occhiaie (vabbé, le mie sono genetiche ma questo è un altro sfigatissimo discorso, mi ci vuole lo stucco!). Enrica in questi casi ci ha consigliato un correttore che pare sia miracoloso, il Re-nutriv Ultra radiance concealer-smoothing base, estéeche è fatto come vedete da due parti: una più chiara che va stesa come base per il correttore per rendere la pelle più liscia e ridurre borse e linee di espressione, quella più scura va applicata invece sulle occhiaie. Attenzione perché l’occhiaia parte dall’angolo interno e arriva circa a metà occhio, quindi bisogna applicare poco prodotto solo in quella zona e sfumare! (non fate come me che nella foga di combattere la mia guerra contro la pandite acuta metto tre chili di correttore e poi sembro una vecchia perché mi segna tutte le linee di espressione, non ce la posso fare!). Non ho provato questo correttore di Estée Lauder, ma si spera che faccia ciò che promette perché costa ben 50€, altrimenti ci incavoliamo!! Siamo donne e vogliamo dei risultati concreti che diamine! XD Poi Enrica ha applicato su Elisa un fondotinta di cui mi sono immediatamente innamorata (e te pareva!!): E’ il vitalumière di Chanel in polvere!!! chanelMa va, Chanel che si converte ai fondotinta in polvere?? Beh, pare di sì! Non l’ho provato, ma ho letto in giro delle ottime recensioni: pare che copra le imperfezioni proprio come un fondotinta liquido senza fare l’effetto mascherone e la polvere di mica dona un effetto satinato ma naturale. Si stende con il pennello kabuki e si applica con movimenti circolari dall’interno all’esterno. La polvere offre anche una protezione solare SPF15. Sarà, ma sul viso io sono abbastanza rompiscatole con l’inci e siccome non l’ho ancora trovato in giro non mi faccio tentare (ehm….almeno ci provo!). Comunque su Elisa l’effetto è bellissimo, neanche sembra che ha il fondotinta sul viso! Ehm….ultimo dettaglio non poco trascurabile è il prezzo….non mi svenite qui eh!! Costa la bellezza di 64€!! Vi consiglio se volete acquistarlo di farvelo applicare sul viso prima in profumeria per vedere se fa per voi. Solitamente il fondotinta in polvere va bene per chi ha la pelle grassa perché assorbe il sebo, mentre per chi ha la pelle secca risulta “fastidioso” perché tende ad evidenziare tutte le pellicine e le zone secche appunto. Ma questo tra gli ingredienti ha un derivato dell’olio di canola (ok, quando ho letto che cos’è mi è un po’ crollata l’aura mitica intorno a questo fondotinta….è un tipo di rapa canadese urgh!) che dovrebbe anche idratare, bisogna provarlo per capire se può andare bene o no per la vostra pelle. Ok, sto straparlando come al solito, concludo dicendo che, siccome aveva caricato parecchio gli occhi e con colori sgargianti, per mantenere l’equilibrio Enrica ha scelto un gloss rosato che crea un effetto fresco e luminoso. E’ stato davvero interessante partecipare a questo workshop, mi ha dato degli ottimi spunti e ho avuto l’opportunità di vedere all’opera nuovi prodotti (il che non guasta mai, solo che dopo li desideriiiii!!!). Ho voluto comunque offrirvi delle alternative economiche dei prodotti Dior e Chanel utilizzati per darvi la possibilità se volete di riprodurli a casa! Ma la saga del natale non finisce qui, seguitemi che presto pubblicherò un altro post….in verità il natale mi sta sul cavolo, ma quando si tratta di make-up mi faccio piacere tutto! 😛 Un bacione ragazze, questo weekend vi pubblico il seguito del post sui 25 ottimi prodotti a meno di 10€, stavolta parliamo del make-up viso! 😉 seguitemiiiiiiiiiiiiii!!! Non dimenticate se passate di qua di cliccare sul bottone “iscriviti” così vi arrivano per e-mail gli aggiornamenti ogni volta che pubblico qualcosa! 😉
  • Ps: ultima logorroica nota…presto vi farò un post sulle varie tipologie di correttori e su come sceglierli e applicarli, stay tuned! 🙂

 

Annunci

One thought on “Come vi concio per le feste……ovvero, trucco di natale!!! ;)

  1. Pingback: A scuola di make-up….. le tendenze autunno 2015 | Eau de rugiada

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...